Varie

Assogenerici, remunerazione omogenea per farmaci di marca ed equivalenti

“L’industria deve certamente continuare a essere coinvolta nella ridefinizione della remunerazione della filiera del farmaco: in questo c’è piena sintonia con le dichiarazioni rese dal presidente di Farmindustria questa mattina” dice il presidente di AssoGenerici Enrique Häusermann.

“Tuttavia quanto si afferma sull’eccessiva incentivazione dei farmaci equivalenti, non trova riscontro nella realtà. Sia l’accordo del 16 ottobre siglato con AIFA, sia la proposta Balduzzi prevedono infatti una quota premiale per tutti i farmaci il cui prezzo è allineato a quello di riferimento, si tratti di equivalenti o di specialità di marca a brevetto scaduto”.

La contrapposizione allo sviluppo del generico è ormai antistorica, sottolinea Assogenerici. “Ancora oggi” conclude il presidente Häusermann “gli esperti convocati dalla FIASO hanno ribadito che per evitare spese improprie al servizio sanitario è inutile puntare sulla compartecipazione alla spesa da parte del paziente, ma occorre puntare sulla costo-efficacia e, quindi, nel caso dell’assistenza farmaceutica, sui medicinali equivalenti”.

SEZIONE DOWNLOAD