La danese Lundbeck ha reso noto che i risultati di tre studi di fase III condotti con il nuovo antidepressivo vortioxetine  sono stati positivo. Il farmaco, noto anche con la sigla  LU AA21004 e sviluppato congiuntamente con la giapponese Takeda, rispetto al placebo ha ridotto in misura significativa i sintomi della depressione, valutati con la Montgomery-Asberg Depression Rating Scale (MADRS). Il farmaco è un “serotonin modulator and simulator”.

I dati degli studi saranno la base del dossier registrativo che verrà depositato alle autorità regolatorie Internazionali nella seconda metà del 2012 e che complessivamente comprende 10 trial, di cui 8 favorevoli al farmaco. I trial complessivamente hanno arruolato circa 5mila persone.

Alla notizia le azioni di Lundbeck sono aumentate dell’8,8%. Lo sviluppo di vortioxetine è importante per l’azienda danese che deve trovare un sostituto a Lexapro (escitalopram) il cui brevetto scadrà a metà del 2014.