Altri Studi

VIDEO

HIV, importanza del raggiungimento dell'U=U (non rilevabile=non trasmissibile)


HIV, semplificazione e vantaggi della duplice terapia


HIV, le moderne triplici terapie incontrano le esigenze dei pazienti


HIV, novità nel trattamento per i pazienti multiresistenti


Epatite C, potenza ed efficacia del regime che elimina l'HCV in 8 settimane


Long term therapy, le novità in terapia contro l'HIV


Approccio personalizzato al paziente con HCV, ruolo del test and treat


Batteri multiresistenti, un aiuto dalla terapia fagica


Epatite C, farmaci molto potenti e veloci per eliminare l'infezione


Polmoniti nosocomiali, le novità in terapia


Epatite C, un modello per stimare le persone da identificare e trattare


HIV, le ultime evidenze sul regime a due farmaci


HBV, i nuovi farmaci incontrano i bisogni insoddisfatti dei pazienti


Le micobatteriosi atipiche, importanza della multidisciplinarietà e delle notifiche al Ministero


HIV e comorbidità, una sfida ancora aperta


Nuovi antibiotici, le caratteristiche farmacologiche che li rendono efficaci


Eradicare l’HCV nelle carceri, il ruolo della SIMSPE


I temi caldi della XVIII edizione del congresso SIMIT


Esigenze dei pazienti con HIV, quali sono e quanto sono soddisfatte dai nuovi farmaci


Tubercolosi, come gestire i casi difficili


Team multidisciplinare, fondamentale nella gestione delle micobatteriosi non tubercolari


Batteremie da batteri produttori di carbapenemasi, come si curano oggi i casi difficili?


ARTICOLI

Alisporivir, promettente in fase II contro l'epatite C

Un nuovo farmaco sperimentale sviluppato da Novartis per il trattamento dell'epatite C, che prende il nome di alisporivir e noto anche con la sigla DEB025, sembra essere un'utile aggiunta al trattamento standard, cioè la combinazione di peginterferon[...]

Fluvastatina possibile aiuto contro l'epatite C

Nuovi dati appena presentati a Berlino, durante il congresso annuale della European Association for the Study of Liver (EASL) confermano l'attività antivirale di fluvastatina nei pazienti con epatite C cronica, lasciando intravedere un possibile nuov[...]

Epatite C, in Usa crescono cirrosi, scompenso e ca epatico

Nell'ultimo decennio, l'impatto della cirrosi, dello scompenso epatico e del carcinoma epatocellulare nei pazienti con epatite C cronica è cresciuto in modo drammatico. Il dato allarmante emerge da un ampio studio retrospettivo americano di coorte, p[...]

Rebound epatite B nello switch entecavir-lamivudina

Lo switch a lamivudina dopo un trattamento iniziale con entecavir in pazienti con epatite B cronica si è tradotto in un rebound virale nel 24% dei casi e in una percentuale di resistenza del 12%. I dati provengono da uno studio della durata di 2 anni[...]

Epatite C, telaprevir migliora la risposta nei pazienti già trattati

Lo studio di fase III REALIZE dimostra che l'inibitore della proteasi sperimentale telaprevir, aggiunto alla terapia standard con interferone peghilato e ribavirina, permette di migliorare le percentuali di risposta virologica sostenuta (SVR) rispett[...]

Sindrome di Turner, più alte con estrogeni e GH

Le ragazze affette da sindrome di Turner, diventano significativamente più alte, una volta adulte, se trattate con iniezioni di ormone della crescita (GH) e la crescita aumenta se si associa un estrogeno a basse dosi. Lo dimostrano i risultati di un [...]

Inibitore di proteasi di Boehringer (fase II), risposta virologica sostenuta fino all'83%

Nuovi dati presentati oggi a Berlino in occasione del congresso europeo di epatologia hanno evidenziato l'efficacia dell'inibitore di proteasi BI 201335 di Boehringer Ingelheim per il trattamento dell'epatite cronica C genotipo 1, (il più difficile d[...]

