Varie

Genova, convegno sulla nuova governance farmaceutica. A settembre parte il corso di formazione

Interessante appuntamento per tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati alla gestione del sistema farmaco. Il prossimo 23 marzo presso l'Aula Magna dell'Universitą degli Studi di Genova si terrą il convegno dal titolo "La nuova governance farmaceutica: sostenibilitą, regole e prospettive".

Interessante appuntamento per tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati alla gestione del sistema farmaco. Il prossimo 23 marzo  presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi di Genova si terrà il convegno dal titolo  "La nuova governance farmaceutica: sostenibilità, regole e prospettive".

Invecchiamento della popolazione, costo dell’innovazione, aumento delle cronicità sono tutti fattori che mettono a rischio la sostenibilità del sistema sanitario. Ma come le regioni si stanno attrezzando a queste sfide socio-sanitarie? Seppur in un contesto di forte rigore economico-finanziario come quello attuale, al centro di tutto deve essere posto il malato con il suo legittimo diritto all’accesso ai servizi e alle nuove terapie (sempre più costose). Si è quindi chiamati a trovare soluzioni efficienti per garantire la sostenibilità del sistema sanitario, e garantire al contempo la qualità e l’universalità dei servizi.

Sono questi temi che il convegno vuole offrire un contributo, definendo da un lato quali risorse sarebbero necessarie per il controllo e il governo della spesa, all’altro di proporre soluzioni e modelli capaci per conciliare gli obiettivi di universalismo, equità e sostenibilità economica.

In questo senso, grazie alla discussione di esperienze tra gli esperti che dal mondo sanitario e dagli stakeholder che con questo interagiscono quotidianamente, si punta ad offrire una serie di indicazioni per “disegnare” un possibile futuro di sostenibilità.

Nei prossimi anni, visto il progressivo mutamento demografico della popolazione, si creeranno variazioni nei bisogni e nella domanda di prestazioni sanitarie. In particolare, in presenza di popolazione anziana, si assiste ad un aumento dell’incidenza delle cronicità con conseguente impatto nei bisogni assistenziali. Il decisore pubblico è chiamato a rispondere alle nuove esigenze con soluzioni efficaci, ma soprattutto efficienti, cioè che siano compatibili con i vincoli di bilancio.

Queste risposte non possono essere immediate e richiedono un’approfondita conoscenza e tempi idonei per la loro implementazione. Il convengo punta quindi ad affrontare approfonditamente le tematiche della sostenibilità economica e dell’innovazione, in una logica di interesse collettivo, al fine di individuare insieme soluzioni eque ed economicamente sostenibili.

Corso di formazione su economia del farmaco e della salute
L’ appuntamento di venerdì prossimo fa parte di un impegno del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Genova nei confronti della formazione e dell’economia del farmaco e della salute che si concretizza soprattutto con il “Corso di perfezionamento in Economia del Farmaco, della Salute e delle Tecnologie Sanitarie” che si terrà da settembre a dicembre per  un totale di 75 ore accademiche di didattica frontale.

“Il corso rappresenta un modello innovativo in termini di didattica e di obiettivi – spiega il prof. Marcello Montefiori dell’Università di Genova, organizzatore del corso. Vuole mettere a disposizione di tutti quei soggetti chiamati a prendere decisioni in ambito sanitario, le basi concettuali, metodologiche e culturali tipiche dell’approccio economico, con l’obiettivo di offrire nuove competenze che possano trovare immediata e proficua applicazione nelle scelte e decisioni dei policy maker. L’iniziativa, realizzata  in stretta collaborazione con le più importanti Istituzioni pubbliche e private del Paese fin dalla sua prima edizione, ha riscosso un notevole interesse, con domande di partecipazione provenienti da moltissime regioni d’Italia”.

Giunto alla sua 4a edizione, il Corso ha rappresentato una novità nell’offerta formativa della regione Liguria, non solo per le tematiche trattate, ma anche per il nuovo modello di collaborazione pubblico-privato che è stato proposto.

Tra i temi trattati nel corso quelli legati all’economia sanitaria, politiche (nazionali e regionali) del farmaco,  accesso al farmaco, nuovi farmaci e costo dell’innovazione, farmaci biosimilari e farmaci biologici, farmaci brand e farmaci generici. Ma anche valutazione economica, HTA, budget impact analysis, metodi quantitativi a supporto delle decisioni in ambito sanitario, real world data.

Durante il corso ciascun allievo, preferibilmente in gruppo, predispone un project work che sarà poi oggetto di valutazione da parte di un’apposita commissione esaminatrice.
Il project work costituisce l’opportunità di sviluppare un progetto innovativo, e con approccio multidisciplinare, che possa avere una ricaduta immediata e concreta sulla propria attività lavorativa e sull’attività della propria amministrazione.

La partecipazione al Corso è gratuita grazie al contributo incondizionato offerto da aziende farmaceutiche che hanno creduto e investito nel progetto. Permette il riconoscimento di 75 crediti ECM e CFU universitari.

Il corso è sviluppato in stretta collaborazione con le più importanti Istituzioni pubbliche e private del Paese. Il Corso, sin dalla sua prima edizione, ha riscosso un notevole interesse, con domande di partecipazione provenienti da molte regioni d’Italia (da ben 7 regioni nell’ultima edizione).

Sono stati discenti del Corso, nelle varie edizioni, direttori di strutture semplici o complesse di ospedali e aziende sanitarie, direttori di distretti sanitari, dirigenti medici e amministrativi, presidenti di ordini professionali o di categoria, direttori di strutture e aziende sanitarie private, oltre ovviamente a studenti delle scuole di specializzazione di area sanitaria e dottorandi in discipline economiche.

Il Corso offre lezioni di alto contenuto scientifico, con una faculty di docenti altamente qualificati, espressione delle più alte competenze, accademiche e non, in materia di economia sanitaria.


SEZIONE DOWNLOAD