Altri Studi

VIDEO

Fragilità ossea nel paziente nefropatico: epidemiologia, cause e ruolo protettivo della vitamina D


Vitamina D e metabolismo minerale nel nefropatico: quali novità?


Prevenzione dell'HIV, nuove speranze dal vaccino "mosaico"


Prevenzione dell'HIV, cosa abbiamo a disposizione?


Hiv, chi si infetta maggiormente oggi?


Vaccino preventivo per l'HIV, il punto sulle ricerche


Lotta all'HIV, priorità del Ministero della Salute


Degenerazione maculare senile, in arrivo una nuova terapia per facilitare la cura


La degenerazione maculare senile si può curare con le iniezioni intravitreali di farmaci anti VEGF


5 miti da sfatare sulla psoriasi


Psoriasi, una mostra fotografica della Fondazione Corazza per vincere i timori dei pazienti


Dermatologia, a Milano si svolge il congresso mondiale


Tumori della pelle, diagnosi rapida e indolore con la microscopia confocale


Dermatite atopica, dati ‘real life' su dupilumab confermano l'efficacia


Psoriasi, quali sono i bisogni insoddisfatti per le donne in età fertile?


Psoriasi, nuovi dati su ixekizumab dal congresso mondiale


Alopecia: le novità dal mondiale di dermatologia; al via studio italiano


Alla scoperta della SIDeMaST, a fianco di dermatologi e pazienti per la cura della pelle


Epidermolisi bollosa, oggi si può curare con la terapia genica


Dermatologia, idrosadenite suppurativa: che cos'è, come si scopre, come si cura


Tumori della pelle, ruolo del dermatologo e ultime novità in terapia


Infezioni da gram positivi e gram negativi, le novità per curarle


ARTICOLI

Conferme dall'ECTRIMS per natalizumab nelle forme recidivanti di sclerosi multipla

In occasione del 28° Congresso del Comitato Europeo per la Ricerca e il Trattamento della Sclerosi Multipla (ECTRIMS) sono stati presentati nuovi dati a supporto dell'efficacia di natalizumab nel ridurre il tasso annuale di recidive (ARR).

Sclerosi multipla, simvastatina può frenare la progressione della disabilità

Il trattamento con simvastatina ad alto dosaggio ha ridotto in modo significativo l'atrofia cerebrale e rallentato la progressione della disabilità per 2 anni in pazienti con sclerosi multipla secondaria progressiva nello studio di fase II MS-STAT, p[...]

Gantenerumab e solanezumab nell'Alzheimer in fase precoce

Gli anticorpi monoclonali sperimentali gantenerumab e solanezumab (sviluppati rispettivamente da Roche ed Eli Lilly) sono stati selezionati per un studio a lungo termine che ne valuterà l'efficacia nella prevenzione dell'Alzheimer nelle persone porta[...]

Botulino bene come gli anticolinergici nell'incontinenza urinaria da urgenza

Nelle donne che soffrono di incontinenza urinaria da urgenza, una singola iniezione di botulino a livello della vescica è efficace quanto un trattamento quotidiano per 6 mesi con farmaci anticolinergici. Lo dimostrano i risultati di uno studio made i[...]

Solanezumab può frenare il declino cognitivo nell'Alzheimer lieve

Un'analisi dei dati combinati dei due studi pivotal di fase III EXPEDITION1 e 2 suggerisce che l'anticorpo monoclonale solanezumab ha rallentato del 34% rispetto al placebo il declino cognitivo nell'arco di i 18 mesi nei pazienti con malattia di Alz[...]

Ruolo della Vitamina D nelle prime fasi della Sclerosi Multipla

L'esordio clinico della Sclerosi Multipla si presenta generalmente con un episodio acuto o subacuto di deficit neurologico secondario ad una lesione singola o multipla della sostanza bianca cerebrale o midollare. Questa manifestazione è nota come Sin[...]

Steatosi epatica non alcolica, metformina più pioglitazone meglio della monoterapia

I pazienti con steatosi epatica non alcolica, intolleranti al glucosio, sembrano ottenere una riduzione maggiore dei livelli degli enzimi epatici se trattati con la combinazione di metformina e pioglitazione, rispetto alla sola metformina. E' quanto [...]

