Prevenzione, Corticosteroidi inalatori, Sport, Alimentazione, con un focus sul Progetto ‘Nutripiatto’ e Odontoiatria. È intorno a queste macroaree che si è svolto nei giorni scorsi a Napoli l’incontro intersocietario, organizzato della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale.

Dal 6 al 7 settembre la SIPPS, con otto documenti intersocietari in collaborazione con 21 società scientifiche e 365 autori di diversa estrazione, ha acceso i riflettori su alcuni dei temi che rappresentano, storicamente, le sue aeree di interesse.

Durante questa “due giorni”, pediatri di varia estrazione (di famiglia, ospedalieri e universitari) insieme ad esperti di altre aeree, provenienti da tutta Italia, hanno presentato le Consensus, i Documenti e i Progetti intersocietari che saranno affrontati e discussi a Como, dal 24 al 27 ottobre 2019, nel corso del XXXI Congresso Nazionale SIPPS.

Ad aprire i lavori la sessione dedicata alla ‘Prevenzione primaria dei disturbi del neurosviluppo e dello spettro autistico’. Durante la presentazione, le rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) presenti, hanno mostrato grande interesse verso l’argomento invitando la SIPPS e le altre società coinvolte ad un lavoro di stretta e proficua collaborazione con l’ISS.

Spazio poi alla prima delle nuove Consensus intersocietarie: quella relativa all’uso dei corticosteroidi inalatori in età evolutiva. Consensus nata dalla collaborazione di 8 società scientifiche: SIPPS, SIP, FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri), SIAIP (Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica), SIMA (Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza), SIMEUP (Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica), SIMRI (Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili) e SICuPP (Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche). Gli esperti si sono soffermati su numerose tematiche: dalla metodologia relativa alla stesura del documento alla rinosinusite fino all’ipertrofia adenoidea, al wheezing e all’utilizzo dei cortisteroidi inalatori nell’asma.

La seconda Consensus intersocietaria discussa nel capoluogo partenopeo ha riguardato ‘Il bambino e l’adolescente che praticano sport’. Il documento, fra i vari argomenti, contiene anche dei focus specifici sugli integratori, i pro-biotici, le allergie, le patologie endocrine e il diabete nel bambino che praticato sport. Insieme alla SIPPS, alla stesura del testo hanno preso parte SISMES, FIMP, SITOP, SIPEC, SIMA, SIAIP, SINut, oltre agli Psicologi dello sport. Il documento nasce con l’intento di sensibilizzare i pediatri e, tramite loro, le famiglie sull’importanza dell’attività sportiva, consapevoli dei vantaggi e dei rischi che può comportare, al fine di prevenire e curare eventuali patologie fisiche o psicologiche ad essa correlate. Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, il Professor Silvio Brusaferro, ha mostrato grande interesse per questa Consensus. Per il Presidente Brusaferro queste indicazioni si inseriscono armoniosamente nel tessuto comunicativo dell’Istituto, che intende promuovere e sostenere stili di vita sani, fin dall’infanzia, per tutelare la salute presente e futura dell’intera cittadinanza. Per tali motivi, sia nel panel di esperti della Consensus sia in questa “due giorni” ha inviato una sua diretta collaboratrice.

L’alimentazione complementare è la terza Consensus intersocietaria presentata a Napoli; a questa hanno lavorato la SIPPS, la FIMP, la Società Italiana di Nutrizione Pediatrica (SINUPE) e la Società Italiana Developmental Origins of Health and Disease (SIDOHaD). Un vero e proprio strumento non solo volto alla corretta alimentazione del lattante, secondo le più recenti evidenze scientifiche, ma anche alla prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili e alla riduzione delle ineguaglianze sociali. Per la sua stesura, il documento ha arruolato oltre 70 autori di grande prestigio nazionale e internazionale. Anche per questa Consensus, l’Istituto Superiore di Sanità ha mostrato estremo interesse, che si è tradotto nella presenza di una collaboratrice diretta del Presidente Professor Brusaferro, a presiedere la sessione congressuale sulla Consensus al prossimo Congresso Nazionale della SIPPS a Como (24 al 27 ottobre 2019).

Altro documento presentato durante l’incontro di Napoli è stata la Guida pratica di odontoiatria pediatrica. Una Guida redatta con l’intento di fornire gli strumenti utili a riconoscere e prevenire i principali quadri di patologia orale e che sottolinea l’importanza della promozione della corretta salute orale. Questa Guida ha coinvolto, oltre alla SIPPS anche la FIMP e tutte le principali Società scientifiche dell’odontoiatria italiana: la SIOI (Società Italiana di Odontoiatria Infantile), la SIOCMF (Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale), la SISOPD (Società Italiana di Stomatologia e Protesi Dentaria), la SIOF (Società Italiana di Odontoiatria Forense) e la SIDO (Società Italiana di Ortodonzia).

Altro progetto presentato durante l’incontro è il ‘Progetto Nutripiatto’, strumento di educazione nutrizionale sviluppato in collaborazione con il Campus Biomedico di Roma e rivolto ai bambini dai 4 ai 12 anni, studiato con il fine di promuovere i principi di un’alimentazione sana e bilanciata.

L’incontro si è concluso con l’aggiornamento di due progetti. Il primo ha riguardato il position paper sulle diete vegetariane in età pediatrica ed in gravidanza mentre il secondo ha riguardato il ‘Progetto Tandem’, iniziativa di coinvolgimento consapevole del genitore, in alleanza con il pediatra di famiglia, nella valutazione dello sviluppo neurocognitivo del bambino.

“Sono estremamente soddisfatto di quanto fatto a Napoli – ha dichiarato il dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS – un incontro che ha visto, in un clima sereno e di massima collaborazione, la presenza di oltre 50 partecipanti di varia estrazione professionale, dai quali abbiamo raccolto consensi nella gestione integrata dei bisogni di salute dei nostri piccoli pazienti. E, cosa molto importante, abbiamo gettato le basi per analizzare quello di cui discuteremo ancora più in dettaglio nel nostro Congresso Nazionale di Como”.