Altri Studi

VIDEO

HIV, importanza del raggiungimento dell'U=U (non rilevabile=non trasmissibile)


HIV, semplificazione e vantaggi della duplice terapia


HIV, le moderne triplici terapie incontrano le esigenze dei pazienti


HIV, novità nel trattamento per i pazienti multiresistenti


Epatite C, potenza ed efficacia del regime che elimina l'HCV in 8 settimane


Long term therapy, le novità in terapia contro l'HIV


Approccio personalizzato al paziente con HCV, ruolo del test and treat


Batteri multiresistenti, un aiuto dalla terapia fagica


Epatite C, farmaci molto potenti e veloci per eliminare l'infezione


Polmoniti nosocomiali, le novità in terapia


Epatite C, un modello per stimare le persone da identificare e trattare


HIV, le ultime evidenze sul regime a due farmaci


HBV, i nuovi farmaci incontrano i bisogni insoddisfatti dei pazienti


Le micobatteriosi atipiche, importanza della multidisciplinarietà e delle notifiche al Ministero


HIV e comorbidità, una sfida ancora aperta


Nuovi antibiotici, le caratteristiche farmacologiche che li rendono efficaci


Eradicare l’HCV nelle carceri, il ruolo della SIMSPE


I temi caldi della XVIII edizione del congresso SIMIT


Esigenze dei pazienti con HIV, quali sono e quanto sono soddisfatte dai nuovi farmaci


Tubercolosi, come gestire i casi difficili


Team multidisciplinare, fondamentale nella gestione delle micobatteriosi non tubercolari


Batteremie da batteri produttori di carbapenemasi, come si curano oggi i casi difficili?


ARTICOLI

Betrixaban anticoagulante più sicuro di warfarin

In occasione del congresso annuale dell' American College of Cardiology attualmente in corso ad Atlanta , sono stati presentati nuovi dati di fase II di uno studio condotto con betrixaban, un nuovo anticoagulante orale sviluppato da Merck & Co. e Po[...]

Mipomersen, efficace nella ipercolesterolemia omozigote

Pubblicato su The Lancet lo studio di fase III che ha valutato l'efficacia del nuovo anticolesterolo mipomersen in pazienti con ipercolesterolemia omozigote familiare. Il farmaco ha raggiunto l'end point principale del trial, determinando una riduzio[...]

Bevacizumab, delude nel ca prostatico avanzato

Nello studio di fase III CALGB 90401, che ha valutato l'uso di bevacizumab in combinazione con docetaxel e prednisone in pazienti con carcinoma prostatico avanzato ormonorefrattario, il farmaco biologico non ha centrato l'obiettivo principale, il pro[...]

Nuovo alt a studio di fase III su figitumumab nel NSCLC

Pfizer ha comunicato di aver sospeso ADVIGO 1018 (noto anche come A4021018), uno studio di fase III volto a valutare gli effetti dell'anticorpo monoclonale figitumumab in comninazione con erlotinib come terapia di seconda/terza linea in pazienti con [...]

Sunitinib, male due studi di fase III nel ca mammario

Pfizer ha reso noto che sunitinib (Sutent) non ha raggiunto l'endpoint primario in due trial di fase III su tumore della mammella in stadio avanzato. Nello studio SUN 1064, sunitinib in combinazione con docetaxel come trattamento di prima linea di pa[...]

Può proseguire lo studio IMPROVE-IT

Via libera alla continuazione di IMPROVE-IT, un grande trial volto a valutare l'efficacia dell'anticolesterolo ezetimibe/simvastatina (Vytorin) verso la sola simvastatina nella prevenzione dell'infarto e dell'ictus. Lo rende noto con un comunicato Me[...]

Licosamide, conferme sull'efficacia antiepilettica

Licosamide (Vimpat, UCB Pharma) è in grado di ridurre la frequenza delle crisi a esordio parziale (il tipo più frequente) nei pazienti adulti epilettici rispetto al placebo. Lo dimostrano i risultati di uno studio di fase III appena pubblicato online[...]

