Altri Studi

VIDEO

Amiloidosi da transtiretina: studi di fase III aprono nuove prospettive per i pazienti


Orticaria cronica spontanea: come si fa la diagnosi?


La terapia dell'orticaria cronica spontanea


Orticaria cronica spontanea: epidemiologia e caratteristiche principali


Nuove linee guida per la cura dell'HIV presentate al congresso EACS di Milano


Hiv, dove sta andando la ricerca farmacologica?


HIV: associazione a dose fissa a base di darunavir efficace nei pazienti naive


Iperparatiroidismo secondario: arriva in Italia etelcalcetide, un nuovo calcio mimetico


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica: che cos'è e conseguenze


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica, il punto di vista dei pazienti


Psoriasi, con secukinumab efficacia mantenuta anche dopo 5 anni


Rene policistico: nuove prospettive di cura con il tolvaptan


Rene policistico: descrizione, cause, sintomi e diagnosi


Dermatite atopica: cos'è, le cause e come si presenta


Nuove possibilità di cura per la dermatite atopica


Come si fa ad applicare sulla cute la giusta quantità di cortisonico?


Orticaria cronica: le più moderne strategie di cura


Orticaria cronica: cosa è, come si presenta, i problemi per i pazienti


Ginecologia della terza età, verso una nuova menopausa


Contraccezione in perimenopausa, come comportarsi


Come proteggere l’osso durante la terapia antitumorale nella donna


Arriva anche in Italia ospemifene, nuova arma per combattere l'atrofia vulvo-vaginale


ARTICOLI

Occhio secco, risultati contrastanti per lifitegrast

Shire ha reso noti i risultati preliminari di uno studio di fase III denominato OPUS-2 condotto per valutare l'efficacia e la sicurezza di una soluzione di lifitegrast al 5,0% studiata per la terapia della sindrome da occhio secco.

Diabete tipo 2, vitamina D può migliorare depressione e dolore neuropatico

Stando ai risultati di uno studio della Loyola University di Chicago, l'assunzione di vitamina D sotto forma di integratori riduce il dolore nelle donne affette contemporaneamente da diabete di tipo 2 e depressione.

HIV, integratori multivitaminici e di selenio promettenti, in fase iniziale, per frenare la progressione della malattia

Stando ai risultati di un ampio studio appena pubblicato su Jama, l'assunzione di integratori multivitaminici e a base di selenio nelle fasi iniziali dell'infezione da HIV può rallentare la progressione della malattia.

Carenza di vitamina D predittiva di decesso nei pazienti sieropositivi

Uno studio europeo presentato di recente alla European AIDS Conference a Bruxelles suggerisce la presenza di una correlazione tra i livelli di 25-idrossivitamina D e rischio di decesso, ma non di altri eventi avversi.

Possibile legame tra uso prolungato di contraccettivi orali e rischio di glaucoma

Stando ai risultati di un ampio studio trasversale di popolazione presentato in occasione del congresso annuale dell'American Academy of Ophthalmology, assumere contraccettivi orali per più di 3 anni potrebbe raddoppiare il rischio di glaucoma.