Altri Studi

VIDEO

Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


Infezioni intra-addominali e delle vie urinarie, utilità delle strategie di risparmio di carbapeneme


Citomegalovirus, rischi per i pazienti sottoposti a trapianto.Importanza di puntare sulla profilassi


Infezioni nosocomiali della cute e dei tessuti molli, gli strumenti per contrastarle


Clostridium difficile, chi colpisce e come gestire i pazienti


ARTICOLI

Diabete di tipo 2, linee guida italiane (SID) a misura di bambino

Visto il rapido e continuo incremento dei casi di diabete di tipo 2 tra bambini e adolescenti, l'American Academy of Pediatrics emana le prime linee guida in assoluto dedicate alla diagnosi e al trattamento di questa condizione tipica dei grandi, a m[...]

Acido folico e rischio cancro, una metanalisi smentisce il legame

L'assunzione di acido folico attraverso integratori non sembra né aumentare né ridurre il rischio complessivo di cancro e ha un effetto pressoché nullo sul rischio di sviluppare un tipo specifico di cancro nei primi 5 anni di assunzione. Il possibile[...]

Sepsi, somministrazione di antibiotici più veloce se in reparto ci sono le linee guida

Disporre di linee guida sulla sepsi può velocizzare i tempi per la somministrazione di antibiotici nei bambini che vanno incontro a sepsi o shock settico. È quanto emerge da uno studio monocentrico appena presentato al congresso della Society of Crit[...]

Sclerosi multipla, interferone una volta al mese efficace nel ridurre le ricadute

Una formulazione di interferone pegilato beta-1a che permette una somministrazione quindicinale o addirittura mensile si è dimostrata efficace nel ridurre i tassi di recidiva in pazienti affetti sclerosi multipla recidivante-remittente nello studio p[...]

Deficit di vitamina D aumenta il rischio di sepsi nei pazienti ricoverati in terapia intensiva

I pazienti che prima di essere ricoverati in una unità di terapia intensiva presentano un deficit di vitamina D hanno un rischio superiore di sviluppare sepsi e di mortalità una volta sviluppata la malattia. E' quanto emerso da due studi presentati i[...]

Febbre dengue, positiva la fase I per vaccino tetravalente sperimentale

Un nuovo vaccino sperimentale per la febbre dengue, sviluppato da un gruppo di ricercatori del National Institutes of Health (NIH), è risultato sicuro ed efficace nello stimolare una risposta immunitaria nella maggior parte delle persone a cui è stat[...]

Allergia alle penicilline aumenta rischio di reazioni allergiche ai carbapenemi

Le persone allergiche alle penicilline hanno una maggiore probabilità di presentare reazioni allergiche anche ai carbapenemi (imipenem, meropenem). Lo dimostra uno studio presentato in occasione del Congresso della Society of Critical Care Medicine [...]

Valproato in gravidanza riduce QI bambini fino a 6 anni

Uno studio pubblicato su Lancet Neurology mostra che l'uso del farmaco antiepilettico valproato durante la gravidanza può avere effetti negativi sul quoziente intellettivo del bambino, fino all'età di sei anni.

Hiv, terapia genica blocca replicazione virale

Un gruppo di ricercatori del Queensland Institute of Medical Research di Brisbane in Australia è riuscito a bloccare, in vitro, la replicazione di Hiv-1 nelle cellule CD4+ umane utilizzando una terapia genica basata su una proteina dello stesso virus[...]

In Italia 3500 casi di tumore alla cervice ma vaccino HPV si usa poco

La prevenzione resta l'arma più importante, su questo si concentra l'impegno di O.N.Da all'interno del Progetto Europeo AURORA, di cui è capofila, ora esteso ai “nuovi Paesi' dell'Unione Europea: Lettonia, Bulgaria, Romania, Grecia, Repubblica Ceca, [...]

SLA: segnali di efficacia per la L-acetilcarnitina

Uno studio pilota di fase II, condotto presso l'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano suggerisce che la combinazione di L-acetilcarnitina e riluzolo può fornire benefici nei pazienti affetti da Sla (sclerosi laterale amiotrofica).[...]

Possibile associazione tra uso regolare di aspirina e degenerazione maculare

L'uso regolare di aspirina sembra associato all'aumento del rischio di sviluppare la degenerazione maculare senile (AMD) neovascolare o essudativa. Lo dimostra uno studio pubblicato sul JAMA Internal Medicine.

Hiv: possibile ridurre frequenza monitoraggio CD4 nei pazienti che rispondono bene alla terapia

Secondo uno studio pubblicato su Clinical Infectious Diseases, nei pazienti con infezione da Hiv che rispondono bene alla terapia antiretrovirale non è necessario effettuare più di una volta l'anno il monitoraggio della conta delle cellule CD4.

Malattie neurodegenerative, nuove speranze dal trapianto di cellule staminali

Un team di ricercatori italiani ha ottenuto buoni risultati nel trattamento dell'atrofia muscolare spinale (SMA) utilizzando cellule staminali pluripotenti indotte (iPSCs) geneticamente modificate. Lo studio, pubblicato su Science Translational Medic[...]

HIV, recupero migliore del sistema immunitario se si inizia presto la ART

Iniziare la terapia antiretrovirale (ART) fin dalle prime settimane o i primi mesi dall'infezione si associa a una progressione più lenta della malattia e a un recupero migliore del sistema immunitario. A evidenziarlo sono due studi pubblicati pochi [...]

Vaccino pandemico antinfluenzale sicuro per il feto

Uno studio osservazionale norvegese evidenzia che il vaccino adiuvato somministrato nel Paese durante l'influenza A (H1N1) del 2009 non si è associato a un maggior rischio di morte fetale. Gli autori del lavoro, appena uscito sul New England Journal [...]

Supplementazione di colina durante la gravidanza riduce il rischio di schizofrenia nei bambini

La colina, un nutriente essenziale simile alla vitamina B e presente in alcuni cibi, se assunta come supplemento durante gli ultimi due trimestri di gravidanza e durante i primi giorni di vita del neonato riduce il rischio di schizofrenia nei bambini[...]

Morbo di Parkinson: avviato il primo studio pilota a base di cellule staminali autologhe

E' in corso la prima sperimentazione clinica basata sulla somministrazione di cellule staminali mesenchimali autologhe per la cura della Paralisi Sopranucleare Progressiva (PSP), una forma di parkinsonismo particolarmente aggressiva che non presenta,[...]

Vaccino contro il meningococco B efficace nella prima infanzia, studio su The Lancet

La prestigiosa rivista The Lancet ha pubblicato oggi online i risultati di uno studio clinico registrativo di fase III condotto con il vaccino contro il meningococco B [rDNA, componente, adsorbito], un trial che ha coinvolto 3.630 bambini a partire d[...]

Livelli ridotti di vitamina D aumentano il rischio di cefalea

Secondo uno studio norvegese pubblicato su Headache, il mal di testa non emicranico, ovvero quello che non risponde ai criteri diagnostici tipici dell'emicrania è associato a livelli ridotti di 25-idrossi-vitamina D o 25(OH)D.