Info     Archivio Newsletter     Video interviste  
 
Homepage
2014
Cerca nel sito
Effettua la ricerca
Altri articoli della sezione
Gastro
Tripletta di AbbVie efficace contro HCV ricorrente dopo trapianto di fegato
Rifaximina, nuovi dati confermano i benefici nell'encefalopatia epatica
Hiv, meno vertigini e sogni anomali con regime a base di rilpivirina
Celiachia, disturbo in aumento anche in Paesi finora “indenni”
Diagnosi, trattamento e follow up, linee guida per la gestione del cancro anale

Ultime 5 notizie
pubblicate sul sito
Ebola, ci sono farmaci in grado di curare l'infezione?
Tumore al seno, prima della chirurgia utili piccole dosi di radioterapia
Ebola, per l'Italia nessun rischio rilevante
Mielofibrosi, procedura abbreviata Fda per anti Jak2 pacritinib
Pfizer, dopo AstraZeneca pensa a GlaxoSmithKline?

Interviste
Diabete, sicurezza cardiovascolare dei DPP-4 inibitors
Italian Barometer Diabetes Forum, bilancio della settima edizione
Diabete, camminare allunga la vita e la rende più sana
Piano Nazionale Diabete, a che punto siamo?
Geomedicina, nuovo approccio per lo studio del diabete
Italian Barometer Diabetes Observatory, obiettivi e messaggi chiave del settimo forum
Diabete, qual è la situazione in Europa?


Ultima Newsletter
Tumori: in quarant'anni raddoppiate le guarigioni
Italia
Ema
Cardio
Dolore
Gastro
Neurologia
OncoEmatologia
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News



Eradicazione H. pylori, terapia sequenziale meglio di quella standard


27 maggio 2013

Il trattamento per 10 giorni con una terapia sequenziale sarebbe più efficace della terapia tripla standard per l’eradicazione di H. pylori, analogamente a studi analoghi condotti in altri paesi.
Questi i risultati di uno studio condotto in Marocco e recentemente pubblicato online ahead-of-print sulla rivista European Journal of Clinical Pharmacology.

“H. pylori è tra i patogeni umani la specie batterica più rappresentativa: secondo alcune stime, il 50% della popolazione globale sarebbe colpito da infezione di questa specie batterica, che gioca un ruolo chiave nella patogenesi della malattia da ulcera peptica, gastrite cronica, linfoma del tessuto linfoide associato a mucosa gastrica e adenocarcinoma gastrico – si legge nell’introduzione al lavoro. – H. pylori rappresenta una delle cause principali di malattia e di morte nel mondo e richiede, pertanto, un approccio terapeutico appropriato.”

Fino ad ora la terapia di elezione standard consisteva in un trattamento a base di PPIs, claritromicina e amoxicillina o metronidazolo. Negli ultimi anni, tuttavia, si è assistito ad un progressivo declino dei tassi di successo della terapia tripla sopra menzionata, con tassi di eradicazione di H. pylori che sono stati stimati essere inferiori all’80%, in ragione, soprattutto, dell’emergere di resistenze agli antibiotici (claritronicina in particolare).

Per ovviare a questo inconveniente, sono state testate combinazioni diverse di antibiotici. Una di queste è stata una terapia sequenziale della durata di dieci giorni che include in periodo di trattamento di 5 giorni  con PPI + amoxicillina, seguito da una fase di trattamento di pari durata a base di PPI + claritromicina + tinidazolo (o metronidazolo), che ha mostrato risultati promettenti in alcuni paesi, prevalentemente dell’area europea.
Pertanto, durante la quarta conferenza di Maastricht, ne è stata proposta l’adozione come opzione terapeutica di prima linea nelle aree con forte emersione di resistenze alla claritromicina.

Sulla base di questi presupposti, gli autori del nuovo studio hanno voluto mettere a confronto l’efficacia e la tollerabilità della terapia sequenziale (da adottare come trattamento di prima linea in presenza di infezione da H. pylori) in luogo della terapia tripla standard nella popolazione marocchina.

A tal scopo, 281 pazienti con prima infezione da H. pylori documentata istologicamente, sono stati randomizzati al trattamento con terapia tripla standard [omeprazolo (20 mg bid) + amoxicillina (1 g bid) + claritromicina (500 mg bid) per 7 giorni] o terapia sequenziale [omeprazolo (20 mg bid) + amoxicillina (1 g bid) per 5 giorni, seguiti da omeprazolo (20 mg bid) + tinidazolo (500 mg bid) + claritromicina (500 mg bid) per ancora 5 giorni]. Lo studio ha valutato il tasso di eradicazione di H. pylori 4-6 settimane dopo il trattamento, nonché la compliance e l’incidenza di eventi avversi (AEs). Inoltre, i due gruppi non differivano in modo significativo in relazione al sesso, all’età, alla storia pregressa di malattia, alle caratteristiche endoscopiche ed istologiche e allo status di fumatori.

I risultati hanno mostrato un tasso di eradicazione pari al 65,9% all’analisi ITT e al 71% per quella PP nel gruppo sottoposto a terapia tripla. Nel gruppo sottoposto a terapia sequenziale, invece, il tasso di eradicazione è sensibilmente migliorato (82,8% all’analisi ITT e 89,9%  all’analisi PP) (p<0,001).

Lo studio, invece, non ha documentato l’esistenza di differenze statisticamente significative tra la terapia tripla standard e quella sequenziale relativamente alla compliance (97,5% vs 96,3%) e all’incidenza di AEs (27,5% vs 27,9%).

Alla luce di questi risultati e del basso tasso di eradicazione registrato con la terapia tripla standard, gli autori, in conclusione, suggeriscono l’adozione della terapia sequenziale per l’eradicazione dell’infezione da H. pylori, fermo restando la necessità di continuare a studiare nuove combinazioni antibiotiche più efficaci per contenere le infezioni contratte nel paese nordafricano.

Seddik H et al. Sequential therapy versus standard triple-drug therapy for Helicobacter pylori eradication: a prospective randomized study. Eur J Clin Pharmacol DOI 10.1007/s00228-013-1524-6.
Leggi



© Riproduzione riservata

Invia ad un amico Stampa l'articolo Diminuisci il carattere Aumenta il carattere



















PharmaStar
Registrazione al Tribunale di Milano
n° 516 del 6 settembre 2007
Direttore Responsabile: Danilo Magliano
Copyright ©MedicalStar™
via San Gregorio, 12 20124 Milano
info@medicalstar.it
P.Iva: 09529020019
Canali Tematici
Home
Italia
Ema
Fda
Cardio
Dolore
Gastro
Neurologia
OncoEmatologia
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News
Quaderni

Info
Archivio Newsletter
Video interviste
Condividi
Facebook
Twitter
RSS
Invia ad un amico

Condizioni di utilizzo | Privacy | Help
Senza autorizzazione, è vietata la riproduzione anche parziale.
Data ultimo aggiornamento: 08 agosto 2014

Seguici su Facebook!