Info     Archivio Newsletter     Video interviste  
 
Homepage
2014
Cerca nel sito
Effettua la ricerca
Altri articoli della sezione
OncoEmato
Ca alla tiroide: scoperte due mutazioni, una di sensibilità e una di resistenza a everolimus
Cancro della prostatico metastatico resistente alla castrazione, oggi abiraterone anche prima della chemio
Ca renale metastatico, risposte durature con nivolumab nei pazienti già trattati
Mieloma multiplo, meno emesi da chemioterapia con aprepitant
Adenocarcinoma duttale al pancreas BRCA+, chemio a base di platino può allungare la vita

Ultime 5 notizie
pubblicate sul sito
Infertilità, a Roma si parla di terapie alternative alla procreazione medicalmente assistita
Cancro della prostata metastatico, parere UE favorevole a enzalutamide prima della chemio
Immuno-oncologia quarta arma contro i tumori, nel melanoma il 20% dei pazienti è vivo dopo 10 anni
Diabete tipo 1, più vicina la cura a partire da cellule staminali
Ca alla tiroide: scoperte due mutazioni, una di sensibilità e una di resistenza a everolimus

Interviste
Aderenza alla terapia ipertensiva, come migliorarla con nuove combinazioni di farmaci
Ipertensione, obiettivo 70% di pazienti in target più facile con la semplificazione della terapia
Ipertensione arteriosa in popolazioni speciali, come approcciarsi al problema
Ipertensione arteriosa, danno d’organo e trattamento con combinazioni di farmaci
Variabilità pressoria, una App aiuta a conoscerla e a gestirla
Encefalopatia epatica, terapia antibiotica riduce ricadute e ricoveri
Encefalopatia epatica: cos'è, cause, conseguenze, prevenzione


Ultima Newsletter
Si chiude il XXXV Congresso SIFO, 3000 farmacisti uniti per “curare” la Sanità Italiana
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News



Linfoma cerebrale, efficace chemio più radioterapia a dosaggio ridotto


18 ottobre 2013

Un gruppo di pazienti colpiti da un linfoma primario a livello del sistema nervoso centrale ha mostrato alte percentuali di risposta e un buon controllo della malattia a lungo termine con un regime di chemioterapia seguito da un consolidamento con una radioterapia panencefalica a dosaggio ridotto e citarabina in uno studio multicentrico di fase II appena pubblicato online sul Journal of Clinical Oncology.

“L’efficacia di quest’approccio è tutt'altro che provata, sono necessari altri studi e, al momento, l’impiego della radioterapia panencefalica a basso dosaggio è da considerarsi sperimentale” ha affermato l’autore senior dello studio, Antonio Omuro del Memorial Sloan -Kettering Cancer Center di New York, in un’intervista. Tuttavia, lo studio appena uscito ha mostrato risultati promettenti.

Il trial ha coinvolto 52 pazienti con un linfoma cerebrale di nuova diagnosi, tutti sottoposti a una chemioterapia di induzione con rituximab, metotrexate, procarbazina e vincristina (R-MPV) per 5-7 cicli; solo i pazienti che hanno ottenuto una risposta completa sono stati sottoposti alla radioterapia panencefalica a basso dosaggio (23,4 Gy), mentre quelli che non hanno riposto hanno fatto la radioterapia alla dose standard (45 Gy) e in entrambi i casi dopo la terapia radiante è stata somministrata citarabina come consolidamento.

I pazienti che hanno ottenuto una risposta completa e sono stati quindi sottoposti alla radioterapia a dosaggio ridotto sono stati in totale 31 (il 60%); anche altri tre hanno avuto una risposta completa, ma uno è morto di neutropenia febbrile dopo l'ultimo ciclo di chemioterapia e gli altri due hanno rifiutato la radioterapia.

La sopravvivenza libera da progressione (PFS) a 2 anni nei pazienti sottoposti alla radioterapia a basso dosaggio è stata del 77% e la PFS mediana è stata di 7,7 anni, mentre la PFS mediana dell'intera coorte di 52 pazienti è stata di 3,3 anni.

La sopravvivenza globale (OS) mediana dell’intero campione è stata di 6,6 anni, mentre nel gruppo trattato con la radioterapia a basso dosaggio l’OS mediana non è stata raggiunta (il follow-up mediano dei sopravviventi è di 5,9 anni). Inoltre, nel gruppo sottoposto al trattamento sperimentale l’OS a 3 anni è stata dell’87% e quella a 5 anni dell’80%.

Con un risultato che gli autori definiscono "sorprendente", la PFS mediana non è stata raggiunta nei pazienti sottoposti alla radioterapia a dosaggio ridotto che avevano meno di 60 anni, mentre in quelli over 60 la PFS mediana è stata di 4,4 anni.

I test cognitivi hanno dimostrato dei miglioramenti sul fronte delle funzioni esecutive e della memoria verbale dopo la chemioterapia e i punteggi dei test durante il follow up sono rimasti relativamente stabili.

"Con questo regime si è ottenuto un miglioramento della sopravvivenza e degli outcome neurocognitivi, ma non è chiaro se ciò dipenda dall'aggiunta della radioterapia a basso dosaggio o da una chemioterapia più efficace" ha commentato Omuro, facendo notare che lo specifico regime chemioterapica non è stata formalmente testato senza radioterapia.

Il gruppo di Omuro sta ora partecipando a uno studio randomizzato del Radiation Therapy Oncology Group (RTOG) utilizzando il regime R-MPV con o senza radioterapia a basso dosaggio e valutando le differenze di OS e PFS, nonché le variazioni neurocognitive associate al trattamento.

"In realtà, l’outcome neurocognitivo è un endpoint molto importante che dovrà essere meglio studiato in trial più ampi, per valutare appieno le conseguenze a lungo termine della radioterapia" ha aggiunto l’autore.

Omurro ha concluso che, mentre gli studi di radioterapia sono in corso, l’approccio basato sulla sola chemioterapia rimane il trattamento standard per i pazienti con un linfoma primario del snc, anche se in realtà non è stato definito formalmente uno standard di cura per questa neoplasia.

P.G. Morris, et al. Rituximab, Methotrexate, Procarbazine, and Vincristine Followed by Consolidation Reduced-Dose Whole-Brain Radiotherapy and Cytarabine in Newly Diagnosed Primary CNS Lymphoma: Final Results and Long-Term Outcome. J Clin Oncol. 2013; doi:10.1200/JCO.2013.50.4910.
leggi
© Riproduzione riservata

Invia ad un amico Stampa l'articolo Diminuisci il carattere Aumenta il carattere





















PharmaStar
Registrazione al Tribunale di Milano
n° 516 del 6 settembre 2007
Direttore Responsabile: Danilo Magliano
Copyright ©MedicalStar™
via San Gregorio, 12 20124 Milano
info@medicalstar.it
P.Iva: 09529020019
Canali Tematici
Home
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News
Quaderni

Info
Archivio Newsletter
Video interviste
Condividi
Facebook
Twitter
RSS
Invia ad un amico

Condizioni di utilizzo | Privacy | Help
Senza autorizzazione, è vietata la riproduzione anche parziale.
Data ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2014

Seguici su Facebook!