In uno studio pivotal di Fase III il vaccino Merck 9-valente contro il Papilloma Virus Umano (HPV), V503, ha dimostrato di prevenire il 97% delle lesioni cervicali, vaginali e vulvari  pre-cancerose causate da 5 ulteriori tipi di HPV – lo annuncia oggi Sanofi Pasteur MSD.

Lo studio ha mostrato inoltre che il vaccino V503 ha generato una risposta immunitaria verso i  tipi  6, 11, 16 e 18 di HPV non inferiore a quella contro gli stessi 4 tipi generata dal vaccino anti-HPV quadrivalente SPMSD attualmente in commercio. È stata rilevata in V503 anche una frequenza di eventi avversi in generale comparabile a quella del vaccino anti-HPV quadrivalente SPMSD attualmente in commercio.

Il vaccino Merck 9-valente contro l'HPV contiene 5 tipi di HPV in più (31, 33, 45, 52, 58) rispetto ai 4 del vaccino anti-HPV quadrivalente SPMSD attualmente in commercio (6, 11, 16, 18). 
Il vaccino è stato sviluppato per proteggere contro 9 tipi di virus HPV riconosciuti come causa di tumori cervicali/genitali HPV-correlati. L'efficacia del vaccino contro questi ulteriori tipi di virus rappresenta un passo cruciale nella lotta contro le patologie HPV-correlate.

"Nella prima presentazione degli studi di Fase III, il vaccino V503 ha dimostrato di prevenire circa il 97% delle patologie cervicali, vulvari e vaginali di alto grado provocate da cinque ulteriori tipi di HPV" – ha dichiarato  il dottor Elmar Joura, Professore Associato di Ginecologia ed Ostetricia della Medical University di Vienna e del Comprehensive Cancer Center di Vienna.

Questi dati, unitamente ai risultati di altri due studi di Fase III saranno presentati per la prima volta martedì 5 novembre, a Firenze, al congresso EUROGIN (European Research Organization on Genital Infection and Neoplasia).