Altri Studi

VIDEO

Telemedicina applicata alla dialisi peritoneale: come funziona e quali sono i vantaggi


Dialisi peritoneale domiciliare: che cos'è e quali sono i vantaggi


Malattia renale cronica: Piano Nazionale Cronicità promuove deospedalizzazione e personalizzazione cure


Dialisi domiciliare personalizzata terapia di prima scelta secondo la SIN


Dialisi peritoneale domiciliare, cosa ne pensano i pazienti?


Dialisi peritoneale domiciliare controllata a distanza: studio di HTA ne dimostra il vantaggio economico


Psoriasi: come funziona apremilast e come impatterà sulla pratica clinica


Dermatoscopia: principali campi di applicazione in pediatria


Dermatoscopia nei disturbi del cuoio capelluto e dei capelli, ultime novità


Amiloidosi da transtiretina: studi di fase III aprono nuove prospettive per i pazienti


Orticaria cronica spontanea: come si fa la diagnosi?


La terapia dell'orticaria cronica spontanea


Orticaria cronica spontanea: epidemiologia e caratteristiche principali


Nuove linee guida per la cura dell'HIV presentate al congresso EACS di Milano


Hiv, dove sta andando la ricerca farmacologica?


HIV: associazione a dose fissa a base di darunavir efficace nei pazienti naive


Iperparatiroidismo secondario: arriva in Italia etelcalcetide, un nuovo calcio mimetico


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica: che cos'è e conseguenze


Iperparatiroidismo secondario alla malattia renale cronica, il punto di vista dei pazienti


Psoriasi, con secukinumab efficacia mantenuta anche dopo 5 anni


Rene policistico: nuove prospettive di cura con il tolvaptan


Rene policistico: descrizione, cause, sintomi e diagnosi


ARTICOLI

Metformina potrebbe ridurre il rischio di demenza nei diabetici

Il diabete di tipo 2 raddoppia il rischio di demenza e un nuovo ampio studio osservazionale, appena presentato a Boston all'Alzheimer's Association International Conference, suggerisce che il trattamento con metformina può ridurre in modo significati[...]

Relazione inversa tra cancro e Alzheimer; possibile effetto protettivo della chemio

Un nuovo studio appena presentato a Boston alla conferenza internazionale dell'Alzheimer's Association suggerisce l'esistenza di una correlazione inversa tra la maggior parte dei tipi di cancro e la malattia di Alzheimer; inoltre, emerge dal lavoro, [...]

Alzheimer, conferme in fase II per farmaco sperimentale di Lundbeck/Otsuka

La danese Lundbeck e la giapponese Otsuka hanno reso noto che il farmaco sperimentale Lu AE58054 ha raggiunto l'end point primario in uno studio di fase II condotto in pazienti con malattia di Alzheimer. I dati sono stati presentati in occasione dell[...]

Farmaco sperimentale di Chiesi migliora la memoria nel decadimento cognitivo lieve

Un agente sperimentale messo a punto nei laboratori di Chiesi Farmaceutici e noto per ora con la sigla CHF5074, che modula l'attività delle cellule della microglia, sembra migliorare diversi domini della sfera cognitiva, e in particolare la memoria, [...]

Alzheimer, risultati di fase 1b positivi per inibitore delle beta secretasi di Merck and Co.

Merck (Msd al di fuori di Stati Uniti e Canada) ha annunciato i risultati di uno studio di fase Ib condotto su MK-8931, un inibitore sperimentale della beta secretasi (BACE), in pazienti con Alzheimer da lieve a moderato.

Alzheimer, nuovi promettenti inibitori della gamma-secretasi

In occasione dell'Alzheimer's Association International Conference, in corso a Boston, sono stati presentati dati interessanti su diversi inibitori delle gamma-secretasi di nuova generazione molto promettenti, che, secondo i ricercatori, potrebbero r[...]

Svelato uno dei segreti alla base dell'origine del diabete tipo 2 negli obesi

“Un'altra importante tappa nella conoscenza del rapporto tra genesi dell'obesità e insorgenza del diabete; ancora una volta un frutto della ricerca italiana”, con queste parole Enzo Nisoli, Presidente della Società italiana dell'obesità (SIO) ha comm[...]

