Altri Studi

VIDEO

Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


Infezioni intra-addominali e delle vie urinarie, utilità delle strategie di risparmio di carbapeneme


Citomegalovirus, rischi per i pazienti sottoposti a trapianto.Importanza di puntare sulla profilassi


Infezioni nosocomiali della cute e dei tessuti molli, gli strumenti per contrastarle


Clostridium difficile, chi colpisce e come gestire i pazienti


ARTICOLI

SSRI aumentano cadute negli anziani con demenza

Gli anziani con demenza che vivono nelle case di risposo e fanno uso di dosi standard di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) sono tre volte più a rischio di incorrere in una caduta dannosa rispetto ai coetanei non in cura c[...]

Litio, metanalisi rassicura sulla sicurezza renale

L'assunzione di litio, ampiamente usato per il trattamento dei disturbi dell'umore e in particolare del disturbo bipolare, si associa a un aumento del rischio di riduzione della capacità di concentrazione urinaria, di ipotiroidismo, di iperparatiroid[...]

Al via la fase III dei biosimilari di filgrastim e pegfilgrastim

Sandoz, la divisione di Novartis interamente dedicata allo sviluppo di farmaci generici e biosimilari, in un comunicato ha reso noto di aver iniziato la fase III per i biosimilari di filgrastim e pegfilgrastim. Con questi due prodotti, i biosimilari[...]

Epatite C, daclatasvir-asunaprevir efficaci in fase II anche senza interferone

In un piccolo studio randomizzato in aperto di fase IIa, un trattamento con due nuovi anti-epatite C sperimentali, daclatasvir e asunaprevir, da soli o in combinazione con la terapia standard, ha permesso di centrare l'endpooint primario, cioè la ris[...]

Terapia genica può far regredire il diabete

I ricercatori dell'Università dell'Illinois hanno sviluppato una procedura che sembra in grado di ridurre la necessità di assunzione di insulina in pazienti con diabete di tipo 1. Si tratta di un sistema che utilizza cellule staminali prelevate dal s[...]

Antiasma, possibile rischio teratogeno

Uno studio indipendente americano di tipo osservazionale, appena pubblicato su Pediatrics, ha evidenziato un possibile rischio teratogeno associato all’utilizzo dei farmaci antiasma nel periodo periconcenzionale.

Diabete tipo 1, nanoterapie per aumentare l'efficacia dei farmaci

Ricercatori americani hanno sviluppato dei dispositivi nanoterapeutici iniettabili definiti “smart” che possono essere programmati a rilasciare i farmaci in corrispondenza delle cellule del pancreas. La nuova tecnologia è frutto della collaborazione [...]

Alzheimer, alt allo sviluppo di latrepirdine

Pfizer e Medivation hanno deciso di staccare la spina allo sviluppo di latrepirdine, un farmaco in studio per la terapia dell'Alzheimer. La decisione è stata presa alla luce dei dati non positivi dello studio di fase III denominato CONCERT i cui dati[...]

Aids: un fattore genetico fa resistere al virus

Ci sono particolari varianti genetiche che conferiscono a un soggetto una maggiore resistenza a contrarre il virus Hiv. Le hanno individuate alcuni ricercatori milanesi, che hanno pubblicato sul Journal of Immunology i risultati di questa importante [...]

Pillola con microchip commestibile 'legge' dati salute paziente

Un microchip 'commestibile' che il paziente può ingerire in pillole permettera' ai pazienti di seguire i consigli del medico e monitorare la propria salute: sembra il futuro prossimo venturo, e invece sta per diventare realtà nelle farmacie del Regno[...]

GLP-1 agonisti fanno dimagrire anche i non diabetici

Gli ipoglicemizzanti appartenenti alla classe dei GLP-1 agonisti possono aiutare a perdere peso i pazienti diabetici, ma anche chi non ha il diabete ed è obeso o in sovrappeso. A evidenziarlo è una metanalisi appena pubblicata sul British Medical Jou[...]

SSRI in gravidanza, possibile legame con ipertensione polmonare nel neonato

Le donne che durante la gravidanza assumono antidepressivi appartenenti alla classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) possono esporre i neonati a rischio di ipertensione polmonare persistente. È quanto emerge da un [...]

Parkinson, conferme per la stimolazione cerebrale profonda

I risultati del primo studio controllato sulla stimolazione cerebrale profonda (DBS) per il trattamento della malattia del Parkinson (PD), realizzato da St. Jude Medical, sono stati pubblicati dalla rivista Lancet Neurology. Lo scopo dello studio era[...]

Memantina delude nella demenza da sindrome di Down

La memantina non è un trattamento efficace per la demenza negli adulti con sindrome di Down. Nello studio, appena pubblicato su The Lancet, indipendentemente dall'avere ricevuto il placebo o il farmaco, i partecipanti con sindrome di Down hanno speri[...]

Antidepressivi, sicuri anche in pazienti con comorbidità

I pazienti con disordine depressivo maggiore possono essere trattati in modo sicuro ed efficace con antidepressivi anche se stanno assumendo farmaci per altre patologie. E' quanto emerso da uno studio pubblicato su Annals of Family Medicine.

Hiv, vitamina D riduce gli effetti di tenofovir sull'osso

La somministrazione di vitamina D potrebbe ridurre la perdita di massa ossea che si verifica nei pazienti con infezione da Hiv trattati con tenofovir. E' quanto emerge da uno studio pubblicato su Clinical Infectious Diseases.

Poca vitamina D causa anche di depressione?

Livelli ridotti di vitamina D sembrano essere legati allo sviluppo della depressione. E' quanto emerso da uno studio pubblicato su Mayo Clinic Proceedings. Nella ricerca, gli esperti hanno esaminato i dati di 12.600 soggetti in un periodo di tempo co[...]

Fingolimod, nuove conferme in fase III nella sclerosi multipla

Novartis ha annunciato i risultati del terzo trial di fase III condotto per valutare l’efficacia di fingolimod in pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente (Smrr). Nello studio, denominato 2309, il farmaco ha ridotto del 48% il tasso di r[...]

Lacosamide long term riduce le crisi epilettiche

Al 65° meeting annuale dell'American Epilepsy Society sono stati presentati nuovi dati su lacosamide nel trattamento di pazienti affetti da crisi epilettiche a esordio parziale. L'assunzione a lungo termine del farmaco, fino a 8 anni, ha ridotto la f[...]

ADHD, il trattamento non aumenta il rischio cardiovascolare negli adulti

Una nuova analisi condotta in più di 150mila persone adulte con deficit di attenzione e iperattività (ADHD) mostra che non esistono evidenze di un aumento del rischio di infarto del miocardio, stroke o morte cardiaca improvvisa tra i soggetti che fan[...]