L’aggiunta di liraglutide alla terapia con insulina migliora il controllo glicemico in pazienti con diabete di tipo 1. E’ il risultato di uno studio presentato in occasione del meeting dell’Endocrine Society (ENDO) e pubblicato sullo European Journal of Endocrinology.

Gli esperti hanno ipotizzato che il farmaco, già approvato per la terapia dei pazienti con diabete di tipo 2, potesse essere efficace anche nel diabete di tipo 1, patologia che include sia i casi attribuiti a un processo autoimmune, sia quelli con distruzione beta-cellulare e tendenza alla chetoacidosi, in cui non sono note né l’eziologia né la patogenesi.

Nello studio, un piccolo rial pilota,  sono stati arruolati 14 pazienti con diabete di tipo 1 sottoposti al trattamento con insulina e liraglutide per 24 settimane.
In una settimana, la glicemia a digiuno media e quella settimanale sono diminuite del 15% (P<0.05). L’insulina basale e i boli di insulina sono diminuiti di circa il 30% (P<0.05). Inoltre, il farmaco ha migliorato le oscillazioni delle concentrazioni di glucosio ematico (P<0.05). Una volta terminato il trattamento con liraglutide, i livelli glicemici sono ritornati ai valori osservati prima della terapia.

I pazienti che hanno continuato il trattamento per 24 settimane hanno mantenuto lo stesso controllo glicemico osservato durante la prima settimana di terapia e hanno ridotto le dosi di insulina, rispetto a quelle somministrate prima del trattamento.
I partecipanti hanno mostrato inoltre una perdita di peso corporeo di circa 4,5 Kg e una riduzione significativa dell’emoglobina glicata media (dal 6,5% al 6,1%) (P<0.05).

Solamente un paziente ha interrotto il trattamento in anticipo. Tutti gli altri partecipanti erano in grado di tollerare la nausea e la diarrea, gli eventi avversi più frequenti e già noti, dovuti al farmaco.

Secondo gli autori, sono necessari studi più ampi per confermare l’efficacia del farmaco in pazienti con diabete di tipo 1.
Liraglutide è un analogo del peptide 1 glucagone-simile (GLP-1), ad azione prolungata. Il farmaco è  in grado di stimolare il rilascio di insulina solo quando i livelli di glucosio diventano troppo elevati. Inoltre, inibisce la sensazione di appetito e ha dimostrato di ridurre significativamente il peso corporeo. E' disponibile per via iniettiva e viene somministrato una volta al giorno.

Lo scorso anno il farmaco è stato approvato dall’Ema e dall’Fda per la terapia dei pazienti con diabete di tipo 2.

Varanasi A, et al "Liraglutide as additional treatment in type 1 diabetes" ENDO 2011; Abstract OR07-5.