Malaria, speranze da nuova classe di molecole

Un gruppo di ricercatori dell'Instituto de Medicina Molecular (IMM) di Lisbona ha identificato una nuova classe di molecole con elevata attività antimalarica. Lo studio, condotto per ora solo su animali, è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista P[...]

Alzheimer, Lilly ci riprova con solanezumab

Entro l'anno, Eli Lilly inizierà uno studio di fase III che avrà lo scopo di valutare solanezumab in pazienti con Alzheimer di grado lieve. Lo scorso anno il farmaco aveva in larga parte deluso le aspettative fallendo il raggiungimento dell'end poin[...]

Bayer inizia studio di fase III su una nuovo Fattore VIII ricombinante

Dopo aver completato la fase di arruolamento dello studio PROTECT VIII nei pazienti adulti con emofilia A (PROphylaxis in hemophilia A patienTs via directly pEgylated long-aCTing rFVIII “Profilassi in pazienti con emofilia A con rFVIII direttamente P[...]

Con staminali trasportate da virus Hiv sei bambini guariti da malattie incurabili

Ha funzionato su sei bambini la terapia genica che usa come cavallo di Troia il virus dell'Aids. La ricerca italiana, pubblicata su Science, è presentata in una conferenza stampa a Milano, dai ricercatori dell'Istituto San Raffaele Telethon per la te[...]

Hiv, terapia molto precoce potrebbe portare alla remissione

Un potenziale sistema per conservare l'immunità specifica verso l'HIV potrebbe essere quello di iniziare il trattamento antiretrovirale molto precocemente, durante o appena dopo l'infezione primaria, con l'obiettivo di conservare le risposte immunita[...]

Hiv: dopo il “paziente di Berlino” altri due casi di possibile guarigione

Mentre nel nostro Paese il dibattito sull'uso delle staminali a scopo terapeutico è più vivo che mai, visto gli ultimi sviluppi sul metodo Stamina, dagli Stati Uniti arriva una notizia estremamente rilevante in questo ambito: due uomini affetti da HI[...]

Hiv, la pillola quattro in uno efficace anche a due anni

I risultati combinati di due trial randomizzati che hanno studiato il trattamento con quattro farmaci riuniti in una sola compressa da somministrarsi once a day messo a punto da Gilead (il brand è Stribild), hanno dimostrato l'efficacia di questa ter[...]

HIV, etravirina opzione valida per i pazienti che cambiano terapia

L'inibitore non nucleosidico della trascrittasi inversa etravirina (Intelence) è una buona opzione per i pazienti con infezione da HIV che non riescono a tollerare il regime con cui sono in trattamento e devono o voglioni cambiare terapia. Lo evidenz[...]

HIV, darunavir/ritonavir prolunga la soppressione virale nei bimbi sieropositivi

I bambini infettati dall'HIV trattati con l'inibitore della proteasi darunavir potenziato con ritonavir (Prezista) assieme a un regime di base ottimizzato riescono a mantenere il virus sotto controllo per almeno 48 settimane. Lo rivela un'analisi dei[...]

Psoriasi, secukinumab meglio dell'anti Tnf in studio head-to-head

Novartis ha annunciato i risultati top line di uno studio testa a testa di fase III che ha dimostrato la superiorità del nuovo anticorpo monoclonale secukinumab (un anti interleukina 17) verso l'anti-Tnf etanercept. Inoltre, secukinumab (AIN457) ha [...]

Psoriasi cronica del cuoio capelluto e steroidi ad alta potenza per via topica

Il trattamento di prima linea più efficace per la psoriasi a placche cronica del cuoio capelluto potrebbe essere rappresentato da steroidi ad alta potenza in soluzione topica, stando ai risultati di una nuova metanalisi appena pubblicata online sul B[...]

HIV, dolutegravir meglio di raltegravir nei pazienti pretrattati

L'inibitore dell' integrasi once daily dolutegravir appare più efficace di raltegravir due volte al giorno nei pazienti sieropositivi già trattati con antiretrovirali, con un minor numero di abbandoni dovuti al fallimento virologico e una minore comp[...]

Antibiotici entro primo anno aumentano rischio eczema

Dare antibiotici ai bambini al di sotto di un anno aumenta del 40% il rischio che sviluppino un eczema, una malattia della pelle. Lo afferma una ricerca pubblicata dal British Journal of Dermatology del Guy's and St Thomas' Hospital di Londra.