Altri Studi

VIDEO

HIV, importanza del raggiungimento dell'U=U (non rilevabile=non trasmissibile)


HIV, semplificazione e vantaggi della duplice terapia


HIV, le moderne triplici terapie incontrano le esigenze dei pazienti


HIV, novità nel trattamento per i pazienti multiresistenti


Epatite C, potenza ed efficacia del regime che elimina l'HCV in 8 settimane


Long term therapy, le novità in terapia contro l'HIV


Approccio personalizzato al paziente con HCV, ruolo del test and treat


Batteri multiresistenti, un aiuto dalla terapia fagica


Epatite C, farmaci molto potenti e veloci per eliminare l'infezione


Polmoniti nosocomiali, le novità in terapia


Epatite C, un modello per stimare le persone da identificare e trattare


HIV, le ultime evidenze sul regime a due farmaci


HBV, i nuovi farmaci incontrano i bisogni insoddisfatti dei pazienti


Le micobatteriosi atipiche, importanza della multidisciplinarietà e delle notifiche al Ministero


HIV e comorbidità, una sfida ancora aperta


Nuovi antibiotici, le caratteristiche farmacologiche che li rendono efficaci


Eradicare l’HCV nelle carceri, il ruolo della SIMSPE


I temi caldi della XVIII edizione del congresso SIMIT


Esigenze dei pazienti con HIV, quali sono e quanto sono soddisfatte dai nuovi farmaci


Tubercolosi, come gestire i casi difficili


Team multidisciplinare, fondamentale nella gestione delle micobatteriosi non tubercolari


Batteremie da batteri produttori di carbapenemasi, come si curano oggi i casi difficili?


ARTICOLI

Farmaco anti-Parkinson può attenuare l’impulsività

L'aumento dei livelli del neurotrasmettitore dopamina nella corteccia prefrontale può attenuare l'impulsività, una scoperta che ha potenziali implicazioni per il trattamento delle dipendenze. A suggerirlo è uno studio condotto da ricercatori della Un[...]

Vaccini meno efficaci se si dorme poco

Dormire poco può ridurre l’efficacia dei vaccini. Secondo uno studio Usa pubblicato nel numero di agosto della rivista Sleep, infatti, c’è una correlazione diretta tra durata del sonno notturno e risposta immunitaria ai vaccini negli adulti.

Alt a studio su nuovo anti epatite C di Bristol Myers Squibb

Bristol-Myers Squibb ha reso noto di aver sospeso la somministrazione del farmaco sperimentale BMS-986094. Nel corso di uno studio condotto su 30 pazienti, uno di essi trattato con la dose più elevata di BMS-986094 (200 mg.) è andato incontro a scomp[...]

HIV/AIDS, vittoria più vicina: due nuovi casi apparentemente guariti

La speranza di trovare un modo per curare in via definitiva l'infezione da HIV, a 30 anni dai primi casi, è oggi un po' più concreta. Il famoso ‘paziente Berlin', un uomo che a 5 anni dal trapianto di midollo da un donatore naturalmente resistente al[...]

Estrogeni prevengono la demenza? Da studio italiano parrebbe di si

Gli estrogeni, ormoni sessuali steroidei conosciuti soprattutto per il loro ruolo nella regolazione dello sviluppo e delle funzioni del sistema riproduttivo, influenzano anche l’attività dei neuroni, svolgendo perciò un ruolo significativo nell’insor[...]

Hiv, profilassi con isoniazide protegge dal rischio Tbc

Il trattamento con l'antibiotico antitubercolare isoniazide sembra in grado di proteggere dall'infezione le persone sieropositive che vivono in zone dove la tubercolosi è molto diffusa, almeno nel breve termine. A suggerirlo sono due studi di due gru[...]

Tubercolosi, con i nuovi farmaci fa meno paura

Dopo più di 40 anni dal lancio della rifampicina, gli attesi nuovi farmaci per la cura di questa temibile malattia sembrano essere alle porte. Facciamo il punto sulle prospettive di cura con questi tre nuovi farmaci (lamanid, PA-824 e bedaquilina), a[...]

