Terapia biofotonica, la luce blu ripara la pelle. #WCD2019

Le innovazioni nel campo della medicina sono sempre gradite, specialmente se non invasive per il nostro corpo. Il dottor Paul Steven Nistic˛ lavora tra Catanzaro, Roma e Londra ed ha dedicato la sua ricerca alle terapie di prevenzione e di anti-invecchiamento, con particolare attenzione alla foto e laser terapia.

Le innovazioni nel campo della medicina sono sempre gradite, specialmente se non invasive per il nostro corpo. Il dottor Paul Steven Nisticò lavora tra Catanzaro, Roma e Londra ed ha dedicato la sua ricerca alle terapie di prevenzione e di anti-invecchiamento, con particolare attenzione alla foto e laser terapia.

I trattamenti riguardano nello specifico: la dermatologia clinica e sperimentale, la medicina estetica, riabilitazione e anti-invecchiamento, la medicina sportiva e il benessere.

Il professor Nisticò ha sottolineato i passi in avanti della terapia laser: “Oltre ad essere innovativa, la terapia laser ha mostrato grandi risultati grazie alla ricerca e alle nuove tecnologie. In questo momento si stanno sviluppando nuovi dispositivi nell’ambito di questa terapia da utilizzare per diversi tipi di malattie. I laser dei quali si fa già utilizzo, sono stati migliorati per renderli più sicuri ed efficaci per la cura di altre malattie. I laser dermatologici sono utili a fini estetici come ad esempio la rimozione di lesioni pigmentate benigne o di tatuaggi, la depilazione permanente e l’esfoliazione”.

Il laser e le fonti di luce rappresentano dal punto di vista tecnologico dei nuovi sistemi per raggiungere in modo localizzato le patologie e le imperfezioni della pelle.

Il professor Nisticò ha concluso: “Per quanto riguarda le fonti di luce, le ultime scoperte riguardano la cosiddetta “luce blu” associata a specifici gel fotoconvertitori. Quella conosciuta come terapia biofotonica ha dato risultati eccellenti nella riparazione dei tessuti nei casi di ulcere cutanee, ma anche nelle malattie infiammatorie come l’acne e la rosacea. Inoltre, l’aumentata produzione di collagene dopo appena poche sessioni conferma la validità del trattamento nell’ambito delle ricerche sull’anti-invecchiamento”.