Un nuovo trattamento contro l'epilessia può arrivare dal grasso. Alcuni ricercatori inglesi hanno infatti scoperto che una sostanza prodotta dal corpo, quando usa il grasso come fonte di energia, può aprire la strada a nuovi farmaci contro questa malattia, secondo quanto riporta lo studio pubblicato sulla rivista 'Neuropharmacology'.


Gli scienziati ci sono arrivati partendo dall'idea che una dieta speciale, usata dai bambini con forme di epilessia grave e resistente ai farmaci, può aiutare a gestire la loro situazione. La dieta 'chetogenica' ha alti contenuti di grassi e bassi di carboidrati, ed è pensata per imitare gli effetti della fame e forzare il corpo a bruciare grassi invece che carboidrati. Anche se spesso efficace, è stata molto criticata per i suoi effetti collaterali, quali costipazione, ipoglicemia, fratture ossee e crescita ritardata.

Ma puntando con precisione solo a gli acidi grassi della dieta chetogenica efficaci nel controllo dell'epilessia, gli scienziati sperano di sviluppare un farmaco per bambini e adulti che possa offrire un simile controllo dell'epilessia, ma senza effetti collaterali. Le prime sperimentazioni cliniche hanno permesso di identificare gli acidi grassi che sembrano dei buoni candidati allo scopo.

Non solo hanno prestazioni migliori dei farmaci per l'epilessia nel controllare le crisi negli animali, ma presentano anche pochi effetti collaterali. Tuttavia, precisano i ricercatori, servono più test per capire se la terapia è sicura ed efficace anche sugli uomini. (Ansa).