Info     Archivio Newsletter     Video interviste  
 
Homepage
2015
Cerca nel sito
Effettua la ricerca

Altri articoli della sezione
Altri Studi
Trapianto di fegato, sopravvivenza più lunga con tacrolimus once a day
Staminali, ricerca italiana per la terapia dell' insufficienza renale ed epatica
Edema maculare diabetico, nei pazienti gravi aflibercept meglio di ranibizumab e bevacizumab. Studio del NEJM
Nessuna associazione tra ossitocina per indurre il parto e ADHD nei bambini
Terapia ormonale sostitutiva si conferma la cura più efficace contro i sintomi menopausali

Ultime 5 notizie
pubblicate sul sito
LCZ686 efficace nello scompenso cardiaco – nuove analisi contro ipotetici placebo
Verona, si parla di farmacogenetica e salute globale
GSK perfeziona l’accordo con Novartis
Cancro del polmone, approvazione europea per nab paclitaxel in prima linea
Psoriasi grave, parere UE positivo per adalimumab in bambini e adolescenti

Interviste
Come è andato il mercato farmaceutico italiano nel 2014? Ce lo dice IMS
Cancro del pancreas, nuove cure grazie alle nanotecnologie
Cancro del pancreas, perchè è così difficile da curare?
Cosa chiedono i malati di cancro del pancreas
Il benessere come meta terapeutica nell’ottica dell’attività dello psichiatra
Psichiatria, effetti collaterali dei farmaci e benessere fisico
Il progetto Benessere in psichiatria


Ultima Newsletter
Con i biosimilari risparmi anche del 25%. Associazioni di pazienti propongono un Manifesto per l'uso razionale
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business



Fibrillazione atriale, ablazione meglio dei farmaci


01 febbraio 2010

Nella lotta all'aritmia cardiaca l'ablazione batte i farmaci. E' il risultato di uno studio internazionale pubblicato dalla rivista Jama su 167 pazienti. La fibrillazione atriale (FA) è il disordine cardiaco piu' comune, del quale si stima siano affette piu' di 20 milioni di persone in tutto il mondo.
Fra gli ultrasessantacinquenni, la FA è anche una delle cause più comune di ictus.

Nel corso della procedura di ablazione trans-catetere viene inserito un catetere nel cuore che distribuisce energia in quelle aree del muscolo cardiaco responsabili dell'alterazione del ritmo.  Questa energia 'interrompe' il percorso del ritmo anormale.

Dopo un anno, il 66% dei pazienti curato mediante ablazione trans-catetere non ha presentato alcuna FA sintomatica documentata, rispetto al 16% dei pazienti trattati con terapia medica. Inoltre i punteggi sulla qualità della vita sono aumentati notevolmente nei pazienti curati con ablazione a tre mesi, e questo miglioramento e' stato riscontrato nuovamente dopo un anno. Secondo Carlo Pappone, attualmente Direttore del Dipartimento di Aritmologia di Villa Maria Cecilia Hospital di Cotignola (Ravenna), uno dei principali autori dello studio e coordinatore dell'unico centro italiano che ha partecipato al trial internazionale «Questo studio randomizzato prospettico multicentrico conferma, in modo definitivo, cio' che gli elettrofisiologi sostengono e dimostrano da anni: la fibrillazione atriale puo' essere curata utilizzando la tecnica dell'ablazione transcatetere mediante radiofrequenza»

Studio pubblicato su JAMA
http://jama.ama-assn.org/cgi/content/full/303/4/333?home

© Riproduzione riservata

Invia ad un amico Stampa l'articolo Diminuisci il carattere Aumenta il carattere










Energy


MedicalStar




PharmaStar
Registrazione al Tribunale di Milano
n. 516 del 6 settembre 2007
Direttore Responsabile: Danilo Magliano
Copyright ©MedicalStar
via San Gregorio, 12 20124 Milano
info@medicalstar.it
P.Iva: 09529020019
Canali Tematici
Home
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News
Quaderni

Info
Archivio Newsletter
Video interviste
Condividi
Facebook
Twitter
RSS
Invia ad un amico

Condizioni di utilizzo | Privacy | Help
Senza autorizzazione, è vietata la riproduzione anche parziale.
Data ultimo aggiornamento: 02 marzo 2015

Seguici su Facebook!