Al via seconda edizione della campagna "Voltati. Guarda. Ascolta." per dar voce alle donne con tumore al seno metastatico

Migliaia di donne con tumore al seno metastatico hanno nuovamente l'opportunitą di far ascoltare la loro voce: parte oggi la seconda edizione di "Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico" la campagna nazionale di sensibilizzazione che nel corso del 2017 ha raccolto e fatto conoscere attraverso il web, la radio, i canali social ed eventi di piazza le storie delle donne che ogni giorno combattono con grande coraggio contro questa malattia, portando in primo piano i loro sentimenti, le loro emozioni e le loro speranze.

Migliaia di donne con tumore al seno metastatico hanno nuovamente l’opportunità di far ascoltare la loro voce: parte oggi la seconda edizione di “Voltati. Guarda. Ascolta. Le donne con tumore al seno metastatico” la campagna nazionale di sensibilizzazione che nel corso del 2017 ha raccolto e fatto conoscere attraverso il web, la radio, i canali social ed eventi di piazza le storie delle donne che ogni giorno combattono con grande coraggio contro questa malattia, portando in primo piano i loro sentimenti, le loro emozioni e le loro speranze.

La campagna è promossa da Pfizer in collaborazione con Europa Donna Italia e Susan G. Komen Italia, con l’obiettivo di rompere il silenzio che circonda il tumore al seno metastatico e ribadire l’importanza di garantire a tutte le pazienti il diritto alla migliore qualità di vita possibile, l’accesso alle migliori terapie innovative oggi disponibili, la continuità o il reinserimento lavorativo.

«Il successo registrato dalla campagna “Voltati. Guarda. Ascolta.” e la grande partecipazione delle pazienti dimostrano che si tratta di uno strumento efficace che aiuta le donne a uscire dall'isolamento e offre loro l'opportunità di esprimersi, di essere ascoltate, di raccontare la loro esperienza di vita – afferma Rosanna D’Antona, Presidente Europa Donna Italia – possiamo dire con soddisfazione che sta finalmente cominciando a crearsi quella solidarietà e consenso sociale che rappresentano una leva importante per la nostra richiesta dell’istituzione di una Giornata Nazionale dedicata alle donne con tumore al seno metastatico».

Fino al 31 marzo tutte le pazienti potranno inviare le loro storie al sito www.voltatiguardaascolta.it: oltre alla diffusione di tutte le storie attraverso lo stesso sito, come nella prima edizione tre racconti delle pazienti saranno selezionati da una giuria per essere diffusi attraverso libretti formato millelire e audioracconti letti da attrici professioniste. Inoltre, una delle storie sarà selezionata per la trasposizione in un cortometraggio, che sarà veicolato attraverso i canali social e Festival cinematografici.

Nella prima edizione della campagna, le storie delle donne protagoniste degli eventi di piazza organizzati intorno all’installazione La Folla Immobile che ha coinvolto tre città – Napoli, Torino e Bologna – alle quali si aggiungono quest’anno Verona, Bari e Catania. A maggio, Voltati. Guarda. Ascolta parteciperà con un proprio stand al villaggio della Race for The Cure 2018 nell’edizione di Roma (17-20 maggio) e di Bari (25-27 maggio).

«Per noi della Komen Italia aderire con il Patrocinio e partecipare a questo importante progetto, rivolto alle donne che si trovano ad affrontare una malattia metastatica, è una scelta naturale, in linea con la nostra mission. Da anni infatti cerchiamo di garantire alle donne che si trovano a vivere questa non facile condizione, ascolto attento dei loro bisogni e necessità e anche servizi gratuiti personalizzati che aiutino a mantenere la migliore qualità di vita possibile – afferma Riccardo Masetti, Presidente Susan G. Komen Italia e Direttore Centro Integrato di Senologia, Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma – Nelle Race for the Cure di Roma e Bari in programma a maggio, la campagna “Voltati. Guarda. Ascolta.” troverà momenti di promozione e condivisione e sono certo che dall’unione delle voci e delle forze di diverse associazioni intorno a questo meritorio progetto nasceranno risultati concreti in favore di queste donne».

In Italia si presume siano circa 30.000 le donne con tumore al seno in forma avanzata o metastatica, caratterizzata dalla diffusione del tumore dal seno ad altre zone del corpo, come ossa, fegato, polmone o cervello. Circa il 5-10% dei 50.000 nuovi casi annui di tumore al seno si presenta metastatico alla diagnosi; ma circa il 30% delle donne con diagnosi iniziale di tumore al seno in stadio precoce potrà sviluppare un tumore al seno metastatico nella sua vita. Le terapie mirate di ultima generazione sono oggi in grado di bloccare o rallentare la progressione della malattia garantendo al contempo una buona qualità di vita.