Le azioni della biotech Cytokinetics sono scese del 60 per cento dopo che la società americana ha riferito che in uno studio di fase IIb il farmaco sperimentale tirasemtiv non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo principale in uno studio condotto su pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

BENEFIT-ALS (Blinded Evaluation of Neuromuscular Effects and Functional Improvement with Tirasemtiv in ALS), un trial internazionale di fase IIb partito nell’ottobre del 2012, che ha arruolato 711 patienti in 73 centri di 8 Paesi.

L'endpoint primario dello studio BENEFIT-ALS era la variazione media rispetto al basale della ALS Functional Rating Scale nella sua forma riveduta (ALSFRS-R) per tirasemtiv rispetto al placebo. Anche gli end point secondari hanno deluso i ricercatori.

I pazienti arruolati nello studio BENEFIT-SLA hanno iniziato il trattamento in aperto con tirasemtiv alla dose di 125 mg due volte al giorno. I pazienti che hanno tollerato questo trattamento in aperto per una settimana sono stati randomizzati a ricevere 12 settimane di trattamento in doppio cieco con dosi due volte al giorno per via orale ascendenti di tirasemtiv o placebo, iniziando con 125 mg due volte al giorno e aumentando settimanalmente la dose fino a 250 mg due volte al giorno (o una titolazione della dose fittizio con placebo).

Le valutazioni cliniche sono state fatte mensilmente durante il trattamento in doppio cieco; pazienti sono tornati anche per le valutazioni di follow-up a una e quattro settimane dopo l'ultima dose di doppio cieco del farmaco in studio.

L'analisi di efficacia primaria di BENEFIT-ALS ha confrontato la variazione media dal basale della ALS Functional Rating Scale nella sua forma riveduta (ALSFRS-R) su tirasemtiv rispetto al placebo. Gli endpoint secondari hanno valutato misure di performance respiratoria e altre misure della funzione del muscolo scheletrico e dell’affaticabilità.

Sviluppato dalla biotech californiana Cytokinetics, tirasemtiv attiva in modo selettivo il complesso troponinico della muscolatura scheletrica veloce aumentandone la sensibilità al calcio e, di conseguenza, aumentando la forza del muscolo scheletrico in risposta all’input neuronale e riducendo il grado di affaticamento muscolare.

Tirasemtiv ha ottenuto la designazione di farmaco orfano e lo status di fast track da parte della Food and Drug Administration, dandogli status privilegiato per la revisione dal regolatore americano.