Altri Studi

VIDEO

Psoriasi, con secukinumab efficacia mantenuta anche dopo 5 anni


Rene policistico: nuove prospettive di cura con il tolvaptan


Rene policistico: descrizione, cause, sintomi e diagnosi


Dermatite atopica: cos'è, le cause e come si presenta


Nuove possibilità di cura per la dermatite atopica


Come si fa ad applicare sulla cute la giusta quantità di cortisonico?


Orticaria cronica: le più moderne strategie di cura


Orticaria cronica: cosa è, come si presenta, i problemi per i pazienti


Ginecologia della terza età, verso una nuova menopausa


Contraccezione in perimenopausa, come comportarsi


Come proteggere l’osso durante la terapia antitumorale nella donna


Arriva anche in Italia ospemifene, nuova arma per combattere l'atrofia vulvo-vaginale


Atrofia vulvo-vaginale: che cos'è e come sconfiggere questo killer dell'intimità di coppia


Rachitismo, problema superato o ancora attuale?


Deficit di vitamina D nei bambini, quali sono i cut off


Ruolo della vitamina D nelle diverse fasi dell'età pediatrica


Ruolo della vitamina D sul sistema immunitario e nelle malattie dermatologiche


Vitamina D, cosa deve sapere il pediatra


Quali sono i livelli di vitamina D dei bambini italiani


Ruolo della vitamina D nel primo anno di vita del bambino


Novità nella contraccezione a lunga durata d'azione


Metodi contraccettivi a lunga durata d'azione, quali sono e vantaggi


ARTICOLI

Parkinson: alto rischio per livelli bassi di vitamina D

Secondo uno studio condotto da Paul Knekt e colleghi del National Institute for Health and Walfare di Helsinki, bassi livelli di vitamina D sembrano essere associati ad un elevato rischio di sviluppare il morbo di Parkinson.

Delude un nuovo antiemicrania di Gsk

Un farmaco sperimentale sviluppato da GlaxoSmithKline e dalla piccola biotech XenoPort, gabapentin enacarbil, ha dato risultati negativi in uno studio clinico di fase IIb condotto in pazienti con emicrania.

Febuxostat, conferme di efficacia nei pazienti gottosi

In pazienti affetti da gotta, il febuxostat, inibitore selettivo non-purinico della xantina ossidasi, riesce ad abbassare il livello serico di acido urico riportandolo a livelli normali (meno di 6 mg per dl) in meno di un mese di terapia.

Linagliptin riduce la glicemia nel diabete di tipo 2

I dati provenienti da quattro studi clinici di fase II appena presentati al congresso americano di diabetologia, dimostrano che linagliptin è in grado di ottenere una riduzione statisticamente significativa dei livelli ematici di zuccheri.