Diabete, Sanofi celebra la produzione della miliardesima penna da insulina

Varie
In occasione della Giornata Mondiale dedicata alla malattia, Sanofi celebra la miliardesima penna per la somministrazione di insulina, prodotta nello stabilimento di Francoforte e destinata alle persone di tutto il mondo.

L’azienda ricorda anche che la lotta al diabete avviene ogni giorno. E lo fa ricordando una biciclettata simbolica dei propri collaboratori, avvenuta il 29 ottobre scorso, a Palermo, giorno in cui si è dato il via ad una serie di eventi ed iniziative per sensibilizzare tutti sull’importanza dell’alleanza nella lotta al diabete.

“Il diabete oggi è tra le sfide più importanti sul fronte della salute a livello globale. La crescita di questa patologia è esponenziale e qualunque sistema sanitario che si interroghi sulla sua sostenibilità non può non tenerne conto.” dichiara

Arturo Zanni, Amministratore Delegato di Sanofi Italia. “Sanofi, in Italia, ha avviato da tempo un dialogo costruttivo con i principali attori istituzionali che hanno fatto del nostro Paese un esempio di realtà che si prende cura delle persone che convivono con patologie croniche, come il diabete, ed è orgogliosa di poter partecipare ad una giornata così importante come la Giornata Mondiale del Diabete proprio con iniziative di sensibilizzazione nei confronti del grande pubblico, a partire dalle proprie persone. Oggi, i 2.700 collaboratori di Sanofi Italia riceveranno materiale informativo sulla patologia e, nella sede di Milano, chi vorrà potrà misurare la glicemia. Siamo anche presenti con una campagna informativa sui media, che trae origine da una pedalata simbolica dei nostri dipendenti per le vie di Palermo, per ribadire il nostro impegno al fianco delle Istituzioni e delle persone con diabete ogni giorno dell’anno.”

Il diabete interessa oggi 371 milioni di persone nel mondo, il 50 percento delle quali non ha ancora una diagnosi, ed è destinata ad aumentare ancora in futuro, come mostrano i dati 2012 dell’International Diabetes Federation. In Italia, la stessa fonte stima che vi siano 3,9 milioni di persone tra i 20 e i 79 anni che convivono con la patologia, con una prevalenza del 8,54 percento sulla popolazione presa in esame (oltre 45 milioni di soggetti).

Secondo le stime dell’International Diabetes Federation, solo il 58 per cento delle persone con diabete raggiunge il valore-obiettivo di emoglobina glicata, parametro fondamentale per il controllo della malattia e soprattutto del rischio di complicanze.

Le moderne tecnologie e la telemedicina possono avere un ruolo fondamentale in questo percorso, consentendo un ancor più efficace controllo della malattia oltre che un valido supporto per la qualità di vita dei pazienti e i loro familiari.
SEZIONE DOWNLOAD