La SSFA (ricerca clinica) guarda avanti: un nome nuovo e tante iniziative

La Societā di Scienze Farmacologiche Applicate (SSFA) č formata da operatori del settore R&S dei farmaci del mondo industriale: Pharma, Biotech e CRO. Ha deciso di cambiare nome che verrā proposto nel corso dell'assemblea annuale prevista il 10 aprile 2018 alla quale tutti i Soci sono "caldamente invitati a partecipare" come ci ha detto Marco Romano, presidente di SSFA.

Ha più di 50 anni ma non li dimostra. Anzi, guarda al futuro con rinnovata energia e voglia di cambiamento. Parliamo della SSFA, la Società di Scienze Farmacologiche Applicate, formata da operatori del settore R&S dei farmaci del mondo industriale: Pharma, Biotech e CRO, le società di servizi che oramai svolgono una buona parte della ricerca e sviluppo clinico.

A testimonianza della vitalità di SSFA ci sono  quasi 1000 iscritti, il traguardo è oramai molto vicino, e le tante iniziative messe in cantiere tra cui spiccano una serie di meeting a scopo formativo incentrati sui tanti aspetti tecnici che entrano in gioco nel difficile mestiere del ricercatore clinico. Nel corso del 2017 sono stati organizzati più di 10 corsi/seminari con parecchie centinaia di partecipanti.

Nel 2018 ne sono già in programma tre di ampio respiro, dedicati al mondo degli integratori, un settore in fortissima espansione, alla contraffazione farmaceutica e alla Voluntary Harmonisation Procedure. Quest’ultima è una procedura su base volontaria per la valutazione/autorizzazione coordinata dei clinical trials che si svolgono in diversi Paesi in un’unica soluzione contemporanea per tutti gli Stati coinvolti nella sperimentazione, evitando separate e difformi procedure nazionali.

Adesso, SSFA è alla vigilia di un cambiamento importante. Ha deciso di cambiare nome che verrà proposto nel corso dell’assemblea annuale prevista il 10 aprile 2018 alla quale tutti i Soci sono “caldamente invitati a partecipare” come ci ha detto Marco Romano, presidente di SSFA e con una lunga esperienza nella ricerca clinica alla guida di multinazionali del settore.

Il cambio di nome riflette il cambiamento della natura di questa società. SSFA è nata nel 1964 e inizialmente teneva uniti i farmacologi che si occupavano di ricerca preclinica e clinica all’interno delle industrie farmaceutiche. E’ questo un mondo profondamente cambiato alla luce della esternalizzazione di questi ruoli e dell’evoluzione della ricerca stessa.

Oggi il socio SSFA è colui che opera nella Ricerca Clinica, Farmacovigilanza, Medical Affairs, in ambito Regolatorio e nelle Clinical Operations. In piccole o grandi aziende farmaceutiche o nelle società di servizi. A volte anche nel mondo accademico, con cui SSFA ha sempre avuto un ottimo rapporto di collaborazione.

In attesa di conoscere il nome della nuova società, formuliamo i migliori auguri di buon lavoro a tutti i ricercatori  italiani che oprano nel mondo industriale. Si parla tanto di ricerca e della sua importanza. Bene, i Soci SSFA sono tra coloro che la ricerca farmaceutica la fanno sul serio. Tutti i giorni.