Randomizzazione

In uno studio clinico indica il processo di assegnazione casuale dei partecipanti a uno dei bracci dello studio. La randomizzazione permette di costruire gruppi con le stesse caratteristiche. Ciò assicura che qualsiasi cambiamento insorto a seguito della somministrazione di un trattamento sia dovuto agli effetti di quest’ultimo e non a differenze preesistenti tra i membri del gruppo, a errori o al caso.