Uno studio appena pubblicato dal New England Journal of Medicine, dimostra come il vaccino Rotarix consente la prevenzione del 61,2% delle gastroenteriti gravi da rotavirus nei bambini africani nel corso del loro primo anno di vita.
E' questo il principale risultato di uno studio condotto in Sud Africa e Malawi su oltre 4900 bambini dal Rotavirus Vaccine Trials Partnership, in collaborazione con l'organizzazione internazionale no profit PATH, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, i Center of Disease Control americani, e  finanziato da GAVI Alliance. 

Il rotavirus è un virus che provoca un'infezione contagiosa che nei Paesi in via di sviluppo uccide ogni giorno 1600 bambini con meno di 5 anni, molti dei quali in Africa e Asia. Inoltre, sei dei sette paesi che presentano la più alta mortalità dovuta alla diarrea da rotavirus sono africani.

"Misure per prevenire la diarrea da rotavirus sono un bisogno urgente per i bambini africani" ha commentato l'autore dello studio, Shabir Madhi, professore di vaccinologia all'Università di Witwatersrand, in Sud Africa. "Abbiamo dimostrato che l'immunizzazione durante la prima infanzia può ridurre significativamente il peso della gastroenterite, anche nel più impegnativo degli scenari, come l'Africa".

Nell'aprile del 2009, l'Oms ha raccomandato che la vaccinazione contro il rotavirus venisse inclusa in tutti i programmi nazionali di immunizzazione. Su questa base l'Oms ha concesso la prequalificazione a Rotarix. Questa decisione ha aperto le porte alla disponibilità del vaccino contro il rotavirus ai bambini di tutto il mondo.