PharmaStar vince uno dei Premi giornalistici "Prendiamoci Cura" promossi da Teva Italia

Teva Italia ha confermato il proprio impegno nei confronti dei media come attori essenziali della corretta informazione nel campo della salute con la quarta edizione del Premio Giornalistico "Prendiamoci cura". Tra i vincitori anche PharmaStar premiata per la categoria "testate specializzate per medici e/o farmacisti".

Teva Italia ha confermato il proprio impegno nei confronti dei media come attori essenziali della corretta informazione nel campo della salute con la quarta edizione del Premio Giornalistico “Prendiamoci cura”.

Tra i vincitori anche PharmaStar premiata per la categoria “testate specializzate per medici e/o farmacisti”.

Obiettivo dell’iniziativa è diffondere la cultura dell’aderenza terapeutica, ponendo l’accento sull’importanza per il paziente di seguire in maniera corretta la terapia, concetto ancora poco chiaro agli italiani, ma essenziale per la corretta gestione della cure.

Una giuria d’eccezione che ha visto la partecipazione in qualità di Presidente Scientifico del Professor Silvio Garattini, scienziato e ricercatore in farmacologia, direttore dell'Istituto di ricerche farmacologiche "Mario Negri", e di Francesco Brancati, presidente UNAMSI (Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione) come Presidente di giuria.

Hanno contributo alle votazioni Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva-Tribunale dei diritti del malato, Michele Musso, direttore Health Desk, Annalisa Monfreda, direttore Donna Moderna e Annunziatella Gasparini, giornalista e dirigente ufficio stampa.

«Il premio ricevuto mi fa molto piacere soprattutto perché va a sottolineare l’impegno della nostra testata per la diffusione di una corretta cultura del farmaco – dice Danilo Magliano direttore di PharmaStar. In questo senso, svolge un ruolo fondamentale anche un’informazione adeguata sull'importanza di una corretta aderenza alle cure. In questa bella occasione, ci tengo a ringraziare i miei colleghi per il loro costante lavoro di giornalisti e divulgatori scientifici che li vede impegnati a favorire la diffusione di una buona cultura medica.»

Gli esperti hanno selezionato cinque elaborati che si sono distinti per completezza di informazione, originalità, correttezza scientifica, capacità divulgativa e fruibilità:
Francesco Maggi - Adnkronos come miglior articolo/lancio su agenzie stampa
Maria Giovanna Faiella - Corriere della Sera come miglior articolo su quotidiani/periodici
Danilo Magliano - Pharmastar come miglior articolo testate specializzate per medici e/o farmacisti
Manuela Lucchini - TG1 come miglior servizio per siti internet, web TV, Radio e TV
Elisa Buson - OK Salute e Benessere come miglior articolo o servizio realizzato da un giovane giornalista under 35

Premio Letterario “Prendiamoci cura”
Per dare voce anche ai pazienti, Teva Italia quest’anno ha istituito anche il Premio letterario “Prendiamoci cura” realizzato in collaborazione con Donna Moderna, Starbene e Confidenze, un’iniziativa che ha visto il diretto coinvolgimento delle testate che si sono fatte promotrici dell’importanza di seguire correttamente le cure individuate dal medico.

Questo concorso è nato con l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull'importanza dell'aderire alle terapie perché questo consente di ottenere i vantaggi sia a livello personale, migliorando il proprio stato di salute, sia sociale evitando sprechi e consentendo la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale.

Attraverso questo concorso letterario pazienti, parenti o amici hanno avuto la possibilità di raccontare la loro esperienza diretta o indiretta di aderenza terapeutica e l'importanza delle indicazioni fornite dai professionisti della salute.

Annalisa Monfreda, direttore di Donna Moderna e Starbene, ha scelto tre elaborati che saranno pubblicati su tre riviste Mondadori:
Cristiana Gelfi, selezionata per Starbene
Renata Torretta, selezionata per Donna Moderna
Maria Maggi, selezionata per Confidenze.