L'aspirina può frenare il declino cognitivo nelle donne anziane

L'assunzione di aspirina a basso dosaggio può avere un effetto neuroprotettivo, riducendo il rischio di declino cognitivo nelle donne anziane ad alto rischio di eventi cardiovascolari. È questa la conclusione di uno studio di popolazione svedese, app[...]

Gliomi di alto grado, dati a favore dell'anti VEGF più chemio

Nell'Istituto Tumori Regina Elena di Roma abbiamo effettuato uno studio di fase II su 23 pazienti affetti da glioma di alto grado recidivo dopo trattamento standard utilizzando uno schema terapeutico che combina il farmaco Fotemustine con il Bevacizu[...]

Diabete, terapia combinata con vildagliptin riduce emoglobina glicata meglio di altre associazioni

I pazienti con diabete di tipo 2 trattati con un regime antidiabetico contenente l'inibitore del DPP-4, vildagliptin, sono in grado di ridurre i livelli di emoglobina glicata A1c in modo più efficace rispetto ad altri regimi terapeutici di confronto.[...]

Influenza: attenzione alle polmoniti da pneumococco

L'influenza facilita le sovra-infezioni batteriche e la polmonite nelle età più vulnerabili. Circa il 10% degli over 65 presenta delle complicanze batteriche che sfociano nella polmonite. Il vaccino influenzale e il vaccino pneumococcico possono esse[...]

Diabete, promettente nuovo anti DDP-4 once a week

Un farmaco sperimentale sviluppato da Merck & Co per il trattamento del diabete di tipo 2, da somministrarsi una sola volta alla settimana, ha dato prove di efficacia nel ridurre i livelli di glucosio nel sangue in uno studio di fase II presentato al[...]

Diabete, empagliflozin abbassa pressione, glicemia e peso corporeo

Empagliflozin, antidiabetico sperimentale appartenente alla classe degli inibitori dell'SGLT-2, è in grado di abbassare la pressione arteriosa dei pazienti, al di là della sua azione principale di riduzione della glicemia e del peso corporeo. Lo dimo[...]

Un antiasma efficace per l'atrofia muscolare spino-bulbare

L'atrofia muscolare spino-bulbare (SBMA), o malattia di Kennedy, è una malattia del secondo motoneurone a trasmissione X-linked che colpisce soggetti maschi adulti.Un gruppo doi roicercatori italiani ha valutato efficacia e tollerabilità del clenbute[...]

Nuovo analogo dell'insulina basale bene in fase II

In occasione del 48° Congresso annuale dell'EASD in corso a Berlino, sono sttai presentati i risultati relativi a uno studio di Fase II, che coinvolge pazienti con diabete di tipo 2, trattati con il nuovo analogo dell'insulina basale LY260554, un far[...]

Tos all'inizio della menopausa non fa male al cuore e migliora anche l'umore

La terapia ormonale sostitutiva con basse dosi di estrogeni per via orale o transdermica abbinati a un progesterone micronizzato, se iniziata subito dopo l'ingresso in menopausa, migliora non solo i classici sintomi del climaterio ma anche l'umore ne[...]

HIV, terapia disintossicante con metadone dimezza il rischio d'infezione

I tossicodipendenti che prendono il metadone per disintossicarsi vedono più che dimezzarsi il rischio di contagio da parte del virus HIV, come beneficio collaterale del trattamento. Lo evidenzia una metanalisi appena pubblicata sul British Medical Jo[...]

Duchenne, si cammina di più con eteplirsen

Eteplirsen, un nuovo farmaco in fase di sperimentazione nei pazienti affetti da distrofia muscolare di Duchenne, ha dato risultati molto promettenti in uno studio di fase IIb, centrando innanzitutto l'endpoint primario, che era rappresentato dall'aum[...]

Un antiaritmico migliora la rigidità nelle miotonie non distrofiche

In uno studio di fase II appena uscito su JAMA, il noto antiaritmico mexiletina ha dimostrato di migliorare la rigidità muscolare nelle miotonie non distrofiche, un insieme di rare patologie neurologiche caratterizzate da miotonia, cioè da un ritardo[...]

Diabete: meno ipoglicemie notturne con insulina degludec

Presentati al 48° congresso della European Association for the Study of Diabetes (EASD), in svolgimento a Berlino, i risultati di uno studio clinico di fase III della durata di 2 anni, condotto con la nuova insulina degludec di Novo Nordisk (in fase [...]