Info     Archivio Newsletter     Video interviste  
 
Homepage
2015
Cerca nel sito
Effettua la ricerca

Altri articoli della sezione
Business
Malaria, Sigma-Tau nomina Pierre Fabre distributore in 32 Paesi africani per Eurartesim
Scaccabarozzi rieletto alla guida di Farmindustria
Da Baxter nasce Baxalta specializzata in farmaci per malattie rare
Celgene investe $1 mld nella immunoterapia del cancro
Clostridium difficile, azioni alle stelle per società che studia una cura col microbioma intestinale

Ultime 5 notizie
pubblicate sul sito
Bpco, approvazione europea per associazione tiotropio bromuro+olodaterolo
Alcolismo, baclofen ad alte dosi efficace e sicuro nel mantenere l'astinenza
HPV, una o due dosi del vaccino bivalente protettive come tre
Mieloma multiplo, nuovo regime continuativo fattibile ed efficace anche nell’anziano
In Italia i chili di troppo costano €9 mld

Interviste
Tumore della prostata, novità nella terapia delle metastasi ossee
Congresso LICE 2015, topics principali di questa edizione
Trattamento farmacologico dell'epilessia, cosa c'è di nuovo?
Premio Muscas: Epilessia legata alla Glut-1, caratteristiche, gestione ed epidemiologia
Test genetici per l'epilessia, cosa c'è di nuovo?
Ricerca di base e clinica nelle forme rare di epilessia
Overlap tra crisi epilettiche e sincope, cosa fare?


Ultima Newsletter
Mercato farmaceutico: in Italia primo trimestre 2015 chiude a 5,8 mld
Italia
Fda
Diabete
Cardio
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News



Biomedica Foscama in liquidazione, 140 posti a rischio


22 febbraio 2010

Dal 25 gennaio 2010 l'industria chimico-farmaceutica Biomedica Foscama è stata messa in liquidazione. Una brutta notizia per i circa 140 dipendenti, di cui circa 70 impiegati in sede e circa 70 nell'informazione medico scientifica.  L'azienda, che ha sede a Ferentino, in provincia di Frosinone, è nota soprattutto per i farmaci Tad ed Esafosina. Secondo fonti interne all'azienda, lo scorso anno l'azienda ha fatturato circa 15 milioni di euro.

La decisione è stata presa dal gruppo brasiliano "Ems Sigma Pharma", una delle prime tre società farmaceutiche brasiliane che qualche anno fa aveva acquistato Biomedica Foscama.

Da una riunione che si è svolta pochi giorni fa in Confindustria a Frosinone tra sindacati, Rsu aziendale, direzione aziendale e il liquidatore designato, è emerso che circa una cinquantina di chimici continueranno a lavorare per ora a rotazione tra quelli in Cigs. Il resto delle maestranze continuerà a usufruire della cassa integrazione straordinaria fino al prossimo ottobre.

Nel frattempo si spera possano farsi avanti nuovi acquirenti. Al momento ci sarebbero quattro possibilità, tra cui un fondo americano.
Nel settembre 2007 Biomedica Foscama aveva acquisito la società di generici Germed Pliva Pharma S.p.A., la filiale italiana del gruppo Pliva. Quest'ultimo (a parte la filiale italiana) era stato acquisito dal gruppo americano Barr poi confluito in Teva.

EMS Sigma Pharma è un gruppo brasiliano in forte espansione, occupa 4.000 dipendenti, con una capacità produttiva pari a 360 milioni di unità all'anno ed un giro d'affari pari di oltre 700 milioni di dollari.
© Riproduzione riservata

Invia ad un amico Stampa l'articolo Diminuisci il carattere Aumenta il carattere










Energy


MedicalStar




PharmaStar
Registrazione al Tribunale di Milano
n° 516 del 6 settembre 2007
Direttore Responsabile: Danilo Magliano
Copyright ©MedicalStar™
via San Gregorio, 12 20124 Milano
info@medicalstar.it
P.Iva: 09529020019
Canali Tematici
Home
Italia
Ema
Fda
Cardio
Diabete
Dolore
Gastro
Neuro
OncoEmato
Orto-Reuma
Pneumo
Altri Studi
Business
Altre News
Quaderni

Info
Archivio Newsletter
Video interviste
Condividi
Facebook
Twitter
RSS
Invia ad un amico

Condizioni di utilizzo | Privacy | Help
Senza autorizzazione, è vietata la riproduzione anche parziale.
Data ultimo aggiornamento: 04 luglio 2015

Seguici su Facebook!