Altri Studi

VIDEO

HIV: due farmaci efficaci quanto tre, risultati degli studi GEMINI


HIV, soppressione virale equivale a nessuna trasmissione dell'infezione


Terapie avanzate nelle malattie rare: sono costo-efficaci?


Talassemie trasfusione dipendenti: terapie attuali e che prospettive apre la terapia genica


Talassemie trasfusione dipendenti: cosa sono, quanto sono frequenti, come si arriva alla diagnosi


Adrenoleucodistrofia: come si cura con le terapie attuali e che prospettive apre la terapia genica


Terapie avanzate per le malattie rare: serve un fondo nazionale


Malattie rare e terapie avanzate: come si è organizzata Regione Lombardia?


Telemedicina applicata alla dialisi peritoneale: come funziona e quali sono i vantaggi


Dialisi peritoneale domiciliare: che cos'è e quali sono i vantaggi


Malattia renale cronica: Piano Nazionale Cronicità promuove deospedalizzazione e personalizzazione cure


Dialisi domiciliare personalizzata terapia di prima scelta secondo la SIN


Dialisi peritoneale domiciliare, cosa ne pensano i pazienti?


Dialisi peritoneale domiciliare controllata a distanza: studio di HTA ne dimostra il vantaggio economico


Psoriasi: come funziona apremilast e come impatterà sulla pratica clinica


Dermatoscopia: principali campi di applicazione in pediatria


Dermatoscopia nei disturbi del cuoio capelluto e dei capelli, ultime novità


Amiloidosi da transtiretina: studi di fase III aprono nuove prospettive per i pazienti


Orticaria cronica spontanea: come si fa la diagnosi?


La terapia dell'orticaria cronica spontanea


Orticaria cronica spontanea: epidemiologia e caratteristiche principali


Nuove linee guida per la cura dell'HIV presentate al congresso EACS di Milano


ARTICOLI

Nuovo antidiabete ipragliflozin brilla in fase III

Risultati brillanti in fase III, di nome e di fatto, per l’antidiabetico sperimentale ipragliflozin nello studio BRIGHTEN (in inglese, appunto, brillare), appena presentato al congresso EASD di Lisbona. Nel trial, questo agente, un inibitore selettiv[...]

Possibile legame ondansetron e prolungamento del tratto QT, l’Fda indaga

La Food and drug administration ha reso noto con un comunicato di aver intrapreso un riesame sulla sicurezza del farmaco anti-nausea ondansetron, legata al fatto che il prodotto può causare un prolungamento dell'intervallo QT, che può a sua provocare[...]

Malaria, nuovo vaccino non efficace ma possibile nuovo utilizzo

Il nuovo vaccino antimalarico la cui sigla è FMP2.1/AS02A, contenente la versione ricombinante dell’antigene di membrana AMA1 del ceppo 3D7del Plasmodium falcifarum non previene le infezioni da parte del parassita responsabile della malattia. Il farm[...]

Trattare adeguatamente l’epilessia riduce le morti improvvise e inaspettate

I pazienti epilettici mostrano una minore incidenza di decessi improvvisi e inaspettati (Sudep) se adeguatamente controllati con i farmaci indicati contro la patologia. E’ il risultato di una meta-analisi pubblicata su Lancet Neurology.

Exenatide once weekly non vince su liraglutide

Lo studio DURATION-6, appena presentato al congresso EASD di Lisbona, non è riuscito nell’intento di dimostrare che la formulazione once-weekly dell’antidiabetico exenatide è efficace quanto le iniezioni quotidiane di liraglutide nel ridurre l'emoglo[...]

Insufficienza cardiaca aumenta rischio fratture nei pazienti anziani

L’insufficienza cardiaca nei pazienti anziani aumenta di circa il 30% il rischio di fratture osteoporotiche, indipendentemente dai fattori di rischio per l’osteoporosi e dalla densità minerale ossea (Bmd). E’ il risultato di uno studio presentato in [...]

Epatite C, con telaprevir bastano 24 settimane di terapia

Pubblicati oggi sul New England Journal of Medicine i risultati dello studio clinico di Fase III ILLUMINATE, che analizza la risposta dei pazienti naïve affetti da epatite C cronica di genotipo 1 alla terapia con telaprevir, in combinazione con inter[...]

