Altri Studi

VIDEO

HIV, importanza del raggiungimento dell'U=U (non rilevabile=non trasmissibile)


HIV, semplificazione e vantaggi della duplice terapia


HIV, le moderne triplici terapie incontrano le esigenze dei pazienti


HIV, novità nel trattamento per i pazienti multiresistenti


Epatite C, potenza ed efficacia del regime che elimina l'HCV in 8 settimane


Long term therapy, le novità in terapia contro l'HIV


Approccio personalizzato al paziente con HCV, ruolo del test and treat


Batteri multiresistenti, un aiuto dalla terapia fagica


Epatite C, farmaci molto potenti e veloci per eliminare l'infezione


Polmoniti nosocomiali, le novità in terapia


Epatite C, un modello per stimare le persone da identificare e trattare


HIV, le ultime evidenze sul regime a due farmaci


HBV, i nuovi farmaci incontrano i bisogni insoddisfatti dei pazienti


Le micobatteriosi atipiche, importanza della multidisciplinarietà e delle notifiche al Ministero


HIV e comorbidità, una sfida ancora aperta


Nuovi antibiotici, le caratteristiche farmacologiche che li rendono efficaci


Eradicare l’HCV nelle carceri, il ruolo della SIMSPE


I temi caldi della XVIII edizione del congresso SIMIT


Esigenze dei pazienti con HIV, quali sono e quanto sono soddisfatte dai nuovi farmaci


Tubercolosi, come gestire i casi difficili


Team multidisciplinare, fondamentale nella gestione delle micobatteriosi non tubercolari


Batteremie da batteri produttori di carbapenemasi, come si curano oggi i casi difficili?


ARTICOLI

Inefficace e poco sicuro il vaccino anti- S. aureus nelle ferite chirurgiche

Un vaccino sviluppato per prevenire l'infezione da Staphylococcus aureus delle ferite chirurgiche, chiamato V710, ha deluso le attese degli sperimentatori, rivelandosi non efficace e, per giunta, con problemi di safety. I dati emergono da uno studio [...]

Meno infezioni nelle UTI con terapia antibiotica a tappeto anziché screening

Una strategia di prevenzione a tappeto basata su lavaggi con un sapone antibiotico e l'applicazione di una crema antibiotica in tutti i pazienti adulti ricoverati nelle unità di terapia intensiva sembra ridurre notevolmente il rischio di infezioni em[...]

Ketamina protegge le vie aeree durante le sedazione profonda con propofol

Utilizzata in aggiunta a propofol durante la sedazione profonda, la ketamina riduce l'ipoventilazione e la necessità di manovre di salvataggio delle vie aeree. È quanto emerge da uno studio di un gruppo di ricercatori della Northwestern University Fe[...]

Diabete, tre studi di fase III confermano l’efficacia di dulaglutide

L’americana Eli Lilly ha reso noti i dati di tre studi di fase III condotti con il nuovo analogo del GPL-1 dalaglutifde. Tutti e tre gli studi hanno raggiunto gli end point primari di efficacia rappresentati dalla riduzione dei valori di emoglobina g[...]

Vortioxetina conferme nella depressione ricorrente dell'anziano

L'antidepressivo multimodale sperimentale vortioxetina (nota anche con la sigla Lu AA21004) è efficace e ben tollerata nel trattamento dei pazienti anziani con disturbo depressivo maggiore ricorrente (MDD). A suggerirlo sono i risultati di uno studio[...]

Suggerito un legame tra SSRI e ictus, ma il rischio è basso

Uno studio appena pubblicato su Neurology mostra un legame tra l'uso degli antidepressivi della classe degli SSRI e un aumento, lieve ma statisticamente significativo, del rischio del rischio di emorragia cerebrale; tuttavia, concludono gli autori (D[...]

Tbc ultra-resistente, aggiunta di linezolid migliora la risposta

Tra i pazienti che hanno una tubercolosi estremamente resistente ai farmaci (XDR), l'aggiunta dell'antibiotico linezolid alle terapie standard sembra migliorare la risposta al trattamento. Lo dimostra uno studio randomizzato di fase IIb appena pubbli[...]

