Varie

Farmacia, vendite su nei primi nove mesi del 2015 (+ 2,1%) bene i prodotti di libera vendita

Nei primi nove mesi dell'anno, il valore dei prodotti venduti nelle farmacie territoriali Ŕ cresciuto del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2014 e ha toccato i 19 miliardi di euro per il totale dei farmaci etici, i farmaci di autocura e il segmento commerciale.

Nei primi nove mesi dell’anno, il valore dei prodotti venduti nelle farmacie territoriali è cresciuto del 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2014 e ha toccato i 19 miliardi di euro per il totale dei farmaci etici, i farmaci di autocura e il segmento commerciale.

Il segmento di libera vendita comprensivo di farmaci senza obbligo di ricetta e segmento commerciale (cosmesi, integratori, parafarmaceutico) arriva a 7,6 miliardi (contro i 7,3 miliardi del 2014). Queste le evidenze emerse dai dati raccolti da IMS Health Italia, società leader a livello mondiale nell’offerta di servizi informativi e di soluzioni tecnologie dedicate al mondo healthcare.

A fronte di un andamento praticamente invariato a valori dei farmaci con obbligo di ricetta (0,4%), il mercato commerciale (integratori, cosmesi, parafarmaci) continua a sostenere il canale farmacia con un trend del 4,8% a valori; trend positivo che si conferma anche per i farmaci di autocura che registrano una crescita del 4,3%.

Sono ancora protagonisti i prodotti Nutraceutici (+8,4%) soprattutto grazie all’evoluzione dei probiotici, vitamine ed integratori, preparati per le malattie da raffreddamento ed oftalmici.

La dermocosmesi ha risultati positivi in quasi tutti i settori: i prodotti di bellezza segnano un +4,2% con trend particolarmente buono per il segmento unisex (di cui fanno parte i solari). Anche il mercato della igiene in farmacia tiene molto bene con un 2,2% rispetto ai primi nove mesi del 2014.

La farmacia è i canale retail con i risultati migliori; parafarmacie e corner della grande distribuzione si fermano sotto il 2% di trend.

SEZIONE DOWNLOAD