Altri Studi

VIDEO

Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


Alt a nausea e vomito in gravidanza, arriva nuovo farmaco collaudato su 200mila donne


Nausea e vomito in gravidanza, perché insorge, quali sono le cause e cosa fare


Idrosadenite suppurativa: arriva HIDRAdisk, la prima app per valutare l'impatto della malattia


Idrosadenite suppurativa: le 5 cose da sapere


Idrosadenite suppurativa: come incide sulla qualità di vita di chi ne soffre?


Ceftolozane/tazobactam, efficace nelle polmoniti nosocomiali associate a ventilazione. Lo studio ASPECT-NP


Polmoniti nosocomiali associate a ventilazione, identikit dell'infezione e di come contrastarla


Infezioni intra-addominali e delle vie urinarie, utilità delle strategie di risparmio di carbapeneme


Citomegalovirus, rischi per i pazienti sottoposti a trapianto.Importanza di puntare sulla profilassi


Infezioni nosocomiali della cute e dei tessuti molli, gli strumenti per contrastarle


Clostridium difficile, chi colpisce e come gestire i pazienti


ARTICOLI

Etanercept, studio a più switch conferma efficacia del biosimilare di Sandoz

Sul British Journal of Dermatology è sttao recentemente pubblicato lo studio EGALITY che ha dimostrato sicurezza, efficacia ed immunogenicità equivalenti tra il biosimilare di etanercept sviluppato da Sandoz e il prodotto di riferimento, Enbrel. Lo s[...]

Hiv, in studio somministrazione mensile di cabotegravir e rilpivirina

ViiV Healthcare ha annunciato la partenza di due studi di fase III disegnati per valutare un regime iniettabile a lunga durata d'azione che associa cabotegravir e rilpivirina nel trattamento dell'infezione da virus HIV-1. I due trial, FLAIR (First L[...]

Diagnosi tardiva e aumento delle infezioni tra i giovani, i dati sull'HIV dal congresso SIMIT

In Italia il 15% circa dei portatori dell'infezione da HIV non è consapevole. E' quanto emerge da un'analisi presentata nel conrso del congresso SIMIT in corso a Baveno. Una diagnosi su due è tardiva, sono 4mila le nuove diagnosi ogni anno.

HIV al femminile. Dai risultati dello studio ARIA nuove prospettive per una terapia “a misura di donna”

Menopausa, gravidanza e potenziali effetti indesiderati di genere impongono l'impiego di terapie sempre più “a misura di donna” per l'infezione da HIV. Lo studio ARIA, i cui risultati sono stati presentati al congresso SIMIT di Baveno, dimostra la su[...]

Terapia genica sempre più vicina a diventare realtà grazie alla ricerca "Made in Italy"

Le malattie rare conosciute sono oltre seimila, di cui circa l'80% è di origine genetica. L'Italia partecipa con un ruolo di primo piano allo sviluppo della terapia genica, in particolar modo grazie alla Fondazione Telethon, che sta attualmente suppo[...]

Attenzione e cura dei "pets": dal cane ai rettili, le infezioni causate dagli animali. Al congresso SIMIT si fa il punto sulla Leishmaniosi

Prosegue a Baveno, fino al 19 ottobre, il XV Congresso Nazionale SIMIT. Ottocento gli specialisti infettivologi presenti riuniti per discutere anche di infezioni causate dagli animali, domestici o meno.

Alimentazione: obesità pericolosa come malnutrizione

Due persone obese su tre vivono in paesi in via di sviluppo, dove spesso si è passati direttamente dalla malnutrizione, soprattutto infantile, al sovrappeso: in occasione della Giornata mondiale dell'Alimentazione, promossa dall'Organizzazione delle [...]

Forbici Molecolari per fermare l'HIV

Importanti risultati nella lotta contro l'HIV grazie alla tecnologia gene editing messa a punto da un gruppo di ricercatori USA guidati dal professor Kamel Khalili della Temple University di Philadelphia e in Italia dal professor Pasquale Ferrante de[...]

