Il ruolo e le sfide del farmacista ospedaliero e del Ssn nell'ambito delle malattie rare. Il progetto PRONTI

Fornire ai farmacisti ospedalieri e del Ssn alcuni strumenti utili per orientarsi nel mondo delle malattie rare e supportarli nel definire meglio il proprio ruolo in relazione a queste patologie attraverso eventi formativi a loro dedicati. E' questo l'obiettivo del progetto PRONTI (PROgetto di partNership con i FarmacisTI) sostenuto da CSL Behring, azienda biotecnologica impegnata da sempre nella ricerca e nella produzione di farmaci per le malattie rare.

Fornire ai farmacisti ospedalieri e del Ssn alcuni strumenti utili per orientarsi nel mondo delle malattie rare e supportarli nel definire meglio il proprio ruolo in relazione a queste patologie attraverso eventi formativi a loro dedicati. E’ questo l’obiettivo del progetto PRONTI (PROgetto di partNership con i FarmacisTI) sostenuto da CSL Behring, azienda biotecnologica impegnata da sempre nella ricerca e nella produzione di farmaci per le malattie rare.

Il progetto è nato per rispondere alla richiesta specifica di accrescere il livello di consapevolezza nell’ambito delle malattie rare espressa dai farmacisti durante una survey somministrata lo scorso anno a professionisti distribuiti su tutto il territorio nazionale in occasione del congresso SIFO 2017 e che è stata riproposta pochi giorni fa all’ultimo convegno SIFO che si è tenuto a Napoli.

Anche quest’anno il progetto è stato accolto con grande entusiasmo dai partecipanti al convegno. Sono stati compilati circa 300 questionari e le tematiche proposte per gli approfondimenti sul tema delle malattie rare sono state molto apprezzate. Il progetto si propone, infatti, di organizzare eventi formativi per i farmacisti ospedalieri e del Ssn sui temi proposti dai professionisti attraverso le survey a loro somministrate.

Questionario informativo somministrato ai farmacisti durante il congresso SIFO 2018


Alle tre tematiche che hanno suscitato maggior interesse lo scorso anno (accesso regionale dei farmaci, PDTA e gestione degli acquisti secondo il nuovo codice degli appalti), all’ultimo congresso SIFO se ne sono aggiunte altre molto interessanti, quali l’importanza della creazione di team multidisciplinari per ottenere risultati migliorativi rispetto all’appropriatezza prescrittiva e all’uso delle risorse sanitarie, l’importanza del rapporto tra farmacista e paziente per migliorare l’aderenza terapeutica e la farmacoeconomia come strumento per generare efficienza economica per l’intero sistema.

Risultati del questionario informativo


Il punteggio medio delle risposte era sovrapponibile tra le aree di provenienza dei farmacisti (nord, centro e sud), tranne per alcuni temi, quali un approfondimento sul metodo GRADE e l’importanza del rapporto con le associazioni di pazienti.
Durante il congresso SIFO di quest’anno è stato distribuito ai farmacisti anche un questionario relativo al PDTA nell’emofilia, per avere una fotografia delle esperienze personali dei singoli farmacisti in questo ambito. Da questo questionario è emersa una scarsa conoscenza della tematica e una forte variabilità intra-regionale nelle risposte, probabilmente dovuta a differenze organizzative tra le Asl.

“PRONTI è un progetto moderno, innovativo, interattivo e itinerante, nato per fornire ai farmacisti ospedalieri alcuni strumenti utili per orientarsi nel mondo delle malattie rare e per supportarli nel definire meglio il proprio ruolo in questo ambito. L’iniziativa è finalizzata alla formazione di questi professionisti sui temi che hanno suscitato maggior interesse nelle survey somministrate durante i congressi SIFO, ha spiegato a Napoli il Dott. Marcello Pani, Direttore dell’Area Farmaceutica e Contratti ESTAR, del Servizio Sanitario della Toscana e Membro del Consiglio direttivo della SIFO.

Il primo evento formativo per farmacisti ospedalieri e del Ssn si è tenuto lo scorso settembre a Firenze. La finalità del corso non è stata solo quella di trasmettere dei contenuti, ma anche di avviare una collaborazione e un confronto tra farmacisti, istituzioni e altri stakeholder sui tre temi che avevano suscitato maggior interesse al congresso SIFO 2017, quali accesso regionale dei farmaci, PDTA e gestione degli acquisti secondo il nuovo codice degli appalti. Altri eventi di questo genere sono previsti per il prossimo anno su tutto il territorio nazionale e si focalizzeranno sui temi che hanno suscitato maggior interesse durante il congresso di Napoli.

“L’ambito delle malattie rare è uno di quelli che impattano maggiormente sul Sistema Sanitario nazionale dal punto di vista economico e organizzativo, ha spiegato la Dott.ssa Simona Serao Creazzola, Presidente Nazionale SIFO, in occasione del congresso dei farmacisti ospedalieri di Napoli.  Il progetto PRONTI permette di avere risposte concrete dal punto di vista della formazione, per essere “pronti” ad indirizzare i nostri decisori su alcune importanti tematiche in questo ambito”.

I farmaci per le malattie rare, per fortuna, sono sempre di più. La loro gestione pone il farmacista ospedaliero di fronte a nuove sfide, di carattere normativo, organizzativo e clinico. Il progetto PRONTI intende porsi come un riferimento per la comunità dei farmacisti ospedalieri, promuovendo iniziative durante le quali si possa sviluppare il confronto tra colleghi e dove si riescano a condividere le esperienze e le progettualità. Il prossimo anno, nell’ambito del progetto, verranno organizzati altri eventi formativi in diverse regioni italiane ai quali sono invitati a partecipare tutti i farmacisti interessati al tema delle malattie rare.