Aifa, Melazzini nuovo direttore generale al posto di Pani

Sarà il professor Mario Melazzini il nuovo direttore generale dell'Aifa, in sostituzione dell'uscente Luca Pani. Dal 23 dicembre scorso, Melazzini è presidente della stessa Agenzia e quindi adesso si aprirà la partita su chi lo dovrà sostituire.

Sarà il professor Mario Melazzini il nuovo direttore generale dell'Aifa, in sostituzione dell'uscente Luca Pani. Dal 23 dicembre scorso, Melazzini è presidente della stessa Agenzia e quindi adesso si aprirà la partita su chi lo dovrà sostituire.

A Melazzini il compito di guidare l'Agenzia in una fase delicatissima, contrassegnata anche dall'irrompere della nuova governance del farmaceutico, quanto meno di quella che farà parte della manovra 2017.
È questa, secondo l’AGI, la decisione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a cui spetta la nomina, che per essere esecutiva dovrà passare per la valutazione, solo consultiva, delle Regioni.

Melazzini, che è l’attuale presidente dell’Aifa, è un medico specialista in Ematologia generale. È stato Direttore dell’Istituto di Milano della Fondazione Salvatore Maugeri, Professore a contratto dell’università degli studi di Pavia, direttore della Continuità assistenziale ospedale-territorio dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano e Direttore Programmazione Sanitaria e Sviluppo Piani di Regione Lombardia.

il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, esprime "apprezzamento per la nomina di Mario Melazzini a Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). Una scelta di assoluto prestigio, nel segno della continuità gestionale, e tempestiva in quanto è fondamentale l’assoluta efficienza dell’Agenzia.  L’AIFA - riconosciuta a livello internazionale come uno dei fiori all’occhiello del Sistema Italia - riveste infatti un ruolo strategico a livello regolatorio. E un suo pieno funzionamento è indispensabile per garantire un rapido accesso alle cure e attrarre investimenti nel Paese.  Il Professor Melazzini inoltre, in qualità di Presidente AIFA, ha saputo coniugare perfettamente rigore scientifico, professionalità e trasparenza. Sono certo che la direzione di Mario Melazzini sarà per l’Agenzia modello di efficienza e punto di riferimento in Europa.”

Sulla nomina di Melazzini a direttore generale arrivano però anche i primi dubbi. A sollevarli i deputati del Movimento Cinque Stelle in Commissione Affari Sociali: “In attesa di verificare se Milano e la Lombardia si aggiudicheranno l’assegnazione dell’Ema, Ncd brinda alla nomina di Mario Melazzini, attuale presidente dell’Agenzia italiana del farmaco, a direttore generale dell’Aifa. Da tempo avevamo proposto di selezionare il nuovo Dg dell’Aifa attraverso un concorso a evidenza pubblica. Lorenzin ha invece deciso di procedere diversamente, per affidamento diretto, confermando che della trasparenza questi partiti e questi politici non sanno cosa farsene”. Nelle scorse settimane l’ipotesi di selezionare il nuovo direttore generale attraverso un bando pubblico aveva riscosso un consenso politico trasversale, anche all’interno della Conferenza delle Regioni.

Plauso invece dalla FOFI. “La Federazione degli Ordini dei Farmacisti e tutta la professione ritengono doveroso ringraziare il professor Luca Pani per l’ottimo lavoro svolto in questi anni alla direzione dell’AIFA e per la grande collaborazione che fin da subito si è instaurata” dice il presidente della FOFI, Senatore Andrea Mandelli. “ E allo stesso tempo facciamo al dottor Mario Melazzini i complimenti per la sua nomina a Direttore generale. Da tempo abbiamo avuto modo di apprezzare le  qualità scientifiche e umane del dottor Melazzini, prima come Assessore alla Regione Lombardia, poi come Presidente dell’Agenzia del Farmaco. L’AIFA è una delle eccellenze europee in ambito regolatorio e sono certo che continuerà a svolgere il ruolo guida che le compete. Cosi come continuerà il  proficuo rapporto di collaborazione con la professione che rappresentiamo”.

“Soddisfazione per la nomina del prof. Mario Melazzini a Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). In questi mesi in cui ha ricoperto la carica di Presidente dell’agenzia regolatoria, il prof. Melazzini ha manifestato grande attenzione per i temi legati all’oncologia e per le esigenze dei pazienti colpiti da tumore”. Il prof. Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), plaude alla nomina del successore del prof. Luca Pani. “Le sfide che l’AIFA è chiamata ad affrontare nei prossimi mesi - spiega il prof. Pinto – sono molto difficili per rendere disponibili le nuove terapie e garantire la sostenibilità del sistema, ma sicuramente potremo collaborare in modo proficuo. Inoltre il prof. Melazzini è un oncologo e conosce perfettamente la complessità della malattia. Ci congratuliamo con Melazzini e con il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per aver scelto un professionista di grande livello”.

"Ringraziando il professor Luca Pani per l’ottimo lavoro svolto alla guida dell’Aifa, accogliamo con viva soddisfazione la notizia della nomina di Mario Melazzini a Direttore Generale dell’Agenzia, ruolo che ricoprirà con sicuro successo vista la sua straordinaria esperienza di medico, dirigente e amministratore della sanità regionale e nazionale. A nome del Consiglio Direttivo di Assogenerici e di tutte le industrie del comparto, formulo al professor Melazzini i migliori auguri di proseguire l’egregio lavoro svolto finora come presidente, e rinnovo la nostra piena disponibilità a collaborare in ogni modo con l’Aifa, a beneficio dei pazienti e a tutela dell’universalismo del nostro Servizo sanitario”. Così il presidente di Assogenerici, Enrique Häusermann, sulla nuova nomina del professor Melazzini.