Altri Studi

VIDEO

Amiloidosi da transtiretina: studi di fase III aprono nuove prospettive per i pazienti


Orticaria cronica spontanea: come si fa la diagnosi?


La terapia dell'orticaria cronica spontanea


Orticaria cronica spontanea: epidemiologia e caratteristiche principali


Nuove linee guida per la cura dell'HIV presentate al congresso EACS di Milano


Hiv, dove sta andando la ricerca farmacologica?


HIV: associazione a dose fissa a base di darunavir efficace nei pazienti naive


Iperparatiroidismo secondario: arriva in Italia etelcalcetide, un nuovo calcio mimetico


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica: che cos'è e conseguenze


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica, il punto di vista dei pazienti


Psoriasi, con secukinumab efficacia mantenuta anche dopo 5 anni


Rene policistico: nuove prospettive di cura con il tolvaptan


Rene policistico: descrizione, cause, sintomi e diagnosi


Dermatite atopica: cos'è, le cause e come si presenta


Nuove possibilità di cura per la dermatite atopica


Come si fa ad applicare sulla cute la giusta quantità di cortisonico?


Orticaria cronica: le più moderne strategie di cura


Orticaria cronica: cosa è, come si presenta, i problemi per i pazienti


Ginecologia della terza età, verso una nuova menopausa


Contraccezione in perimenopausa, come comportarsi


Come proteggere l’osso durante la terapia antitumorale nella donna


Arriva anche in Italia ospemifene, nuova arma per combattere l'atrofia vulvo-vaginale


ARTICOLI

Aflibercept, risultati positivi nell'edema maculare diabetico

Bayer and Regeneron hanno reso noto che il loro prodotto sperimentale aflibercept (VEGF Trap-Eye) ha ottenuto risultati incoraggianti in uno studio di fase II su pazienti con edema maculare diabetico, nei quali ha migliorato la visione.

Taspoglutide, efficacia confermata da cinque trials

Roche ha reso noto che il nuovo antidiabetico taspoglutide, un nuovo analogo del GLP-1, ha raggiunto l'end point primario di riduzione della glicemia in cinque studi clinici che fanno parte del programma di sviluppo denominato T-emerge.

Denosumab efficace nel tumore a cellule giganti

Denousmab è stato in grado di arrestare la distruzione ossea progressiva e la diffusione del tumore in alcuni pazienti affetti da tumore a cellule giganti dell'osso, non operabile.