Altri Studi

VIDEO

Degenerazione maculare senile, in arrivo una nuova terapia per facilitare la cura


La degenerazione maculare senile si può curare con le iniezioni intravitreali di farmaci anti VEGF


5 miti da sfatare sulla psoriasi


Psoriasi, una mostra fotografica della Fondazione Corazza per vincere i timori dei pazienti


Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


ARTICOLI

Alzheimer, nessun beneficio dagli antiossidanti

Gli integratori a base di antiossidanti non sembrano avere alcun impatto sui biomarker del morbo di Alzheimer nel liquido cerebrospinale (CSF). Infatti, in uno studio durato 16 settimane, appena pubblicato online su Archives of Neurology, una combina[...]

Vareniclina, più chance di evitare le sigarette iniziando un mese prima dello stop

Le fumatrici che iniziano a prendere il farmaco anti-fumo vareniclina 4 settimane prima del giorno in cui hanno deciso di smettere hanno risultati migliori di quelle che iniziano solo una settimana prima stando ai risultati di uno studio presentato a[...]

Cerotti antifumo efficaci se portati per un tempo sufficiente

I fumatori che utilizzano cerotti antifumo alla nicotina per 8 settimane o più, cioè per la durata consigliata del trattamento, hanno una probabilità quasi 3 volte maggiore di riuscire a smettere dopo 12 mesi rispetto a coloro che non li usano e 4,5 [...]

Hiv, Epatite B, infezioni fungine: al via la seconda edizione del “Fellowship Program”

Al via da questo mese la seconda edizione del Fellowship Program e il nuovo Community Award, due bandi di concorso dal forte impatto etico e sociale promossi da Gilead Sciences srl , destinati a premiare progetti innovativi nel campo delle infezioni [...]

Sms utili per l’aderenza alla terapia anti HIV

Un sms per ricordarsi di prendere i farmaci anti-HIV? Può servire, stando ai risultati di una review della Cochrane Library, appena pubblicata. Due studi controllati e randomizzati condotti in Kenya suggeriscono, infatti, che l’invio di sms da parte [...]

Ingenolo mebutato topico efficace contro la cheratosi attinica

L’ingenolo mebutato in gel è un trattamento topico efficace contro la cheratosi attinica. Lo dimostrano i risultati di uno studio multicentrico randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo pubblicato sull’ultimo numero del New England Jour[...]

Laquinimod frena la progressione e riduce le recidive nella sclerosi multipla

L'immunomodulatore orale sperimentale laquinimod rallenta la progressione della disabilità e riduce lievemente le ricadute nella sclerosi multipla recidivante-remittente. È questo il risultato principale dello studio di fase III ALLEGRO, pubblicato s[...]

Sindrome di Cushing, giù il cortisolo con pasireotide

Il trattamento con pasireotide, un analogo sperimentale della somatostatina, ha permesso una normalizzazione dei livelli di cortisolo libero nelle urine in circa il 20% dei pazienti con sindrome di Cushing in uno studio internazionale di fase III, ap[...]

HIV, lopinavir meglio di nevirapina nei bambini sieropositivi

Per il trattamento di bambini sieropositivi, la combinazione dell'inibitore della proteasi lopinavir più ritonavir si è dimostrata superiore all'inibitore non nucleosidico della trascrittasi inversa nevirapina in uno studio randomizzato opera di rice[...]

HIV, nei sieropositivi frequente reinfezione con ceppi diversi

Le persone che sono state esposte ripetutamente al virus HIV possono essere infettate da ceppi virali diversi in tempi diversi, un fenomeno chiamato ‘superinfezione' (o ‘sovrainfezione'). E il rischio di sovrainfezione sembra essere simile a quello d[...]

HIV, sicuro interrompere la terapia nei bambini sieropositivi

Nei bambini sieropositivi, una terapia antiretrovirale (ART) limitata, effettuata per i primi 1-2 anni di vita e poi sospesa, sembra essere sicura e portare a risultati migliori, stando ai risultati dello studio CHER, presentati a Seattle in occasion[...]

Hiv, metformina rallenta calcificazione coronarica

Stando ai risultati di uno studio presentato all'ultima Conference on Retroviruses and Opportunistic infections (CROI), a Seattle, un trattamento quotidiano per un anno con l'antidiabetico metformina sembra rallentare in modo significativo la progres[...]

Terapia sostitutiva enzimatica promettente nell’ipofosfatasia

In un piccolo studio appena uscito sul New England Journal of Medicine (Nejm), una terapia sostitutiva enzimatica si è dimostrata in grado di guarire il rachitismo e altre manifestazioni dell’ipofosfatasia in un gruppo di bambini piccoli. L’ipofosfat[...]

Icatibant, azione rapida ed efficace nell’angioedema ereditario

Il trattamento con l’antagonista dei recettori B2 della bradichinina icatibant è in grado di portare a una rapida risoluzione di tutti i tipi di attacchi nei pazienti affetti da angioedema ereditario, anche i più gravi, cioè quelli laringei, potenzia[...]

Telaprevir e boceprevir efficaci nella coinfezione HCV-HIV

I due nuovi antivirali ad azione diretta, telaprevir e boceprevir , approvati di recente per il trattamento dell'epatite C, sono risultati efficaci anche nei pazienti coinfettati HIV, secondo quanto emerge da due studi distinti di fase II, presentati[...]

Hiv, monocompressa a quattro farmaci non inferiore al regime triplice

I risultati completi emersi da uno studio pivotal di Fase III dimostrano la non inferiorità del regime Quad, un regime monocompressa a somministrazione monogiornaliera contenente elvitegravir, cobicistat, emtricitabina e tenofovir disoproxil fumarato[...]

Se l'Alzheimer progredisce, utile continuare donepezil

Proseguire a lungo la terapia con l'inibitore della colinesterasi donepezil migliora in qualche misura le capacità cognitive dei pazienti che soffrono di Alzheimer di grado da moderato a severo. Invece, l'aggiunta di altri farmaci indicati per la mal[...]

Telangectasia emorragica, bevacizumab migliora l’epistassi e la funzione cardiaca

La terapia con l’inibitore del VEGF bevacizumab potrebbe migliorare la funzione cardiaca e ridurre le epistassi dei pazienti che soffrono di un raro disordine vascolare conosciuto con il nome di telangectasia emorragica. E’ quanto emerso da uno studi[...]

Hiv, in pediatria ritardare la terapia non ha effetti sul QI

Lo sviluppo neurologico dei bambini con infezione da Hiv non sembra essere influenzato dal momento in cui si inizia la terapia antiretrovirale. E’ quanto emerso da uno studio presentato in occasione della Conferenza Internazionale sui retrovirus e le[...]

Infezioni da H. pylori, terapia sequenziale più efficace della standard

La triplice terapia standard per le infezioni da Helicobacter pylori eradica il batterio solo nel 55% dei casi, mentre la terapia sequenziale risulta più efficace. E’ quanto emerso da uno studio riportato in occasione della Canadian Digestive Diseas[...]