La beta-secretasi 1 (BACE1), un enzima del quale da poco è noto il ruolo nella formazione delle placche di beta-amiloide tipiche dell’Alzheimer, sembra avere un ruolo chiave anche nel normale sviluppo assonale. L’inibizione della molecola da parte di una nuova classe di farmaci già in sviluppo clinico (gli inibitori di BACE1) potrebbe quindi provocare, da una parte la riduzione della formazione delle placche di beta-amiloide, ma dall’altra interrompere la connessione tra i neuroni del sistema nervoso. E’ quanto emerso da uno studio, condotto in animali da laboratorio, pubblicato su Molecular Neurodegeneration.

Nei topi geneticamente modificati, con deficit di BACE1, è stata osservata infatti una riduzione delle capacità olfattive dovuta all’interruzione della comunicazione tra i neuroni sensoriali olfattivi. Rispetto ai topi wild type, cioè quelli non modificati geneticamente, gli animali che presentavano un deficit dell’enzima avevano bulbi olfattivi ridotti e gli assoni dei neuroni sensoriali olfattivi erano orientati in modo causale.

Questi risultati dimostrano che gli inibitori di BACE1 potrebbero ridurre la funzione neuronale e possibilmente peggiorare il deficit di memoria per il quale sono stati disegnati.

In particolare, gli animali geneticamente modificati, che non presentavano BACE1 mostravano un deficit di memoria, anomalie nell’encefalogramma ed erano inclini a presentare attacchi epilettici. Un'altra caratteristica dei topi senza BACE1 era l’ipomielinizzazione.

Inoltre, la localizzazione dell’enzima nella regione presinaptica indica che BACE1 può avere un ruolo nello sviluppo e nella funzione degli assoni o delle terminazioni dei neuroni. Alcuni studi hanno inoltre dimostrato che le molecole coinvolte nella guida assonale possono essere il bersaglio di BACE1, suggerendo un possibile ruolo dell’enzima in questa funzione.

Tharinda W Rajapaksha, William A Eimer, Thomas C Bozza e Robert Vassar, The Alzheimer's β-secretase enzyme BACE1 is required for accurate axon guidance of olfactory sensory neurons and normal glomerulus formation in the olfactory bulb, Molecular Neurodegeneration 2011, 6:88 doi:10.1186/1750-1326-6-88
leggi