Altri Studi

VIDEO

HIV: due farmaci efficaci quanto tre, risultati degli studi GEMINI


HIV, soppressione virale equivale a nessuna trasmissione dell'infezione


Terapie avanzate nelle malattie rare: sono costo-efficaci?


Talassemie trasfusione dipendenti: terapie attuali e che prospettive apre la terapia genica


Talassemie trasfusione dipendenti: cosa sono, quanto sono frequenti, come si arriva alla diagnosi


Adrenoleucodistrofia: come si cura con le terapie attuali e che prospettive apre la terapia genica


Terapie avanzate per le malattie rare: serve un fondo nazionale


Malattie rare e terapie avanzate: come si è organizzata Regione Lombardia?


Telemedicina applicata alla dialisi peritoneale: come funziona e quali sono i vantaggi


Dialisi peritoneale domiciliare: che cos'è e quali sono i vantaggi


Malattia renale cronica: Piano Nazionale Cronicità promuove deospedalizzazione e personalizzazione cure


Dialisi domiciliare personalizzata terapia di prima scelta secondo la SIN


Dialisi peritoneale domiciliare, cosa ne pensano i pazienti?


Dialisi peritoneale domiciliare controllata a distanza: studio di HTA ne dimostra il vantaggio economico


Psoriasi: come funziona apremilast e come impatterà sulla pratica clinica


Dermatoscopia: principali campi di applicazione in pediatria


Dermatoscopia nei disturbi del cuoio capelluto e dei capelli, ultime novità


Amiloidosi da transtiretina: studi di fase III aprono nuove prospettive per i pazienti


Orticaria cronica spontanea: come si fa la diagnosi?


La terapia dell'orticaria cronica spontanea


Orticaria cronica spontanea: epidemiologia e caratteristiche principali


Nuove linee guida per la cura dell'HIV presentate al congresso EACS di Milano


ARTICOLI

Conferme per insulina degludec dal congresso italiano di diabetologia

Presentati al 24° congresso della Società Italiana di Diabetologia, in svolgimento a Torino, i risultati di due studi clinici di fase 3 condotti con la nuova insulina degludec, pubblicati poche settimane fa sulla rivista The Lancet. Gli studi hanno c[...]

Fesoterodina efficace nell'incontinenza urinaria

In un nuovo studio di fase III, l'antagonista dei recettori muscarinici fesoterodina è risultato più efficace del placebo nel trattamento dell'incontinenza urinaria da urgenza nei pazienti anziani. Il trial è stato presentato in occasione del Congres[...]

Vescica iperattiva, fase II positiva per solabegron

Il trattamento con l’antagonista dell’adrenorecettore beta-3, solabegron, riduce significativamente gli episodi di incontinenza urinaria nelle donne che soffrono di vescica iperattiva. E’ quanto emerso da uno studio di fase II presentato in occasione[...]

Dalla pelle cellule riprogrammate che riparano il cuore

I ricercatori del Rambam Medical Center di Haifa (Israele) sono riusciti per la prima volta a trasformare cellule dell'epidermide di pazienti con insufficienza cardiaca in cellule del cuore funzionanti in grado di riparare il muscolo cardiaco dannegg[...]

Asma, conferme in fase II per tiotropo in in monosomministrazione giornaliera

I dati di uno studio di Fase II, presentati oggi in occasione del Congresso Annuale 2012 dell'American Thoracic Society, mostrano risultati positivi per tiotropio in monosomministrazione giornaliera in adolescenti con asma sintomatica persistente di[...]

Olodaterolo, nuovo anti BPCO completa la Fase II

I risultati presentati oggi in occasione del Congresso Annuale 2012 dell'American Thoracic Society completano il quadro del programma di studi clinici di Fase II su olodaterolo come monoterapia della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO). Lo st[...]

Vitamina D2 non riduce il prurito nei pazienti dializzati

La terapia con ergocalciferolo (vitamina D2) non risulta efficace contro il prurito uremico nei pazienti emodializzati, il sintomo più frequente e invalidante delle persone con insufficienza renale cronica, soprattutto in fase avanzata e terminale. [...]

L’aspirina non limita la guarigione delle ulcere peptiche

Nei pazienti che hanno sviluppato ulcere peptiche a causa dell’aspirina, le percentuali di guarigione dopo una terapia con l’inibitore della pompa protonica (IPP) esomeprazolo sono risultate simili in coloro che hanno continuato anche l’aspirina e co[...]