Alzheimer, memantina aumenta efficacia di donezepil

La combinazione di memantina e donepezil è più efficace del solo donepezil in pazienti con Alzheimer da moderato a severo. E’ quanto affermato in uno studio presentato in occasione del Congresso della European Federation of Neurological Societies (EF[...]

Sclerosi multipla, deludenti risultati con acidi grassi omega 3

Gli acidi grassi omega 3 non hanno effetti benefici sui pazienti con sclerosi multipla (SM) recidivante remittente. E' quanto riportato in uno studio presentato in occasione del Congresso della European federation of Neurological Societies (EFNS) di [...]

Exenatide, possibile terapia a lungo termine nel DM2 con rischio CV

I risultati dello studio DURATION mostrano che la formulazione settimanale di exenatide potrebbe essere usata come terapia a lungo termine nei pazienti con diabete di tipo 2 non adeguatamente controllati con metformina e che presentano fattori di ris[...]

Rivaroxaban dopo l'eparina negli interventi di protesizzazione d'anca o ginoccchio

Uno studio di farmacocinetica ha valutato l'effetto della somministrazione di una sola dose da 10 mg di rivaroxaban per via orale, da 10 a 12 ore dopo l'ultima dose di un ciclo di eparina a basso peso molecolare oppure dopo 22-28 ore dall’ultima dose[...]

Linagliptin once a day, da Lisbona conferme a due anni

In occasione del congresso europeo sul diabete in corso a Lisbona, sono stati presentati i risultati di uno studio di Fase III della durata di 102 settimane su linagliptin, che mostrano riduzioni significative e durature della glicemia in soggetti ad[...]

Insulina degludec come la glargine anche con somministrazioni irregolari

Il trattamento del diabete di tipo 2 con l'insulina a lunga durata d'azione degludec, somministrata a differenti distanze di tempo tra una dose e l'altra, riduce la glicemia e non provoca eventi di ipoglicemia allo stesso modo dell'insulina glargin[...]

Insulina più liraglutide, miglior controllo glicemico senza aumento di peso

L’aggiunta di insulina alla terapia con l’analogo del GLP-1 liraglutide migliora il controllo glicemico e non provoca un aumento del peso corporeo dei pazienti con diabete di tipo 2. E’ quanto emerso da uno studio presentato in occasione dell’EASD d[...]

Tossina botulinica efficace nella ‘real life’contro la distonia cervicale

Nei pazienti con distonia cervicale non arruolati in uno studio clinico, ma trattati nell’ambito della cosiddetta vita reale, un trattamento con la tossina botulinica ha permesso di ottenere un’alta percentuale di risposte. Il dato emerge da uno stud[...]

Bifosfonati, possibile protezione contro il ca endometriale

Il trattamento con bifosfonati potrebbe più che dimezzare il rischio di tumore dell'endometrio. A metterlo in evidenza è uno studio caso-controllo presentato in occasione del 17° congresso della European Society of Gynecological Oncology (ESGO), che [...]

Ca ovarico, chemio ottimale allunga vita nell’anziana

I dati combinati di tre grossi studi clinici evidenziano che nelle pazienti anziane con carcinoma ovarico una chemioterapia ottimale a base di platino e taxani prolunga in modo significativo la sopravvivenza. I risuktati dell’analisi sono stata prese[...]

Diabete e infarto, chi si sente peggio vive meno

I pazienti di sesso maschile con diabete di tipo 2 e reduci da un infarto miocardico acuto (IMA) che hanno i punteggi più bassi nei test di qualità di vita hanno un rischio di mortalità superiore rispetto ad altri uomini nelle stesse condizioni, ma i[...]

Vaccini, studio americano conferma la sicurezza nei pazienti pediatrici

E' da poco stata resa pubblica una nuova meta analisi di oltre 1.000 studi che ha mostrato che i vaccini che oggi vengono comunemente usati nei pazienti pediatrici sono sicuri, possono causare pochi effetti collaterali e non ci sono prove che siano r[...]

Liraglutide, meglio somministrarlo precocemente

Il trattamento tempestivo con l’agonista del GLP-1 liraglutide migliora il controllo glicemico nei pazienti con diabete di tipo 2 rispetto a un trattamento col farmaco iniziato tardivamente. Inoltre, i pazienti che hanno ricevuto il medicinale dopo [...]