La biotech belga Galapagos NV ha annunciato oggi di aver scoperto una nuova classe di antibiotici e di aver selezionato un candidato farmaco che mostra una forte attività contro tutti i ceppi testati di Staphylococcus aureus resistente ai farmaci, inclusi i ceppi di S. aureus meticillino-resistenti (MRSA) ospedalieri e acquisiti in comunità.

Le infezioni batteriche divenute resistenti a tutti gli antibiotici esistenti rappresentano un problema sanitario pressante perché le opzioni terapeutiche disponibili diventano molto limitate.

Il nuovo antibiotico agisce inibendo la DNA pol III alpha, un enzima presente in tutti i batteri, ma assente nell’uomo, ed essenziale per la crescita dei microrganismi. Questo nuovo meccanismo di azione – l’inibizione, appunto, della DNA pol III alfa - può essere testato per indagare una varietà di nuovi antibiotici, colpendo anche batteri diventati resistenti agli antibiotici disponibili.

Utilizzando questo nuovo bersaglio, Galapagos ha selezionato un primo candidato antibiotico, CAM-1, da avviare allo sviluppo clinico. CAM-1 è stato testato contro oltre 250 differenti ceppi batterici e ha ucciso efficacemente il 100% di tutti i ceppi di S. aureus farmacoresistenti, compresi quelli di MRSA, mostrando risultati migliori rispetto agli antibiotici standard.

Galapagos si prefigge di iniziare la sperimentazione clinica di CAM-1, di cui è proprietaria esclusiva, nel primo trimestre 2014, proseguendo con uno studio proof-of-concept all’inizio del 2015.

Piet Wigerinck, Chief scientific officer della biotech ha detto che la "selezione di un antibiotico candidato è un passo importante verso la realizzazione di tutte le potenzialità del programma di sviluppo di farmaci antibatterici di Galapagos” e ha sottolineato che gli antibiotici di Galapagos hanno un nuovo meccanismo di azione che porta a un arresto della crescita di tutti i ceppi testati di MRSA. Combinati con un test diagnostico, questi composti potrebbero rappresentare una vera soluzione per le infezioni da MRSA".

All’annuncio della scoperta, le azioni della società hanno segnato un rialzo fino al 7%, che va ad aggiungersi all’incremento del 51% realizzato dall’inizio del 2012 a oggi.