In occasione del recente congresso sull'HIV di Vienna, è stato presentato uno studio realizzato in Sud Africa che dimostra come un vaccino terapeutico costituito da DNA plasmidico sia in grado di diminuire la carica virale e aumentare il numero di linfociti CD4 in pazienti affetti da HIV.

I pazienti sono stati randomizzati a ricevere il vaccino o il placebo a 0, 1 e 3 mesi dall'inizio dello studio con dosi di richiamo a 19 e 20 mesi. Dopo 108 settimane di follow-up, i risultati hanno dimostrato un significativo aumento del numero di linfociti CD4 (P=0,013) e una diminuzione della viremia (P=0,002).

Questi risultati sono stati supportati dai risultati della tipizzazione degli HLA. Attraverso questa analisi, i ricercatori hanno escluso la possibilità che i soggetti potessero presentare tipi di HLA noti per essere associati a una progressione più lenta della malattia. Non sono stati osservati eventi avversi in seguito all'utilizzo del vaccino.

Indicators of Therapeutic Vaccine Effect Using GTU-MultiHIV B Clade DNA in Treatment-Naïve Subtype C HIV-1 Infected Subjects. Abstract MOPDB102