Messo a punto il primo vaccino contro la febbre dengue

Sanofi ha annunciato che in uno studio di fase IIb condotto in Thailandia, il primo vaccino contro la febbre dengue è risultato efficace nei confronti di tre dei quattro ceppi virali responsabili della malattia. Lo studio ha studiato 4.002 bambini th[...]

HIV, cobicistat bene come ritonavir come potenziatore della terapia standard

In uno studio multicentrico internazionale appena presentato a Washington, in occasione dell'International AIDS Conference, cobicistat ha mostrato risultati simili all'inibitore della proteasi ritonavir come potenziatore di atazanavir, entrambi in ag[...]

HIV, regime monocompressa bene come quello a base di IP nel tenere a freno il virus

In un gruppo di pazienti con infezione da HIV-1, il passaggio da un regime a base di un inibitore della proteasi (IP) standard a un regime semplificato, costituito dalla combinazione in un'unica compressa di emtricitabina, rilpivirina e tenofovir (F[...]

Confermato aumento fratture nelle infezioni da Hiv

Un nuovo studio che ha coinvolto circa 5.000 uomini per un periodo di tempo della durata di 15 annni, conferma l'aumento del rischio di fratture osteoporotiche negli uomini con infezione da Hiv. Lo studio è stato presentato in occasione della 19° Con[...]

Hiv, trattamento antitubercolosi once a week più tollerato del giornaliero

Uno studio presentato in occasione della 19° Conferenza Internazionale sull'AIDS mostra che i pazienti con infezione da Hiv e M. tubercolosis tollerano meglio la terapia con rifapentina 900 mg più isoniazide 900 mg, somministrati una volta alla setti[...]

Malattia di Huntington, pubblicate le nuove linee guida sulla corea

L'American Academy of Neurology (AAN) ha pubblicato sulla rivista Neurology le nuove linee guida per il trattamento delle persone con malattia di Huntington's che sviluppano corea, il disturbo del movimento caratteristico della malattia.

Malaria, identificata molecola in grado di arrestare la crescita del parassita

Un team internazionale di scienziati ha identificato una molecola in grado di inibire un enzima chiave per la sopravvivenza del parassita responsabile della malaria. Lo studio, guidato dal Dipartimento di Pediatria dell'Università di San Diego, è st[...]

HIV, regime triplo con maraviroc efficace come regime quadruplo

Un nuovo regime antiretrovirale a tre farmaci non contenente nucleosidi non ha sfigurato nel confronto con un regime a quattro farmaci contenente nucleosidi nel tenere a bada l'HIV in un piccolo studio pilota di fase IIb su pazienti naive agli antire[...]

ADHD, conferme in fase III per lisdexanfetamina

In occasione del Secondo Convegno Internazionale EUNETHYDIS, dedicato all'ADHD, sono stati presentati i risultati di uno studio di fase III che dimostrano il mantenimento dell'efficacia nel lungo termine di lisdexanfetamina dimesilato (LDX) in bambin[...]

Efavirenz funziona nei bambini sieropositivi con la tubercolosi

I bambini con una coinfezione da HIV e tubercolosi sembrano in grado di sopprimere entrambe le infezioni se trattati con il trattamento standard per la tubercolosi e un regime a base di efavirenz contro l'HIV. A suggerirlo è uno studio, presentato in[...]

AIDS/HIV, cambio di marcia: dal controllo alla cura

Con un piano in sette punti, chiamato ‘The Inaugural Global Scientific Strategy Towards an HIV Cure' l'International AIDS Society sposta ufficialmente la sua attenzione dal controllo dell'infezione da HIV alla sua cura. Il documento, redatto da un co[...]

Tubercolosi, nuova combinazione di farmaci efficace nelle forme resistenti

Una nuova combinazione di farmaci per trattare la tubercolosi multiresistente potrebbe riaccendere le speranze nella lotta contro questa malattia, che miete 1,4 milioni di vittime ogni anno. Lo dimostra uno studio di fase II pubblicato su The Lancet,[...]

Aspirina riduce il rischio di sviluppare l'esofago di Barrett

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology, l'aspirina potrebbe ridurre il rischio di sviluppare l'esofago di Barrett, il singolo fattore di rischio più importante per lo sviluppo dell'adenocarcinoma eso[...]