BPCO, conferme dalla fase III per glicopirronio bromuro

I risultati dello studio pivotal di fase III GLOW2 dimostrano che la monosomministrazione giornaliera di 50 mcg di NVA237 (glicopirronio bromuro) è superiore al placebo nel migliorare la funzionalità polmonare, la sintomatologia e la qualità di vita,[...]

Crenezumab, primo farmaco in sperimentazione per prevenire l'Alzheimer

Genentech, società interamente posseduta da Roche, ha annunciato che, insieme al National Institutes of Health (NIH) e ad altre organizzazioni, parteciperà alla conduzione del primo studio sulla prevenzione dell'Alzheimer in individui cognitivamente [...]

Aflibercept, benefici fino a un anno nell'edema maculare diabetico

Aflibercept (VEGF Trap-Eye) ha dimostrato di fornire un beneficio significativo ai pazienti affetti da edema maculare diabetico in un trial di fase II, lo studio DA VINCI, di cui sono appena stati pubblicati sulla rivista Ophtalmology i risultati a u[...]

Tacrolimus topico e per bocca efficace nella dermatite atopica

In un piccolo studio pilota presentato al congresso della Society for Investigative Dermatology, a Raleigh, nel North Carolina, un trattamento di 14 settimane con tacrolimus per via orale e per via topica ha portato a una diminuzione dei punteggi di [...]

Alzheimer, il cervello ci dice se il farmaco può avere effetto

Il nostro cervello è in grado di rispondere alla terapia farmacologica contro l'Alzheimer? Una risonanza magnetica può dirlo. Uno studio italiano pubblicato sulla rivista Behavioral Neurology, ha dimostrato che i pazienti che subiscono un progressivo[...]

PPI aumentano rischio di infezioni da C. difficile

Un nuovo studio mostra che gli inibitori di pompa protonica (IPP) aumentano il rischio di sviluppare infezioni da Clostridium difficile, soprattutto nei pazienti in terapia con antibiotici. La ricerca è stata pubblicata sull'American Journal of Gastr[...]

Depressione, positivi tre studi di fase III su nuovo farmaco di Lundbeck

La danese Lundbeck ha reso noto che i risultati di tre studi di fase III condotti con il nuovo antidepressivo vortioxetine sono stati positivo. Il farmaco, noto anche con la sigla LU AA21004 e sviluppato congiuntamente con la giapponese Takeda, ris[...]

Schizofrenia, uso cronico di benzodiazepine aumenta il rischio di mortalità

Nei pazienti schizofrenici, l'uso cronico di benzodiazepine è associato a un aumento del rischio di decesso, mentre il trattamento con un antidepressivo o con diversi antipsicotici in contemporanea non lo è, stando ai risultati di uno studio osservaz[...]

Depressione, desvenlafaxina efficace nella prevenzione delle ricadute a lungo termine

In occasione del 165° congresso dell'American Psychiatric Association (APA) a Phiiladelphia, sono stati presentati nuovi dati positivi su desvenlafaxina 50 mg/die a rilascio prolungato per il trattamento del disturbo depressivo maggiore (DDM) in pazi[...]

Rabeprazolo: doppia dose migliora guarigioni nel reflusso gastroesofageo refrattario

Se una dose giornaliera di rabeprazolo non fosse efficace per il reflusso gastroesofageo, la somministrazione di rabeprazolo due volte al giorno potrebbe essere più efficace, è quanto dimostrato da un gruppo giapponese tramite endoscopia.

Epilessia, antidepressivi riducono gli attacchi in caso di crisi frequenti

I pazienti che soffrono di epilessia e che presentano più di un attacco epilettico al mese sembrano ottenere una riduzione delle crisi quando vengono trattati con farmaci antidepressivi. E' quanto emerso da uno studio presentato in occasione del Cong[...]

HIV, tesamorelin agisce sul metabolismo e riduce l'adiposità addominale

La riduzione dell'adiposità addominale ottenuta tramite trattamento con tesamorelin è associata a un miglioramento di alcuni parametri chiave del metabolismo, secondo uno studio pubblicato nell'edizione online del Clinical Infectious Diseases.