La stagione influenzale 2012-2013 si avvia alla sua fase discendente, anche se non e' ancora terminata, ma si sta già lavorando alla composizione del vaccino per l'anno prossimo.

Secondo le raccomandazioni dell'Agenzia europea per i farmaci (Ema) all'Unione europea, pubblicate sul sito dell'Agenzia, ci potranno essere due tipi di vaccini, uno trivalente e, per la prima volta, uno quadrivalente.


Nel trivalente saranno presenti i tre ceppi A/California/7/2009 (H1N1), A/Victoria/361/2011(H3N2) e B/Massachusetts/2/2012. Nel quadrivalente, oltre a questi tre, ci sarà anche un altro ceppo del virus di tipo B, il B/Brisbane/60/2008.


''La decisione di prevedere anche un vaccino quadrivalente - spiega Gianni Rezza, epidemiologo dell'Istituto superiore di sanita' - dipende dal fatto che in alcuni Paesi del mondo, in questa stagione influenzale, sono circolati due ceppi del virus B. Circa la composizione del trivalente, i ceppi H1N1 e H3N2 sono gli stessi della stagione 2012-2013, mentre il ceppo B/Massachussetts e' leggermente diverso. Quest'anno, infatti, il vaccino proteggeva contro il B-Wisconsin, che e' comunque simile''.

Ormai è tempo di bilanci per quanto riguarda la stagione influenzale. Quest'anno le cifre hanno rispettato più o meno le previsioni degli infettivologi, a parte gli Stati Uniti dove, soprattutto nell'area di New York, si sono verificati focolai inediti e dalle dimensioni preoccupanti.

Nel nostro paese, invece, si sono distinti soprattutto i virus simil-influenzali, ad esempio norovirus e rotavirus, che coinvolgono l'intestino, causando nel soggetto sintomi quali diarrea, vomito e nausea.