Altri Studi

VIDEO

Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


Infezioni intra-addominali e delle vie urinarie, utilità delle strategie di risparmio di carbapeneme


Citomegalovirus, rischi per i pazienti sottoposti a trapianto.Importanza di puntare sulla profilassi


Infezioni nosocomiali della cute e dei tessuti molli, gli strumenti per contrastarle


Clostridium difficile, chi colpisce e come gestire i pazienti


ARTICOLI

Epatite C, bene la fase II per nuova combinazione orale “interferon free” di Abbott

Abbott ha annunciato i risultati preliminari dello studio AVIATOR, un trial di fase IIb che ha valutato l'efficacia e la sicurezza di un regime anti HCV senza interferone, costituito dalla combinazione dell'inibitore della proteasi ABT-450/r (potenzi[...]

Vaccino anti-HPV non da il via libera al sesso facile nelle adolescenti

Non pare esserci alcuna differenza nei comportamenti sessuali delle adolescenti che sono state sottoposte alla vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV) e le loro coetanee non vaccinate. Infatti, le prime non hanno più probabilità di contrarr[...]

Secukinumab promettente contro la sclerosi multipla

L'anticorpo monoclonale anti IL-17 secukinumab (AIN457), già al vaglio dei ricercatori come trattamento per la psoriasi e l'artrite reumatoide, sembra essere promettente anche contro la sclerosi multipla. A evidenziarlo è un piccolo studio presentato[...]

Sclerosi multipla, sembra promettente il nuovo modulatore della sfingosina ONO-4641

Un nuovo agonista del recettore 1 e 5 della sfingosina 1 fosfato da somministrarsi per via orale, noto per ora con la sigla ONO-4641, in uno studio presentato all'ECTRIMS ha dimostrato di essere efficace per tutte le variabili di risonanza magnetica [...]

Sclerosi multipla recidivante remittente, azatioprina come interferone beta

L'azatioprina è ben tollerata ed efficace almeno quanto l'interferone beta-1a e beta-1b nei pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente. E' quanto emerso da uno studio presentato in occasione dell'ECTRIMS, il Congresso del Committee for Tre[...]

Sclerosi multipla, non serve l'aggiunta di atorvastatina all'interferone

L'aggiunta di atorvastatina alla terapia con interferone beta-1b è risultata sicura e ben tollerata, ma non ha fornito ulteriori benefici per quanto riguarda l'atrofia cerebrale, l'attività della malattia o la progressione, nei pazienti con sclerosi [...]

Natalizumab meno efficace negli anziani che soffrono di SM avanzata

L'anticorpo monoclonale natalizumab risulta meno efficace nei pazienti anziani che soffrono di sclerosi multipla recidivante remittente in stadio avanzato. Lo dimostra uno studio presentato in occasione dell'ECTRIMS, il Congresso del Committee for Tr[...]

Sclerosi multipla, non esiste correlazione con la CCSVI

Dal congresso europeo di sclerosi multipla arriva una bocciatura netta per il metodo Zamboni. Lo studio CoSMo, appena concluso e presentato alla stampa in occasione di ECTRIMS (European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis) , ev[...]

Sclerosi multipla, effetto precoce di fingolimod

Presentati al 28° congresso dell'European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS) nuovi dati che confermano la rapidità d'azione di fingolimod, prima terapia orale in monosomministrazione giornaliera approvata per le form[...]

Sclerosi multipla, in nuovo studio di fase III teriflunomide riduce la disabilità

In occasione del congresso ECTRIMS, sono stati annunciati i dati principali dello studio TOWER nel quale teriflunomide in monosomministrazione giornaliera per via orale ha ridotto significativamente il tasso di recidive annualizzato e ha rallentato l[...]

Sclerosi multipla, glatiramer acetato efficace tre volte alla settimana

Annunciati all’ECTRIMS, il congresso europeo sulla sclerosi multipla, i dati dello studio clinico di fase III GALA (Glatiramer Acetate Low-Frequency Administration). Lo studio GALA è stato disegnato per valutare l’efficacia, sicurezza e la tollerabil[...]

Sclerosi multipla, nuovi dati a conferma della terapia orale con dimetil fumarato

Presentati al 28° Congresso del Comitato Europeo per il Trattamento e la Ricerca sulla Sclerosi Multipla (ECTRIMS) a Lione, Francia, i risultati Preliminari dallo studio di estensione ENDORSE che confermano il profilo di sicurezza degli studi registr[...]

Conferme dall'ECTRIMS per natalizumab nelle forme recidivanti di sclerosi multipla

In occasione del 28° Congresso del Comitato Europeo per la Ricerca e il Trattamento della Sclerosi Multipla (ECTRIMS) sono stati presentati nuovi dati a supporto dell'efficacia di natalizumab nel ridurre il tasso annuale di recidive (ARR).

Sclerosi multipla, simvastatina può frenare la progressione della disabilità

Il trattamento con simvastatina ad alto dosaggio ha ridotto in modo significativo l'atrofia cerebrale e rallentato la progressione della disabilità per 2 anni in pazienti con sclerosi multipla secondaria progressiva nello studio di fase II MS-STAT, p[...]

Gantenerumab e solanezumab nell'Alzheimer in fase precoce

Gli anticorpi monoclonali sperimentali gantenerumab e solanezumab (sviluppati rispettivamente da Roche ed Eli Lilly) sono stati selezionati per un studio a lungo termine che ne valuterà l'efficacia nella prevenzione dell'Alzheimer nelle persone porta[...]

Botulino bene come gli anticolinergici nell'incontinenza urinaria da urgenza

Nelle donne che soffrono di incontinenza urinaria da urgenza, una singola iniezione di botulino a livello della vescica è efficace quanto un trattamento quotidiano per 6 mesi con farmaci anticolinergici. Lo dimostrano i risultati di uno studio made i[...]

Solanezumab può frenare il declino cognitivo nell'Alzheimer lieve

Un'analisi dei dati combinati dei due studi pivotal di fase III EXPEDITION1 e 2 suggerisce che l'anticorpo monoclonale solanezumab ha rallentato del 34% rispetto al placebo il declino cognitivo nell'arco di i 18 mesi nei pazienti con malattia di Alz[...]

Ruolo della Vitamina D nelle prime fasi della Sclerosi Multipla

L'esordio clinico della Sclerosi Multipla si presenta generalmente con un episodio acuto o subacuto di deficit neurologico secondario ad una lesione singola o multipla della sostanza bianca cerebrale o midollare. Questa manifestazione è nota come Sin[...]

Steatosi epatica non alcolica, metformina più pioglitazone meglio della monoterapia

I pazienti con steatosi epatica non alcolica, intolleranti al glucosio, sembrano ottenere una riduzione maggiore dei livelli degli enzimi epatici se trattati con la combinazione di metformina e pioglitazione, rispetto alla sola metformina. E' quanto [...]

L'aspirina può frenare il declino cognitivo nelle donne anziane

L'assunzione di aspirina a basso dosaggio può avere un effetto neuroprotettivo, riducendo il rischio di declino cognitivo nelle donne anziane ad alto rischio di eventi cardiovascolari. È questa la conclusione di uno studio di popolazione svedese, app[...]