Epatite C: disponibile in Italia sofosbuvir e velpatasvir, primo regime pangenotipico

Si tratta del primo regime in singola compressa giornaliera efficace contro tutti i genotipi del virus dell'epatite C. La nuova terapia, che combina i principi attivi sofosbuvir e velpatasvir, Ŕ stata ammessa alla rimborsabilitÓ dall'Agenzia Italiana del Farmaco, e la relativa determina Ŕ stata pubblicata il 26 aprile in Gazzetta Ufficiale. In conseguenza, a partire da oggi, 15 maggio, i pazienti italiani potranno usufruire in concreto del nuovo trattamento.

Si tratta del primo regime in singola compressa giornaliera efficace contro tutti i genotipi del virus dell’epatite C.

La nuova terapia, che combina i principi attivi sofosbuvir e velpatasvir, è stata ammessa alla rimborsabilità dall’Agenzia Italiana del Farmaco, e la relativa determina è stata pubblicata il 26 aprile in Gazzetta Ufficiale. In conseguenza, a partire da oggi, 15 maggio, i pazienti italiani potranno usufruire in concreto del nuovo trattamento.

L’associazione di velpatasvir e sofosbuvir rappresenta il primo e unico regime a dosaggio fisso in grado di garantire tassi elevati di risposta virologica dopo un trattamento di sole 12 settimane, e ciò nei pazienti con tutti i genotipi di HCV, quindi a prescindere da una verifica preliminare dello specifico genotipo di infezione contratta dal singolo paziente.