Altri Studi

VIDEO

Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


Infezioni intra-addominali e delle vie urinarie, utilità delle strategie di risparmio di carbapeneme


Citomegalovirus, rischi per i pazienti sottoposti a trapianto.Importanza di puntare sulla profilassi


Infezioni nosocomiali della cute e dei tessuti molli, gli strumenti per contrastarle


Clostridium difficile, chi colpisce e come gestire i pazienti


ARTICOLI

Epatite B, per tenofovir conferme di efficacia e sicurezza a 8 anni

Tenofovir continua a essere sicuro ed efficace per il trattamento dell'epatite cronica B con otto anni di follow-up, i ricercatori hanno riferito al The Liver Meeting 2012. Un altro studio ha mostrato una minima perdita ossea in pazienti trattati con[...]

Epatite C, promettente il nuovo trattamento interferon free di Boehringer Ingelheim

I risultati dello studio di Fase IIb, SOUND-C2, hanno confermato la risposta virologica sostenuta (SVR) a 12 e 24 settimane dopo il termine del trattamento in oltre l’85% di pazienti affetti da epatite C (HCV) di genotipo 1b (GT-1b) - il genotipo del[...]

Vitamina D possibile scudo contro la sclerosi multipla

Le donne che hanno livelli ematici elevati di vitamina D potrebbero avere un rischio ridotto di sclerosi multipla, ma i livelli della vitamina durante la gravidanza non sono predittivi del futuro rischio di sviluppare la malattia dei figli. A suggeri[...]

Staminali: cellule epatiche, cura per malattie metaboliche

Potrà curare decine di bambini affetti in Italia da malattie metaboliche ereditarie la rivoluzionaria sperimentazione, che partirà dalla Città della Salute di Torino ma si estenderà a livello europeo, con l'uso di cellule staminali epatiche.

Medicina: da grasso corpo possibile farmaco contro epilessia

Un nuovo trattamento contro l'epilessia può arrivare dal grasso. Alcuni ricercatori inglesi hanno infatti scoperto che una sostanza prodotta dal corpo, quando usa il grasso come fonte di energia, può aprire la strada a nuovi farmaci contro questa mal[...]

Glaucoma, impianto di microstent può ridurre la pressione intraoculare

Un microstent non più grande di una ciglia inserito nell'occhio può ridurre in modo prolungato e significativo la pressione intraoculare (PIO) nei pazienti colpiti da glaucoma ad angolo aperto (la forma più comune della malattia). A suggerirlo sono i[...]

Telaprevir efficace in pazienti con epatite C cronica di genotipo 1 e co-infetti con Hiv

In occasione del 63° Congresso Annuale dell'Associazione Americana per lo Studio delle Malattie del Fegato (AASLD) di Boston, sono sttai presentati i risultati di un trial (studio 110), che mettono in evidenza l'efficacia e la sicurezza del regime te[...]

Pinzette molecolari anti-Alzheimer, studio italiano

Ricercatori dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma -Policlinico A. Gemelli insieme con colleghi dell'Università di Los Angeles (UCLA) hanno dimostrato l'efficacia di “pinzette molecolari” che potrebbero risultare importanti nella cura dell[...]

Aids: studio italiano svela nuovo meccanismo ingresso virus

Un nuovo meccanismo di ingresso del virus Hiv è stato svelato da uno studio italiano condotto nel Centro Nazionale AIDS diretto da Barbara Ensoli. Pubblicato su PLoS ONE lo studio dimostra come la proteina Tat leghi la proteina Env di HIV, formando u[...]

HIV, risultati di fase III positivi per dolutegravir anche su pazienti difficili

ViiV Healthcare ha annunciato i risultati a 24 settimane dello studio di fase III VIKING-3 che ha valutato l'efficacia dell'inibitore sperimentale dell'integrasi dolutegravir in pazienti adulti con infezione da HIV-1 resistenti a diverse classi di [...]

Legame deficit di vitamina D-outcome avversi, c'entrano i geni

Variazioni nel gene del recettore della vitamina D possono influenzare gli effetti clinici della carenza di vitamina D in alcune malattie croniche. A suggerirlo è uno studio appena pubblicato online sul Journal of the American Medical Association.

Epatite C, al via studi di fase III su nuova combinazione “interferon free” di Abbott

Abbott ha annunciato di aver iniziato gli studi di fase avanzata sul regime anti HCV senza interferone costituito dalla combinazione dell'inibitore della proteasi ABT-450, dall'inibitore di NS5A ABT-267 e dall'inibitore della polimerasi ABT-333 con o[...]

Documento di consenso Usa sulla resistenza agli antibiotici

l Centers for Disease Control and Prevention (CDC) di Atlanta e altre 25 organizzazioni hanno diffuso questa settimana un documento di consenso congiunto in cui si sottolinea il problema della resistenza agli antibiotici, nell'ambito delle iniziative[...]

Degenerazione maculare senile, nuovo anti-PDGF aggiunto a ranibizumab migliora gli outcome

L'aggiunta di E10030, un inibitore sperimentale del PDGF (platelet-derived growth factor), alla terapia con farmaci anti-angiogenesi può migliorare notevolmente gli outcome nella degenerazione maculare senile (AMD) essudativa. Lo evidenziano i risult[...]

Ca epatico da HBV, terapia antivirale riduce le recidive

Dopo l'intervento di resezione di un carcinoma epatocellulare correlato al virus dell'epatite B (HBV), sottoporre i pazienti alla terapia antivirale sembra ridurre il rischio di recidiva tumorale. Lo evidenzia uno studio di un gruppo di Taiwan appena[...]

Alzheimer: si studia cura con antidepressivi, studio italiano

Una speranza per contrastare malattie neurodegenerative come l'Alzheimer e il Parkinson viene da uno studio sulle terapie antidepressive condotto da Maura Boldrini, ricercatrice dell'università di Firenze. Alla scoperta ha dedicato la copertina la ri[...]

Epatite C: simeprevir aumenta le risposte nei pazienti naive e nei pretrattati

L'inibitore delle proteasi NS3/4A attivo per via orale e in monosomministrazione giornaliera, simeprevir (TMC435), in combinazione con la terapia standard aumenta il tasso di SVR (risposta virologica sostenuta) a 24 settimane rispetto al placebo in p[...]

Ancora molte incertezze sul legame infezioni-autismo

Uno studio osservazionale danese appena pubblicato su Pediatrics non ha evidenziato nel complesso associazioni significative tra le infezioni contratte dalla madre durante la gravidanza e i disturbi dello spettro autistico.

Diabete di tipo 2, nuove conferme in fase III per canagliflozin

L'inibitore del co-trasportatore sodio/glucosio di tipo 2 (SGLT2), canagliflozin, riduce i livelli di glucosio nel sangue in modo superiore al placebo quando usato come terapia add-on nei pazienti con diabete di tipo 2 inadeguatamente controllati con[...]

Exenatide e liraglutide non equivalenti nel controllo glicemico

Non è un pareggio il risultato del confronto diretto testa a testa tra due GLP-1 agonisti - exenatide una volta a settimana e liraglutide once daily – nello studio DURATION-6, un trial multicentrico di fase III appena pubblicato su The Lancet.