Farmaco intercambiabile

Farmaco, sia esso branded o puro generico, sostituibile dal farmacista, su richiesta del paziente, con un farmaco equivalente di ugual prezzo. L’intercambiabilità/sostituibilità è subordinata alla dimostrazione dell’equivalenza biologica (bioequivalenza) del medicinale generico con il corrispondente originatore.

Attualmente, i concetti di intercambiabilità e sostituibilità, ai quali devono affidarsi  rispettivamente medici prescrittori e farmacisti, non possono che fare riferimento alle  cosiddette liste di trasparenza, redatte e aggiornate mensilmente dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA). L’appartenenza di due o più medicinali ad uno stesso gruppo/elenco all’interno di tali liste ne attesta l’equivalenza e, quindi, sancisce la intercambiabilità/sostituibilità.