Nuove raccomandazioni Usa per l'AR giovanile

L'American College of Rheumatology (ACR) ha sviluppato nuove linee guida sul trattamento dell'artrite idiopatica giovanile (AIG), una forma rara di artrite reumatoide che provoca infiammazione e rigidità articolare nei bambini fino a 16 anni.

Boceprevir migliora la risposta nell'epatite C cronica. Studio sul NEJM

L'aggiunta dell'inibitore della proteasi boceprevir alla terapia standard con interferone e ribavirina contro l'epatite C cronica da virus di genotipo 1 (forma difficile da trattare) migliora notevolmente la risposta virologica sostenuta (SVR) sia ne[...]

Radioterapia, più benefici che rischi

I benefici della radioterapia sono superiori al piccolo aumento del rischio di sviluppare un secondo tumore. Il messaggio, rassicurante, arriva da uno studio appena pubblicato sul sito web di The Lancet Oncology, da cui emerge che la percentuale di s[...]

Promettente nuovo farmaco contro la fibrosi cistica

La società farmaceutica americana Vertex Pharmaceuticals ha annunciato i risultati preliminari di uno studio di fase III denominato ENVISION condotto per valutare il farmaco sperimentale VX-770 in pazienti pediatrici con fibrosi cistica (FC) di età c[...]

Hiv, dibattito sulla profilassi con la Art durante l’allattamento

La terapia antiretrovirale (Art) eseguita dalla mamma sieropositiva durante l’allattamento è sicura e si associa a basse percentuali di trasmissione madre-figlio del virus Hiv. A dimostrarlo, confermando i risultati di trial precedenti simili, è uno [...]

Denosumab, conferme di efficacia anche con l’algoritmo FRAX

L’anticorpo monoclonale denosumab riduce in modo significativo il rischio di fratture da osteoporosi, fratture non vertebrali e fratture all’anca nelle donne in post-menopausa. Non si tratta di una novità, ma di una conferma che arriva da un’analisi [...]

Fibromialgia, aggiunta di milnacipran utile nei non responder a pregabalin

Ancora conferme sul fatto che contro la fibromialgia due farmaci sono meglio di uno. Infatti, l’aggiunta di milnacipran a un terapia con pregabalin si è dimostrata ben tollerata ed efficace per ridurre il dolore nei pazienti fibromialgici che non ris[...]

Vitamine non riducono mortalità per cancro o malattie CV

L'uso di integratori multivitaminici non riduce la mortalità per cancro o patologie cardiovascolari. A dimostrarlo è uno studio pubblicato lo scorso febbraio sull'American Journal of Epidemiology.

Capsaicina high tech efficace nella neuropatia da HIV

Nei pazienti con infezione da HIV, l'applicazione di un cerotto a base di capsaicina all'8% allevia per almeno tre mesi il dolore neuropatico associato alla patologia. E' il risultato di un'analisi i cui risultati sono stati riportati in occasione d[...]

Acido zoledronico dopo una frattura efficace anche nell'uomo

Negli uomini, un'iniezione l'anno di acido zoledronico 5 mg, somministrato entro 90 giorni da una frattura all'anca aumenta in modo significativo la densità minerale ossea (BMD) totale dell'anca stessa. È questa la conclusione di uno studio dell'Univ[...]

Gonadotropina corionica umana contro il dolore

Un ormone contro il dolore. A prospettare un impiego inatteso per la gonadotropina corionica umana (hCG), utilizzata di frequente nei trattamenti anti-sterilità, è un piccolo studio pilota in cui il farmaco è stato in grado nella maggior parte dei pa[...]

Pioglitazone frena del 70% la progressione a diabete

Il trattamento con pioglitazone è stato in grado di arrestare la progressione da una condizione di ridotta tolleranza al glucosio (o ‘prediabete') a diabete franco in un'ampia fetta di pazienti nello studio ACT NOW, un trial di fase III appena uscito[...]

Farmaco sperimentale di AZ fallisce nella ADHD

Il farmaco sperimentale sviluppato dalla società biotech americana Targacept in collaborazione con AstraZeneca, denominato TC-5619, non ha raggiunto l'endpoint primario in uno studio di fase II condotto in pazienti adulti con disturbo da deficit d'at[...]