Etanercept, sicurezza duratura nella psoriasi pediatrica

Pazienti pediatrici affetti da psoriasi a placche trattati per almeno 2 anni con etanercept hanno manifestato raramente eventi avversi gravi. E' il risultato dell'estensione in aperto a 96 settimane di uno studio sul biologico, che ne conferma la sic[...]

Ticagrelor efficace anche nei non responder a clopidogrel

Ticagrelor, antiaggregante di nuova generazione sviluppato da AstraZeneca, permette di superare la non responsività a clopidogrel, attuale farmaco di riferimento. È uno dei risultati più rilevanti dello studio Respond che verrà pubblicato sul numero [...]

Bisfosfonati, l'uso prolungato aumenta le fratture atipiche?

L'uso prolungato dei bisfosfonati - per quattro o più anni - potrebbe influire negativamente sulla qualità dell'osso e aumentare il rischio di fratture atipiche a livello del femore nelle donne in postmenopausa affette da osteoporosi. Lo suggeriscono[...]

Cediranib fallisce il confronto con bevacizumab

AstraZeneca ha reso noto che il candidato farmaco cediranib non ha raggiunto l'end point di efficacia in uno studio di fase II che lo confrontava con bevacizumab quale terapia di prima linea in pazienti con tumore al colon retto.

Alt agli studi con il biologico ocrelizumab

Roche e Biogen Idec hanno reso noto di aver interrotto per problemi di safety gli studi clinici condotti con ocrelizumab in pazienti con artrite reumatoide. In precedenza era già stato interrotto uno studio nel lupus. Uno studio in pazienti con scler[...]

Zalutumumab delude nella fase III, Genmab affonda

La società biotech danese Genmab ha reso noto che i dati di uno studio di fase III condotto con il nuovo anticorpo monoclonale non sono stati positivi e che il farmaco non ha raggiunto l'end point di efficacia (sopravvivenza globale). Zalutumumab è u[...]

Prevenzione secondaria dell'ictus: dabigatran come warfarin

Il nuovo anticoagulante dabigatran etexilato (Pradaxa, Boehringer Ingelheim) è risultato efficace quanto warfarin, attuale farmaco di riferimento, nel ridurre il rischio di un successivo ictus nei pazienti con fibrillazione atriale (Fa) che hanno già[...]

Sindrome coronarica acuta, uno su cinque ci ricasca

Il 21% dei pazienti colpiti da sindrome coronarica acuta (Sca) viene riospedalizzato entro 12 mesi dal primo episodio, a seguito di un secondo evento cardiaco. A rivelarlo è uno studio realizzato dal Cineca, un Consorzio Interuniversitario no-profit [...]

Apixaban meglio di enoxaparina nella prevenzione del Tev

Apixaban, nuovo anticoagulante orale sviluppato congiuntamente da Bristol-Myers Squibb e Pfizer, è risultato significativamente più efficace rispetto a enoxparina 40 mg once daily nel ridurre l'incidenza di tromboemolismo venoso (Tev) nei pazienti so[...]

NNT, nell'osteoporosi meglio il ranelato di stronzio

Il ranelato di stronzio sembra avere l'NNT (number needed to treat) più basso rispetto agli altri farmaci anti-osteoporosi attualmente in uso per la prevenzione sia delle fratture vertebrali sia di quelle dell'anca. Lo sostiene uno studio, pubblicato[...]

Dimebolin fallisce studio di fase III nell'Alzheimer

Le società farmaceutiche Pfizer e Medivation hanno reso noto che dimebolin, un farmaco sperimentale studiato per la cura della malattia di Alzheimer, non ha raggiunto gli end point di efficacia primari e secondari di uno studio di fase III denominat[...]

Cabazitaxel, bene la fase III nel ca alla prostata

Sanofi-aventis ha reso noto che cabazitaxel, un taxano di nuova generazione, ha raggiunto l'end point primario di uno studio di fase II condotto su pazienti con tumore alla prostata metastatico e la cui malattia era progredita nonostante una preceden[...]

Epatite C, conferme italiane per peginterferone alfa-2a

La ricerca italiana sull'epatite C ha ottenuto due importanti riconoscimenti internazionali, con la pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica Gastroenterology degli studi indipendenti italiani condotti a Napoli e Milano. I risultati di ent[...]