Sono stati recentemente resi noti i risultati preliminari dello studio CONSCIOUS-2, un trial che ha valutato l'efficacia e la sicurezza del farmaco sperimentale clazosentan, un antagonista del recettore dell'endotelina, nel ridurre la morbilità associata al vasospasmo cerebrale e tutte le cause di mortalità in pazienti con emorragia subaracnoidea aneurismatica (aSAH).

Il farmaco è un antagonista dei recettori dell'endotelina, somministrato per via endovenosa. E' sviluppato dalla biotech svizzera Actelion.


Lo studio CONSCIOUS-2 (Clazosentan to Overcome Neurological iSChemia and Infarct OccUrring after Subarachnoid hemorrhage) ha arruolato 1.150 pazienti con aSAH randomizzati a ricevere una dose di 5 mg/h di clazosentan o placebo. I risultati dello studio hanno mostrato che, rispetto al placebo, il farmaco riduce del 17% il rischio di vasospasmo cerebrale e di mortalità per qualsiasi causa ma tale dato non è però risultato statisticamente significativo (p=0,1).

Il trial si è basato sui risultati di uno studio precedente, denominato CONSCIOUS-1, che ha valutato l'efficacia di 3 dosaggi di clazosentan ( 15, 5 e 1mg/ora ) nel prevenire il presentarsi di vasospasmo cerebrale successivo ad emorragia sub aracnoidea su una popolazione di 413 pazienti.
I risultati dello studio CONSCIOUS-1 avevano  mostrato che tutti e 3 i dosaggi esaminati hanno raggiunto la significatività statistica rispetto al placebo per l'end point primario: riduzione della presentazione di vasospasmo cerebrale, da moderato a grave, misurato mediante angiografia DSA al 9° giorno post-rottura dell'aneurisma.
L'effetto era risultato dose-correlato con il dosaggio di 15mg/ora associato ad una maggiore riduzione ( 65%) del vasospasmo rispetto al placebo (p < 0.0001).
Gli effetti erano anche risultati statisticamente significativi per il dosaggio 5mg/ora ( p = 0.0003) e per il dosaggio 1mg/ora ( p = 0.0027 ). Durante lo studio, clazosentan è stato associato ad un numero superiore di eventi avversi rispetto al placebo, principalmente legati ipotensione e ritenzione di liquidi.

Il programma clinico di clazosentan prevede un ulteriore studio, denominato CONSCIOUS-3, che valutaterà l'efficacia e la sicurezza di due dosi (5 o 15 mg / h) del farmaco rispetto al placebo in pazienti post-aSAH. Finora lo studio ha arruolato circa 600 pazienti dei 1.500 previsti.
Entro il 21 ottobre 2010, Actelion fornirà aggiornamenti riguardanti il programma di sviluppo di clazosentan.