Psoriasi a placche, tildrakizumab controlla la malattia

Sono stati annunciati oggi i risultati aggiornati di due studi clinici di fase III (reSURFACE 1 e 2) che hanno raggiunto l'endpoint primario con tildrakizumab, inibitore sperimentale di IL-23p19, in pazienti con psoriasi a placche da moderata a grave[...]

Ceftazidime-avibactam efficace nel 59% delle infezioni da enterobatteri resistenti ai carbapenemi, ma con alcuni problemi di resistenza

La somministrazione endovena della combinazione di antibiotici ceftazidime-avibactam è in grado di trattare con successo il 59% delle infezioni da enterobatteri resistenti ai carbapenemi (CRE), con una sopravvivenza pari al 76% a 30 giorni. E' quanto[...]

Psoriasi: con ixekizumab (anti IL-17) pelle libera da placche per 8 pazienti su 10

Dal congresso europeo di dermatologia di Vienna arrivano conferme per ixekizumab, nuovo anticorpo monoclonale che blocca la interleukina-17 (IL-17). Sul farmaco sono stati presentati 17 abstract che ne confermano il profilo di sicurezza a lungo termi[...]

Psoriasi, con secukimumab rimozione delle lesioni cutanee importante e duratura

Sono stati annunciati i nuovi dati che dimostrano che secukinumab fornisce una rimozione delle lesioni cutanee importante e duratura ai pazienti affetti da psoriasi a placche da moderata a severa nel corso di 4 anni di trattamento. Questi recentissim[...]

Psoriasi, l'anti IL-23 guselkumab supera l'anti TNF

Al congresso di Vienna della European Academy of Dermatology and Venereology Janssen ha presentato i dati, molto interessanti, di un nuovo biologico, che prende il nome di guselkumab, che è addirittura riuscito a fare meglio di adalimumab, incontrast[...]

Dermatite atopica, due studi sul NEJM confermano efficacia e sicurezza di dupilumab

Pubblicati sul New England Journal of Medicine i risultati positivi di due studi di fase III condotti con dupilumab in pazienti con dermatite atopica da moderata a severa non adeguatamente controllata. I dati verranno presentati oggi nel corso di un[...]

Degenerazione maculare legata all'età, co-formulazione aflibercept-rinucumab non raggiunge l'endpoint in fase II

La co-formulazione di aflibercept e rinucumab, un anticorpo anti-PDGFR-beta, non ha raggiunto l'endpoint principale dello studio di fase II CAPELLA condotto in pazienti con degenerazione maculare associata all'età.

HIV, terapia precoce riduce del 96% il rischio di trasmissione virale nelle coppie sierodiscordanti

Un nuovo studio pubblicato sul NEJM fornisce nuove evidenze sull'efficacia della terapia antiretrovirale (ART) precoce nel prevenire la trasmissione dell'HIV nelle coppie siero discordanti, in cui uno solo dei partner è affetto dal virus.

Aggiunta di azitromicina durante il cesareo riduce il rischio di infezioni post parto

Le donne trattate con azitromicina in aggiunta alla profilassi antibiotica standard durante il parto cesareo hanno un rischio inferiore di infezioni post parto rispetto alle donne trattate con la sola profilassi standard. Lo dimostrano i risultati di[...]

Hiv, combinazione dolutegravir e lamivudina promettente come terapia iniziale

In uno studio pilota, la combinazione di dolutegravir e lamivudina ha portato alla soppressione virologica nel 90% dei pazienti con Hiv trattati. Lo studio è stato presentato in occasione della 21a International AIDS Conference (AIDS 2016).

Livelli di citomegalovirus marker di immunodeficienza nei pazienti con Hiv

I pazienti con Hiv e tubercolosi, che presentano anche infezione da citomegalovirus non sembrano avere un rischio superiore di mortalità a causa della coinfezione, secondo i risultati di uno studio presentato alla 21a International AIDS Conference (A[...]

Hiv, regime con raltegravir once a day non inferiore a quello due volte al giorno

I pazienti con Hiv trattati con un regime once a day contenete l'inibitore dell'integrasi raltegravir mostrano un livello di soppressione virologica simile a quello osservato con il regime antiretrovirale somministrato due volte al giorno. E' quanto [...]