Info     Archivio Newsletter     Video interviste  
 
Homepage
2014
Cerca nel sito
Effettua la ricerca
Altri articoli della sezione
Altri Studi
Depressione, la diagnosi arriva due anni dopo i primi sintomi
Daptomicina, efficace e ben tollerata nelle infezioni del sangue da MRSA
Papillomavirus, nuovo vaccino 9-valente all'orizzonte
Ipotiroidismo: nuove linee guida ATA, levotiroxina resta il gold standard
Psoriasi, riduzione significativa della gravità della malattia con apremilast

Ultime 5 notizie
pubblicate sul sito
Collegio Italiano dei Chirurghi, all'Expo 2015 per comunicare al grande pubblico
Depressione, la diagnosi arriva due anni dopo i primi sintomi
Federico Mambretti a capo della della Business Unit di Sandoz sui biosimilari
Si chiude il XXXV Congresso SIFO, 3000 farmacisti uniti per “curare” la Sanità Italiana
14 nuovi farmaci in commercio

Interviste
Encefalopatia epatica, terapia antibiotica riduce ricadute e ricoveri
Encefalopatia epatica: cos'è, cause, conseguenze, prevenzione
Encefalopatia epatica, il punto di vista dei pazienti
Hiv, le nuove frontiere della terapia Single Tablet Regimen
Pazienti con Hiv, conquiste realizzate e obiettivi ancora da raggiungere
Hiv, cosa ne pensano gli italiani: miti e realtà
Infezione da Hiv, qual è la situazione italiana?


Ultima Newsletter
Cagliari, si chiude una grande edizione della SIN
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News



Fibrillazione atriale, ablazione meglio dei farmaci


01 febbraio 2010

Nella lotta all'aritmia cardiaca l'ablazione batte i farmaci. E' il risultato di uno studio internazionale pubblicato dalla rivista Jama su 167 pazienti. La fibrillazione atriale (FA) è il disordine cardiaco piu' comune, del quale si stima siano affette piu' di 20 milioni di persone in tutto il mondo.
Fra gli ultrasessantacinquenni, la FA è anche una delle cause più comune di ictus.

Nel corso della procedura di ablazione trans-catetere viene inserito un catetere nel cuore che distribuisce energia in quelle aree del muscolo cardiaco responsabili dell'alterazione del ritmo.  Questa energia 'interrompe' il percorso del ritmo anormale.

Dopo un anno, il 66% dei pazienti curato mediante ablazione trans-catetere non ha presentato alcuna FA sintomatica documentata, rispetto al 16% dei pazienti trattati con terapia medica. Inoltre i punteggi sulla qualità della vita sono aumentati notevolmente nei pazienti curati con ablazione a tre mesi, e questo miglioramento e' stato riscontrato nuovamente dopo un anno. Secondo Carlo Pappone, attualmente Direttore del Dipartimento di Aritmologia di Villa Maria Cecilia Hospital di Cotignola (Ravenna), uno dei principali autori dello studio e coordinatore dell'unico centro italiano che ha partecipato al trial internazionale «Questo studio randomizzato prospettico multicentrico conferma, in modo definitivo, cio' che gli elettrofisiologi sostengono e dimostrano da anni: la fibrillazione atriale puo' essere curata utilizzando la tecnica dell'ablazione transcatetere mediante radiofrequenza»

Studio pubblicato su JAMA
http://jama.ama-assn.org/cgi/content/full/303/4/333?home

© Riproduzione riservata

Invia ad un amico Stampa l'articolo Diminuisci il carattere Aumenta il carattere





















PharmaStar
Registrazione al Tribunale di Milano
n° 516 del 6 settembre 2007
Direttore Responsabile: Danilo Magliano
Copyright ©MedicalStar™
via San Gregorio, 12 20124 Milano
info@medicalstar.it
P.Iva: 09529020019
Canali Tematici
Home
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News
Quaderni

Info
Archivio Newsletter
Video interviste
Condividi
Facebook
Twitter
RSS
Invia ad un amico

Condizioni di utilizzo | Privacy | Help
Senza autorizzazione, è vietata la riproduzione anche parziale.
Data ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2014

Seguici su Facebook!