In occasione del 25° congresso della European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis (ECTRIMS) che si è tenuto pochi giorni fa a Düsseldorf, Germania, Merck Serono ha presentato i nuovi dati di un'analisi retrospettiva dello studio CLARITY, uno studio di Fase III controllato con placebo, della durata di due anni (96 settimane), che ha utilizzato un breve ciclo di Cladribina compresse - la formulazione orale sperimentale della cladribina - nel trattamento di pazienti con sclerosi multipla (SM) recidivante-remittente. 
Questi dati dimostrano che nel corso dei due anni dello studio, il 43% e il 44% dei pazienti trattati con Cladribina compresse (dosaggio totale rispettivamente di 3,5 mg/kg e 5,25 mg/kg) hanno presentato assenza di attività della malattia, rispetto al 16% di pazienti che hanno ricevuto placebo (p<0,001 per entrambi i gruppi a cui è stata somministrata Cladribina compresse).


L'attività della malattia è stata valutata sia dal punto di vista clinico che radiologico e l'assenza di attività della malattia è stata strettamente definita come assenza di ricadute, assenza di continua progressione della disabilità, assenza di lesioni captanti gadolinio in T1 e assenza di lesioni attive in T2 sulla base delle immagini di risonanza magnetica nel corso dello studio.
 "L'analisi dei dati dello studio CLARITY è molto incoraggiante. ha affermato il Dr. Peter Rieckmann, Professore di Neurologia, Direttore del Dipartimento di Neurologia presso l'Ospedale di Bamberga (Germania). Tale analisi è basata sul confronto tra il trattamento a basso dosaggio con Cladribina compresse contro placebo su pazienti con SM che non hanno avuto attività di malattia, come dimostrato dai parametri sia clinici che radiologici, nel corso dei due anni, con soli 8-20 giorni di trattamento nel corso del primo anno e soli 8-10 giorni di trattamento nel secondo anno dello studio.

Nel mese di luglio, Merck Serono ha depositato all'Emea la richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio per Cladribina compresse e, nel corso del terzo trimestre 2009, presenterà la richiesta di registrazione per Cladribina compresse in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti.