Incidenza

Numero di nuovi casi di una data malattia diagnosticati in un certo intervallo di tempo in una popolazione. Assieme alla prevalenza, è una misura di frequenza di una malattia. In particolare, misura la comparsa o la velocità di diffusione di una malattia. È più difficile da determinare rispetto alla prevalenza in quanto necessita di due indagini successive. Il tasso di incidenza si calcola con la formula:

Mille è un valore arbitrario. Potrebbe essere anche 10.000, 100.000 ecc., ma va sempre specificato. Il denominatore comprende anche i futuri casi. L’incidenza interessa l’epidemiologo in quanto è  una misura del rischio (probabilità) di ammalarsi. Nello studio delle cause di malattia e della loro azione a livello di popolazione, una variazione dell’incidenza indica una modifica nell’equilibrio dei determinanti di malattia o una modifica nello stato di ricettività di una popolazione. La valutazione dell’incidenza, in aggiunta a quella della prevalenza, risulta utile nella valutazione dell’efficacia di un programma di prevenzione.