Ustekinumab promettente in fase II anche contro il morbo di Crohn

Ustekinumab, biologico attualmente approvato per il trattamento della psoriasi, potrebbe essere utile anche contro il morbo di Crohn. A suggerirlo è lo studio di multicentrico di fase IIb CERTIFI, pubblicato ieri sul New England Journal of Medicine, [...]

Antidiabetico protegge anche dal rischio di infarto e ictus, studio italiano

Uno studio italiano appena pubblicato dalla prestigiosa rivista americana Diabetes Care, ha dimostrato che il GLP-1 (peptide glucagone simile-1), i cui effetti farmacologici sono attualmente sfruttati per il trattamento del diabete possiede inoltre u[...]

Varencilina efficace nei depressi per smettere di fumare

I risultati non ancora pubblicati di uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo suggeriscono che vareniclina è più efficace del placebo nell'aiutare a smettere di fumare i pazienti depressi o che lo sono stati i[...]

Diabete tipo 1: Italia all'avanguardia per assistenza e cure

Presentata al 6° Convegno nazionale del Centro Studi e Ricerche e Fondazione dell'Associazione Medici Diabetologi (AMD), inaugurato oggi a Napoli, la prima fotografia del diabete di tipo 1 in Italia. L'analisi è stata possibile grazie alla banca dati[...]

HIV, inutile aumentare le dosi degli integratori multivitaminici

Un ampio studio realizzato in Tanzania, appena pubblicato su JAMA, mostra che l'assunzione di integratori multivitaminici ad alto dosaggio non migliora gli outcome nei pazienti sieropositivi che iniziano la terapia antiretrovirale altamente attiva (H[...]

SM, aggiunta di contraccettivi orali all'interferone riduce l'attività della malattia

L'aggiunta di contraccettivi orali alla terapia con interferone non aumenta gli eventi avversi e riduce l'attività della malattia misurata attraverso risonanza magnetica nei pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente. E' quanto emerso da u[...]

Daclizumab, efficace fino a 2 anni nella sclerosi multipla, ma con alcuni rischi

Daclizumab high-yield process (DAC HYP), una formulazione per somministrazione sottocutanea dell'anticorpo monoclonale anti-interleuchina 2 daclizumab, ha dimostrato di essere efficace per almeno 2 anni nello studio SELECTION, che rappresenta l'esten[...]

Zonisamide potrebbe essere utile come antiobesità

L'anticonvulsivante zonisamide, associato a cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, può aiutare gli obesi a dimagrire, stando ai risultati di uno studio della Duke University di Durham, appena pubblicato online su Archives of Internal Medicine[...]

Sclerosi multipla, si prova con le cellule staminali neurali iniettate nel cervello

Al via il primo studio clinico internazionale di fase II mirato a studiare la sicurezza e l'efficacia dell'uso delle cellule staminali mesenchimali contro la sclerosi multipla (Sm), malattia autoimmune del sistema nervoso centrale che solo in Italia [...]

Epatite C, bene la fase II per nuova combinazione orale “interferon free” di Abbott

Abbott ha annunciato i risultati preliminari dello studio AVIATOR, un trial di fase IIb che ha valutato l'efficacia e la sicurezza di un regime anti HCV senza interferone, costituito dalla combinazione dell'inibitore della proteasi ABT-450/r (potenzi[...]

Vaccino anti-HPV non da il via libera al sesso facile nelle adolescenti

Non pare esserci alcuna differenza nei comportamenti sessuali delle adolescenti che sono state sottoposte alla vaccinazione contro il papillomavirus umano (HPV) e le loro coetanee non vaccinate. Infatti, le prime non hanno più probabilità di contrarr[...]

Secukinumab promettente contro la sclerosi multipla

L'anticorpo monoclonale anti IL-17 secukinumab (AIN457), già al vaglio dei ricercatori come trattamento per la psoriasi e l'artrite reumatoide, sembra essere promettente anche contro la sclerosi multipla. A evidenziarlo è un piccolo studio presentato[...]

Sclerosi multipla, sembra promettente il nuovo modulatore della sfingosina ONO-4641

Un nuovo agonista del recettore 1 e 5 della sfingosina 1 fosfato da somministrarsi per via orale, noto per ora con la sigla ONO-4641, in uno studio presentato all'ECTRIMS ha dimostrato di essere efficace per tutte le variabili di risonanza magnetica [...]