Promettente nuovo antidiabetico di Takeda, primo di una nuova classe

Altri Studi
Un farmaco sperimentale di Takeda per il diabete di tipo 2, dal nome in codice Tak-875, ha raggiunto l’endpoint di uno studio di fase II riducendo i livelli di emoglobina glicata (HbA1c) senza aumentare il rischio di ipoglicemia. Lo studio è stato pubblicato su The Lancet.

Tak-875 è un agonista selettivo di GPR40, recettore accoppiato alle proteina G, maggiormente espresso nelle cellule β del pancreas. Questo composto ha un meccanismo d’azione del tutto nuovo per il controllo del diabete di tipo 2. Agisce aumentando la secrezione di insulina glucosio-dipendente a partire dagli acidi grassi. Disponibile per via orale, Tak-875 è il primo agonista di GPR40 ad entrare nella fase più avanzata dello sviluppo clinico.

Il trial ha arruolato 426 pazienti con diabete di tipo 2 non adeguatamente controllato con metformina, dieta o esercizio fisico, randomizzati a ricevere una di cinque dosi del farmaco (da 6,25 a 200 mg/die), placebo o glimepiride (2 mg - 4 mg) per un periodo di 12 settimane.

Dallo studio è emerso che il farmaco ha ridotto i livelli di HbA1c in modo superiore rispetto al placebo e in modo paragonabile a glimepiride. Il 40,4% dei pazienti trattati con la dose da 50 mg del medicinale ha raggiunto livelli di HbA1c inferiori al 7% dopo 12 settimane di terapia, rispetto al 17,6% del placebo.
Solamente il 2,3% dei pazienti trattati con il medicinale ha presentato ipoglicemia, rispetto al 19,4% di glimepiride e al 3,3% del placebo.

L’incidenza di eventi avversi associati alla terapia era del 49% con il nuovo farmaco, del 48% con placebo e del 61% con glimepiride.

Charles F Burant, Prabhakar Viswanathan John Marcinak MD  TAK-875 versus placebo or glimepiride in type 2 diabetes mellitus: a phase 2, randomised, double-blind, placebo-controlled trial The Lancet, Early Online Publication, 27 February 2012 doi:10.1016/S0140-6736(11)61879-5
leggi

SEZIONE DOWNLOAD