Altri Studi

VIDEO

Degenerazione maculare senile, in arrivo una nuova terapia per facilitare la cura


La degenerazione maculare senile si può curare con le iniezioni intravitreali di farmaci anti VEGF


5 miti da sfatare sulla psoriasi


Psoriasi, una mostra fotografica della Fondazione Corazza per vincere i timori dei pazienti


Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


ARTICOLI

Nella psoriasi, briakinumab meglio di metotrexate

Il nuovo anticorpo monoclonale briakinumab (sviluppato da Abbott) si è dimostrato più efficace del metotrexato nel trattamento della psoriasi di gravità medio-alta, ma il farmaco presenta qualche problema di safety. A evidenziarlo è uno studio multic[...]

Asma allergico, meno farmaci concomitanti con omalizumab

Omalizumab può ridurre l'uso della terapia concomitante in pazienti con asma allergico di gravità medio-alta, secondo i risultati di uno studio presentato a Honolulu al congresso CHEST, il meeting annuale dell'American College of Chest Physicians.

HIV, benefici duraturi per il vaccino anti-HBV

Uno studio Usa appena presentato al congresso della Infectious Diseases Society of America (IDSA), a Boston, mostra che gli effetti del vaccino anti-epatite B sembrano durare a lungo termine nei pazienti sieropositivi, anche in presenza di una conta [...]

Sildenafil bene nell'ipertensione polmonare pediatrica

Già approvato come trattamento dell'ipertensione arteriosa polmonare sulla base di studi condotti sugli adulti, sildenafil sembra poter apportare alcuni benefici anche per i pazienti pediatrici affetti da questa grave patologiai. A evidenziarlo è uno[...]

Maggior rischio di trombi con le nuove pillole estro-progestiniche

Secondo uno studio di coorte danese, appena uscito online sul British Medical Journal, le nuove forme di progestinico contenute nei contraccettivi ormonali estroprogestinici portano con sé un rischio di tromboembolismo venoso (TEV) più alto rispetto [...]

Vitamina D ad alto dosaggio inefficace nella sclerosi multipla

Il trattamento con vitamina D ad alto dosaggio non ha ridotto il numero o il volume delle lesioni alla risonanza magnetica in pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente in un piccolo studio randomizzato appena pubblicato sulla rivista Neur[...]

Boceprevir promettente anche nella confezione HCV-HIV

Boceprevir, approvato di recente sia negli Usa sia in Europa come trattamento contro l'epatite C, si è dimostrato efficace nei pazienti con co-infezione da HIV, in uno studio di fase II, appena presentato a Boston, al congresso annuale della Infectio[...]

Sclerosi multipla, conferme a lungo termine per interferone

Presentati all'ECTRIMS di Amsterdam i dati di due studi con follow-up a lungo termine nella sclerosi multipla: l'estensione a 8 anni dello studio BENEFIT (BEtaferon in Newly Emerging multiple sclerosis For Initial Treatment) e i dati del follow up a [...]

Coinfezione HIV/TB, meno decessi iniziando presto la Art

Quando iniziare la terapia antiretrovirale (Art) nei pazienti con tubercolosi e infezione da Hiv? A questa domanda, al centro di un ampio dibattito, danno ora una risposta tre studi pubblicati in contemporanea il 17 ottobre sul New England Journal of[...]

Psoriasi, bene la fase II per secukinumab

In tre studi di fase II, il nuovo farmaco sperimentale anti-IL17A, secukinumab, ha migliorato in modo significativo i segni e i sintomi della psoriasi a placche in pazienti che soffrivano della malattia in una forma da moderata a severa. Lo ha annunc[...]

HIV, tenofovir buono per il rene

Il trattamento di pazienti sieropositivi con un regime antiretrovirale contenente tenofovir non sembra influenzare in modo significativo la funzionalità renale dopo un anno di terapia rispetto ad altri regimi, secondo uno studio retrospettivo appena [...]

Sclerosi multipla e CCSVI, primi dati sembrano escludere un legame

Sembrano ridursi le possibilità di una correlazione tra la sclerosi multipla e l'insufficienza cerebrospinale venosa cronica (CCSVI). Al secondo giorno del congresso ECTRIMS 2011, il neurologo prof. Giancarlo Comi sulla base dei primi dati dello stu[...]

Sclerosi multipla, ocrelizumab riduce l’attività per almeno 2 anni

Il farmaco sperimentale ocrelizumab studio, è stato in grado di ridurre in modo significativo l’attività della malattia nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente (RRMS) per almeno due anni in uno studio randomizzato di fase II, presen[...]

Sclerosi multipla, la tossina botulinica riduce i tremori al braccio

In un piccolo studio appena presentato ad Amsterdam, al congresso dello European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS), le iniezioni di tossina botulinica A hanno dimostrato di fornire un aiuto significativo ai pazienti[...]

Daclizumab, presentati all'ECTRIMS i dati di fase II

In occasione del congresso europeo sulla scelrosi multipla (Ectrims) in corso ad Amsterdam sono stati comunicati i nuovi risultati derivanti dallo studio clinico di fase 2b SELECT, il primo dei due studi registrativi che valuta gli effetti della mole[...]

Sclerosi multipla, dimetilfumarato in trial di fase II riduce ricadute e disabilità

In occasione del 5° congresso triennale congiunto dei Comitati Europei e Americani per il Trattamento e la Ricerca nel campo della Sclerosi Multipla (ECTRIMS e ACTRIMS), sono stati presentati i risultati positivi emersi dal DEFINE, studio clinico di[...]

Conferme per laquinimod, nuova terapia orale sperimentale per la sclerosi multipla

Dai dati di uno studio di fase III e dai trial quelli precedenti, clinici e preclinici, appena presentati al congresso europeo sulla sclerosi multipla si conferma come laquinimod somministrato una volta al giorno per via orale è potenzialmente in gra[...]

Al via ricerca mondiale sulle staminali per la sclerosi multipla, italiano capofila

In occasione del congresso europeo sulla sclerosi multipla, in corso ad Amsterdam, è stato annunciato uno studio multicentrico internazionale che prevede l'impiego terapeutico di cellule staminali mesenchimali (cellule staminali del midollo osseo adu[...]

Nuovo vaccino anti-malaria, primi dati molto promettenti

Pubblicati online sul New England Journal of Medicine - e annunciati ieri in contemporanea al Malaria Forum organizzato dalla Fondazione Bill & Melinda Gates a Seattle -i primi dati, decisamente incoraggianti, di un ampio studio multicentrico di fase[...]

Fingolimod, oltre 20mila pazienti/anno di esposizione e -71% di ricadute di SM

Al 5° Joint Triennial Congress of ECTRIMS and ACTRIMS che si terrà ad Amsterdam dal 19 al 22 ottobre verranno presentati 13 abstract su fingolimd a conferma del programma di studi clinici condotti da Novartis per i modulatori del recettore della sfi[...]